Versione di greco Seconda Prova Liceo Classico: traduzione, autore e traccia per la Maturità 2018
Condividi su

Versione di greco Seconda Prova Liceo Classico: traduzione, autore e traccia per la Maturità 2018

Di Sofia Batini
pubblicato il 05 febbraio

Seconda prova Liceo Classico Maturità 2018: ecco tutto quello che devi sapere sulla versione di greco per arrivare preparatissimo alla Maturità!

Versione di greco Seconda Prova Liceo Classico: traduzione, autore e traccia per la Maturità 2018

Seconda Prova Liceo Classico Maturità 2018: la versione di greco

Nonostante la Maturità 2018 sia ancora abbastanza distante, la Seconda Prova spaventa già i tantissimi maturandi del Liceo Classico che il 21 giugno si troveranno ad affrontare la versione di greco. Il MIUR ha infatti annunciato il 31 gennaio quali saranno le materie di Seconda Prova 2018, quindi stai pur certo che non dovrai affrontare latino. Anche per la Maturità 2018 il Ministero ha scelto di seguire la regola dell’alternanza, visto che lo scorso anno gli studenti di quinta del liceo classico hanno affrontato una versione di latino su Seneca, quest anno la scelta è ricaduta su greco. Rimangono ancora molti dubbi sulle versioni di greco possibili: quale autore sarà scelto? La versione sarà facile o difficile? Non possiamo saperlo in anticipo, ma noi di ScuolaZoo siamo qui per aiutarti a preparati al meglio e a non perderti neanche un’informazione utile sulla Seconda Prova di Liceo Classico 2018! Cerchiamo quindi di capire come si svolgerà la versione, quale autore ha maggiori possibilità di essere scelto, quali erano le versioni di greco alla Maturità degli anni scorsi e come fare una traduzione dal greco all’italiano.

Vuoi scoprire quali materie sono uscite nelle altre scuole superiori per la Seconda Prova della Maturità 2018 e quali sono i commissari esterni per ciascun liceo, istituto tecnico e professionale? Leggi:

maturità 2018 versione greco

Versione di greco Maturità 2018: cosa portare e quanto dura la seconda prova del classico

La versione di greco, possibile oggetto di seconda prova di Maturità 2018 al liceo classico, durerà massimo 4 ore e si potrà consegnare e uscire dall’Istituto dopo 3 ore dall’inizio della prova. È consentito solo l’uso del dizionario di greco. Ricordati, inoltre, di portare con te la carta d’identitàpenne nere o blu per scrivere, acqua e snack per recuperare le forze durante l’esame e prenderti una pausa di 5 minuti.

Versione di greco Maturità 2018: guida alla traccia

La traccia di Seconda Prova è uguale per tutti gli studenti di liceo classico d’Italia ed è composta da un testo di 15-20 righe scritto in greco che dovrai tradurre in italiano. Oltre al testo da tradurre, troverai anche il titolo della versione, l’autore, una didascalia che ti aiuterà a contestualizzare il brano e, in alcuni casi, delle note (nel caso siano necessarie per farti comprendere il senso del testo da tradurre). Per ottenere la sufficienza dovrai totalizzare almeno 10 punti, mentre il massimo punteggio è pari a 15 punti.

Autore versione di greco Maturità 2018: cosa sapere

Non appena (e se) il Miur annuncerà greco come materia di Seconda Prova di Maturità 2018, inizierà la corsa al toto-autore. Purtroppo, non sapremo chi è l’autore greco selezionato fino al 21 giugno, ma possiamo provare a fare alcune previsioni: chi sono gli autori che hanno più probabilità di uscire?

Ecco gli autori delle versioni di greco degli anni passati:

  • Plutarco (scelto 7 volte alla Maturità)
  • Luciano (5 volte)
  • Platone (5 volte)
  • Isocrate (4 volte)
  • Polibio (3 volte)
  • Senofonte (2 volte)
  • Aristotele (2 volte)
  • Tucidide (1 volta)
  • Eschine (1 volta)
  • Appiano (1 volta)
  • Epicuro (1 volta)
  • Ippocrate (1 volta)
  • Dionigi di Alicarnasso (1 volta)
  • Demostene (1 volta)
  • Epitetto (1 volta)

Escludere del tutto un autore è difficile, ma è improbabile che esca Isocrate, visto che è stato oggetto della Seconda Prova 2016 di Liceo Classico. Visto anche la tendenza del Miur a optare negli ultimi anni per autori di nicchia (per rendere difficile copiare da vocabolari e internet), è probabile che anche Platone e Aristotele non vengano scelti per lasciare spazio a un autore meno conosciuto o magari mai apparso prima nella versione di Maturità.

Traduzione Versione di greco seconda prova Maturità 2018 liceo classico: come fare

Abbiamo visto come si svolgerà la prova e qual è il toto-autore per la seconda prova 2018 di liceo classico. Il problema principale, adesso, rimane essere in grado di tradurre correttamente la versione di greco! Se ti sei allenato durante l’anno non dovresti avere grandi problemi, ma, si sa, l’ansia può giocare brutti scherzi. Come non farsi prendere dal panico e portare a casa almeno i 10 punti necessari per la sufficienza? Segui queste dritte e non sbaglierai:

  • Leggi con attenzione titolo, didascalia e note. Il titolo della versione è molto utile perché ci aiuta a capire l’argomento o il protagonista della traccia da tradurre. Spesso il titolo può coincidere con una frase del testo, di solito la prima o relativa a un passaggio chiave nel brano proposto. Leggi attentamente anche la didascalia che introduce il brano poiché ti aiuta a contestualizzare l’intero testo. A questo fine, sono molto utili anche le eventuali note.
  • Leggi la versione più di una volta. Capito l’argomento principale, è necessario leggere almeno un paio di volte il testo della versione nella sua interezza per cercare di capire il significato generale della versione.
  • Inizia ad analizzare grammaticalmente il testo. Arrivato alla maturità di liceo classico, saprai ormai che l’ordine degli elementi di una frase greca non corrisponde alla costruzione italiana di una frase.
  • Attenzione alle eccezioni. Il greco è una lingua ricca di regole, ma soprattutto di eccezioni alle regole grammaticali… fai attenzione!
  • Attenzione a spiriti e accenti. A seconda dello spirito dolce o aspro oppure dell’accento grave o acuto, può cambiare il significato di una frase, quindi non dimenticare di dare importanza a questo aspetto.
  • Usa il vocabolario per tradurre le frasi. Non essere pigro: se hai il dizionario a disposizione, utilizzalo! Una volta che hai ordinato i vari elementi delle frasi, puoi iniziare a cercare sul dizionario i significati delle parole che non conosci o su cui hai dubbi. Controlla sempre i vari significati che la parola può avere per capire quello che fa al caso tuo e leggi gli esempi riportati… chissà che sia riportata una frase della tua versione!
  • Rileggi il testo. Ovviamente prima di consegnare il testo, rileggi l’intera versione e la traduzione da te effettuata per controllare eventuali errori di traduzione e/o grammaticali e che il testo abbia un senso logico compiuto.

Seconda prova liceo classico, greco: tracce degli anni passati

A questo punto non ti resta che iniziare a esercitarti con simulazioni e con le tracce degli anni precedenti:

(Foto credits: Pixabay)

Leggi altri articoli in Seconda Prova Maturità Maturità