Paga l’ultima rata del mutuo con 62mila euro in monetine da 1 centesimo

La moglie Sandra era solita dire, ogni volta che vedevano un penny per strada, che sarebbe stato utile per pagare il mutuo. E il marito, per rendere indimenticabile il giorno della liberazione dallo stesso, ha ... -Guarda le Foto-



Lo statunitense Thomas Daigle, originario del Massachussets, aveva avvertito la banca che l’ultima rata del suo muto aperto nel 1977, 35 anni prima, l’avrebbe pagata in contanti e con una montagna di monetine da 1 cent. La banca gli aveva dato l’okay e lui di monetine, alla fine, ne ha portate davvero una montagna: 62 mila per la precisione. La moglie Sandra era solita dire a Thomas, ogni volta che vedevano un penny per strada, che sarebbe stato utile per pagare il mutuo. E il marito, per rendere indimenticabile il giorno della liberazione dallo stesso, ha raccolto centesimi per anni fino a presentarsi, nel giorno fatidico, con due enormi scatoloni pieni di monete.

Il peso di ogni scatola era pari a 360 kg, oltre tre quintali e mezzo di monete. Thomas Daigle, di professione ottico, ha dichiarato di essere fiero dell’impresa compiuta ma anche di sentirsi molto sollevato ora che è finita. Tutte quelle monetine per casa erano diventate davvero ingombranti, ha avuto modo di dichiarare sul Milford Daily News. Chi di noi non ha mai sognato, nel dover pagare qualcosa controvoglia, di rifilare alla banca o al negoziante di turno una valanga di monetine? Quale che sia la portata dello “scherzo” che ci si appresta a fare al negoziante, difficilmente si potrà battere l’imprese dello statunitense Daigle, il re delle monetine.

* Fonte net1news


Notizie simili