Lavorare nella comunicazione con il corso Design della Comunicazione di IED Milano
Condividi su

Lavorare nella comunicazione con il corso Design della Comunicazione di IED Milano

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 09 giugno

Hai sempre sognato di lavorare nel mondo della comunicazione a tutto tondo, ma non sapevi come fare? Ecco la risposta che fa per te: il corso di Design della Comunicazione dello IED di Milano

Lavorare nella comunicazione con il corso Design della Comunicazione di IED Milano

Corso in Design della Comunicazione di IED Milano: cosa sapere

Il corso in Design della Comunicazione di IED Milano è perfetto per tutti gli studenti perché ha una doppia anima: la prima strategica, con le specializzazioni in Communication Management, Event and P.R; la seconda creativa con le specializzazioni in Art Direction, Copywriting and Content. Sembrano dei paroloni, ma sono semplicemente le professioni dei vostri sogni se amate la comunicazione!
Tutto il corso è progettato sull’analisi delle attuali esigenze dei mercati per permettere a tutti gli studenti di essere sempre al top e di poter generare – in autonomia senza dover sempre chiedere consiglio a amici e colleghi – contenuti pertinenti, condivisibili, utili e rilevanti per marchi e target differenti. Solo così infatti si può ottenere un profilo completo a trecentosessanta gradi davvero appetibile per le aziende!
Ciò che rende questo corso unico è il fatto che i contenuti creativi e strategici si sommano a contenuti relazionali. Proprio per favorire lo sviluppo di tali competenze sono stati inseriti più insegnamenti relativi alla conoscenza e alla gestione dei linguaggi e delle piattaforme strategiche di contesto. Certo, contenuto (o content che dir si voglia) è una parola multipla e polisemica, soprattutto in ambito digitale, ma senza dubbio la capacità di generare contenuti è una delle competenze discriminanti e attualmente più richieste dai mercati che renderà tutti voi studenti delle vere e proprie macchine da guerra nel design della comunicazione!

Quali competenze occorre avere per poter seguire il corso senza difficoltà

Non sono richieste particolari competenze tecniche all’ingresso. Lo studente ideale della scuola di comunicazione è una persona curiosa, ha predisposizione all’ascolto, buone capacità operative, di team working, voglia di sperimentare (sempre, comunque e in qualsiasi contesto) ed è votato all’internazionalità.

Quali passioni potrebbero spingere un candidato ideale ad iscriversi

Se ami l’arte, la comunicazione visiva, la grafica, gli eventi a tutto tondo (dal mega concerto all’evento sportivo, dalla convention aziendale alla sfilata di moda, dall’evento istituzionale a quello culturale), se sei particolarmente portato a ragionare secondo schemi strategici, di previsione, se sai cogliere i differenti registri comunicativi dei brand e i diversi “tone of voice”, allora sei lo studente ideale!

Quali esperienze pratiche si svolgono durante il corso?

La didattica è ricca di sperimentazioni che affiancano e compensano le modalità più classiche di insegnamento. Fin dal primo anno gli studenti hanno la possibilità di incontrare aziende e professionisti del mondo della comunicazione con cui confrontarsi direttamente attraverso la creazione di progetti reali, utili per accumulare esperienze spendibili quando negli anni successivi si affronteranno i primi colloqui.
Durante il loro percorso, i ragazzi partecipano alla creazione e alla produzione di eventi e festival; si mettono alla prova con contest creativi, premi internazionali e hackathon; frequentano le manifestazioni di settore più rilevanti e le sedi delle più importanti agenzie e aziende internazionali; infine al terzo anno non mancano i career day con le realtà più interessanti. Ad ogni anno accademico lo IED aggiorna i progetti e le modalità per essere sempre al passo con il settore più in evoluzione di tutti: la Comunicazione.

Quali competenze si acquisiscono?

Il pacchetto di competenze acquisite e lo sviluppo di un approccio particolarmente flessibile garantisce agli studenti un’interazione con la dimensione professionale a largo raggio. Le professionalità in uscita possono offrire contributi di valore all’interno di team multidisciplinari e eterogenei.
La formazione alla leadership e una adeguata comprensione degli obiettivi permette inoltre una gestione efficace sia dei gruppi sia delle risorse a disposizione. Il campo della comunicazione vive, oggi, una grande fioritura dovuta – come abbiamo detto – ai nuovi media e alle nuove conseguenti abitudini di consumo del nostro tempo oltre che di prodotti e servizi. I professionisti di questo campo trovano, quindi, facilmente lavoro nelle nuove posizioni che si aprono nell’industria creativa e culturale e in tutti i contesti di produzione di contenuti e nella gestione delle informazioni generate non solo dalla marca. I diplomati potranno, quindi, svolgere la propria attività in agenzie, aziende, enti e istituzioni italiane, internazionali che esigono competenze specifiche nel settore della comunicazione. Altra destinazione naturale è costituita dai campi artistici, culturali e editoriali.

Gli sbocchi professionali

Il corso di comunicazione permette allo studente diverse specializzazioni e indirizzi per realizzare il sogno di poter lavorare nel campo che più ama e preferisce.

  • In particolare, gli studenti dell’indirizzo Communication management potranno ricoprire il ruolo di: Brand Strategist, Account, Strategic Planner, Poject Manager, Communication Consultant, Communication Specialist, Communication & Marketing Specialist.
  • Gli studenti dell’indirizzo Event and P.R. potranno ricoprire il ruolo di: Event Manager, Event Coordinator, Event Planner, Digital PR e ufficio stampa, Community manager, Social media manager (divertimento allo stato puro insomma!)
  • Gli studenti dell’indirizzo Copywriting and Content Designer potranno ricoprire il ruolo di: Copywriter, Content Editor, Content Manager, Content Designer, Digital Editor, Creative Director, Television Writer, Radio Writer
  • Gli studenti dell’indirizzo Art Direction potranno ricoprire il ruolo di: Art Director, Content Designer, Digital Editor, Creative Director.

Tutte queste figure professionali sono centrali sia in agenzia sia in azienda, nella gestione dei marchi e nello sviluppo di operazioni di comunicazione connesse. Praticamente si tratta di figure richieste e davvero indispensabili!

Vuoi avere ulteriori informazioni? Allora clicca qui

Redazione ScuolaZoo
Leggi altri articoli in Orientamento Universitario Orientamento