Saggio breve storico politico: svolgimento e guida alle tracce di prima prova
Condividi su

Saggio breve storico politico: svolgimento e guida alle tracce di prima prova

Di Selena
pubblicato il 14 settembre

Se per la Prima Prova della Maturità 2018 deciderai di lanciarti nel saggio breve storico politico, questa guida è ciò che fa al caso tuo.

Saggio breve storico politico: svolgimento e guida alle tracce di prima prova

Saggio breve storico politico: guida per la Prima Prova 2018

I maturandi di quest’anno non hanno fatto in tempo di tornare a scuola che dovranno iniziare a pensare alla  Maturità 2018. Sebbene quel giorno sembri ancora lontano, il 20 giugno arriverà prima di quanto immagi: vuoi arrivare pronto alla Prima Prova 2018? Tra le tracce proposte dal Miur, ogni anno compare il saggio breve di tipo storico/politico: se pensi che possa fare al caso tuo, ci siamo qui noi di ScuolaZoo a spiegarti come diventare bravissimo a svolgere questo tipo di traccia.

Per capire come svolgere questo particolare tema che solitamente permette ai ragazzi di passare dalla storia all’attualità in poche righe e portare a casa un buon punteggio vediamo bene come svolgerlo.
È probabile che l’argomento del saggio breve storico della Prima Prova scelto dal Miur sia legato a qualche anniversario storico che cade proprio in questo 2018.
Non sempre, però, il Ministero si fa influenzare dalle ricorrenze! Infatti durante la Prima Prova della Maturità 2016 è uscito il saggio breve di ambito storico politico sul valore del paesaggio, mentre lo scorso anno il tema si è concentrato sul disastri e ricostruzione. Quest’anno quindi siamo pronti a tutto, ma con questa guida sarà come fare una passeggiata di salute…si spera!

Vuoi comunque sapere cosa potrebbe uscire e tutte le info utili per l’Esame di Maturità 2018? Leggi qui:

 

Saggio breve storico politico: come si fa

Saggio breve storico politico: cosa sapere su questa traccia

La prima cosa che dovete sapere sulla traccia del saggio breve storico-politico che vi trovere di fronte il giorno della Prima Prova 2018 è che (per fortuna!) non dovrete “inventare” o partire da zero: vi verrano forniti dei documenti inerenti l’argomento prescelto e, partendo da quelli, potrete elaborare il testo di approfondimento spiegando su quali basi si basa la vostra riflessione e citando le fonti a vostra disposizione in modo corretto.
In generale alla Maturità viene richiesto ai ragazzi o di analizzare fatti storici molto rilevanti alla luce dell’attualità o di dare una lettura dell’attualità che comprenda avvenimenti fondamentai del passato.
È quindi importante leggere bene il materiale che vi viene fornito e scegliere questa traccia solo se siete certi di avere qualcosa da dire!

Saggio breve storico politico: tracce degli anni precedenti

Avete le idee confuse? Per schiarirle un po’ non c’è niente di meglio di una carrellata di tracce degli anni precedenti. Vediamo cosa è capitato ai vostri colleghi che negli anni passati hanno affrontato la Maturità:

  • Prima Prova Maturità 2017: Saggio Breve su Disastri e Ricostruzione Prima Prova 2017 Storico Politico svolto
  • Prima Prova Maturità 2016: Saggio breve storico politico sul valore del paesaggio
  • Prima Prova Maturità 2015: Saggio breve su Il Mediterraneo: atlante geopolitico d’Europa e specchio di civiltà
  • Prima Prova Maturità 2014: Saggio breve su Violenza e non-violenza: due volti del Novecento
  • Prima Prova Maturità 2013: Saggio breve sugli Omicidi Politici
  • Prima Prova Maturità 2012: Saggio breve su Bene Individuale e Bene Comune

Saggio breve storico politico: lo schema per la struttura

Sapete già che la traccia del saggio breve storico politico fornita dal MIUR per la Prima Prova della Maturità 2018 vi piacerà tantissimo? Bene, svolgetela senza problemi, ma prima è necessario fare uno schema per capire bene come scrivere un testo funzionale e che vi porti a prendere i tanto sospirati 15/15!

Prima di tutto leggete bene i documenti che vi vengono forniti e posizionateli in ordine cronologico per non fare confusione con le date e gli avvenimenti. Dopo cercate di suddividere i testi fornitevi a seconda della tesi che sostengono in modo da farvi una vostra idea e poi avvalervi di quella documentazione per sostenerla nello svolgimento del saggio.

La struttura poi è molto importante potete tenere a mente questo schema per svolgerlo:

  • Introduzione dell’argomento
  • Tesi: spieghi il tuo pensiero
  • Antitesi: i documenti a tua disposizione che sostengono il contrario di quello che stai spiegando tu sono la tua antitesi
  • Sintesi: riassumi cosa abbiamo appreso su questo argomento e spieghi perchè la tua argomentazione è valida
  • Conclusione: senza scivolare in un eccesso di soggettività un bel finale ad effetto, con un po’ di pathos e magari una citazione presa proprio dai documenti potrebbe essere quel quid in più al vostro saggio.

Saggio breve storico politico: come iniziare

Quando vi trovate seduti davanti al foglio protocollo bianco, in attesa di cominciare la Prima Prova, potrebbe salirvi il panico e potreste anche dimenticare tutto ciò che sapete, ecco perchè vi suggeriamo come iniziare!

L’attacco del vostro saggio breve storico politico è molto importante, per questo prima è necessario sapere bene di cosa stiamo parlando e leggere accuratamente i testi a vostra disposizione. Dopo questa analisi iniziale, la cosa più semplice da fare è presentare l’argomento: in modo semplice e chiaro, senza iniziare già a dare il vostro parere o sostenere la tesi. Spiegate a chi legge in che cosa sta per addentrarsi fornendogli gli elementi di base per capire. Dopo la prima riga scivolerà tutto liscio come l’olio.

Saggio breve storico politico: come svolgere la traccia

Una volta terminata l’introduzione del vostro saggio breve storico politico, lo svoglimento della traccia dovrebbe essere più semplice. Vi siete sbloccati, il foglio bianco della Prima Prova non spaventa più come i primi minuti, ma non per questo dovete perdere l’attenzione.

Lo step più importante per svolgere la traccia suggerita dal MIUR è infatti la presentazione della tesi e dell’antitesi. Rileggete i documenti che vi hanno messo a disposizione e, una volta trovata la “fazione” che più si avvicina al vostro pensiero cercate di farla vostra e di trascriverla sul foglio, arricchendola di ricordi e studi fatti da voi che si allontanano dai suggerimenti classici, per stupire il prof e la commissione.

Dopo è importante presentare anche l’antitesi, sminuendola, ma in modo professionale e scientifico, portando quindi a sostegno della vostra tesi delle argomentazioni tratte proprio dai documenti che vi hanno fornito.

Un paio di consigli?

  • Se non vi viene l’inizio non fossilizzatevi. Lasciatelo da parte e iniziate a presentare la tesi, tanto in brutta potete fare quello che volete.
  • Per la conclusione se vi viene in mente qualche aforisma o citazione di autori famosi che hanno espresso una loro opinione sull’argomento, scrivetela!
  • Rileggete sempre bene ciò che avete scritto cercando di trovare gli errori.
  • Occhio alla lunghezza, non relegate l’antitesi a due righe. Sappiamo che è più difficile da svolgere, ma è altrettanto importante.

Saggio breve storico politico: tracce svolte

Infine, per darvi proprio tutto (ma tutto tutto!!!) l’aiuto possibile, ecco alcune tracce svolte dai nostri tutor in occasione della Prima Prova di Maturità degli anni precedenti.

Saggio breve Prima Prova Maturità 2018: le guide per tutte le tracce

Il saggio breve storico politico non fa per te, ma vorresti comunque svolgere la tipologia B? Allora consulta le nostre guide:

Selena
Sono Selena Marvaldi, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio intitolato "La Spuntatina".
Leggi altri articoli in Prima Prova Maturità Maturità