Prof di matematica spiava ragazze nel bagno

C'è del marcio nel varesotto. Un professore di matematica avrebbe messo una telecamera nei bagni che, in quella scuola, vengono utilizzati da docenti, bidelli e studenti. ENTRA E LEGGI L'ARTICOLO

prof telecamera nascosta bagnoC’è del marcio nel varesotto. Un professore di matematica avrebbe messo una telecamera nei bagni che, in quella scuola, vengono utilizzati da docenti, bidelli e studenti.

Ad accorgersi della telecamera sarebbe stata una ragazza che ha chiesto subito aiuto. 
.
E indovinate chi è arrivato in soccorso della giovane? ma certo che lui, il prof birichino che ha ammesso di aver messo lui stesso quella telecamera ma, inavvertitamente l’ha lasciata li (ma perchè l’hai messa li bello mio?)
.
E proprio questa accortezza potrebbe salvarlo. Manca, si potrebbe dire, l’arma del delitto. E manca anche il supporto informatico (un hard disk, ad esempio) sul quale i video avrebbero potuto essere immagazzinati. Per la legge italiana, infatti, “sbirciare” non è reato. Diventa reato se il guardone, come spiega il codice penale, «mediante l’uso di strumenti di ripresa visiva o sonora, si procura indebitamente notizie o immagini attinenti alla vita privata».
.
Nel corso delle indagini, a casa del professore vennero trovati 14 portafotografie con una serie di immagini. Tra queste, anche tanti bambini. Ma secondo l’avvocato difensore, si tratta di foto tutto sommato innocenti. «Ci sono diverse donne in topless riprese al mare e i bambini hanno tutti addosso il costumino da bagno» (ah ok ma allora va tutto bene, se sono foto di donne in topless e di bambini in costume sono foto innocenti, ma che cazz…)
.
Fonte: http://www.laprovinciadivarese.it
.
Meglio riderci su
.

Notizie simili