Condividi
Riassunto Capitolo 26 de I Promessi Sposi svolto
Condividi su

Riassunto Capitolo 26 de I Promessi Sposi svolto

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 01 dicembre

Cosa succede nel Ventiseiesimo Capitolo de I Promessi Sposi? Ecco il riassunto svolto, dettagliato, di tutto il capitolo 26 scritto da Alessandro Manzoni.

Riassunto Capitolo 26 de I Promessi Sposi svolto

Riassunto capitolo per capitolo de I Promessi Sposi: il capitolo 26

Siamo arrivati al capitolo 26 de I Promessi Sposi: in queste pagine, si conclude il colloquio tra Don Abbondio e il cardinale Federigo Borromeo, con il ravvedimento del primo e un’autocritica del secondo. Lucia e Agnese vanno incontro a una fortuna inattesa, mentre anche il popolo dà prova di furbizia riuscendo a sfuggire alle maglie delle autorità. Volete saperne di più, sopratutto sulla figura di Lucia trattata nell’approfondimento?

Ecco allora il nostro riassunto del capitolo 26 de I Promessi Sposi.

Stavate cercando il riassunto del primo capitolo dei Promessi Sposi? Lo trovate qui:

Leggete anche:

riassunto-promessi-sposi-capitolo-26

Ventiseiesimo Capitolo de I Promessi Sposi: il riassunto

Don Abbondio non riesce a replicare alle domande di Borromeo, il quale sembra tenere più a un reprobo come l’Innominato che a un curato di campagna (almeno questo è ciò che pensa il prete). In ogni caso, osserva il cardinale, anche se Don Abbondio avesse temuto per la sua vita avrebbe potuto rivolgersi a un superiore che l’avrebbe protetto: precisamente il consiglio di Perpetua ai tempi.

Riassunto capitolo ventisei Promessi Sposi: Don Abbondio si pente del suo comportamento

Borromeo ritiene che il prete sia troppo attaccato alla vita terrena, ma questi all’improvviso sfodera del coraggio e afferma che, messo nella stessa condizione di minaccia di fronte ai bravi, anche il cardinale si sarebbe comportato come ha fatto lui. Federigo è colpito dall’esclamazione, e in effetti chiede a Don Abbondio di indicargli sue eventuali mancanze di fronte a Dio, dato che il suo ruolo lo costringe a essere di esempio agli altri, forse mettendosi su un piedistallo.

Don Abbondio osserva la santità dell’uomo, ma poi torna a giustificarsi raccontando del tranello del “matrimonio a sorpresa” e accusando così Renzo e Lucia. Borromeo osserva la tristezza di queste accuse, e invita il prete ad amare di più i suoi fedeli anche quando bisognosi. Alla fine Don Abbondio riflette pentito su quanto avvenuto e ammette a se stesso di aver dimenticato gli insegnamenti del Vangelo, promettendo di fare del suo meglio nel futuro.

Riassunto capitolo ventiseiesimo Promessi Sposi: Lucia svela il suo voto

Lucia il mattino seguente si trasferisce da donna Prassede, separandosi dalla madre. L’Innominato però non si è dimenticato di lei, e le fa inviare a casa una lettera con 100 scudi d’oro come risarcimento o dote per le nozze. È Agnese a ricevere la lettera, che quindi il giorno seguente porta alla villa di donna Prassede. Tuttavia Lucia non può rallegrarsi della somma, perché sa che non può sposare Renzo. Di fronte alle insistenze della madre la ragazza infine svela il suo voto. Lucia decide allora di inviare metà del denaro a Renzo con una missiva nella quale gli annuncerà di non poterlo più sposare. Le due donne si salutano così, con un po’ di tristezza nel cuore.

Riassunto Promessi Sposi capitolo ventiseiesimo: Renzo assume la falsa identità di Antonio Rivolta

Renzo però sembra essere scomparso nel nulla: nessuno sa dov’è, e lo stesso Bortolo, interrogato da tramite lettera dal cardinale, afferma che il cugino ha lasciato il paese nel Bergamasco per partire in Germania o arruolarsi in Oriente. Tutte le voci sono infondate.

Il governatore dello Stato di Milano, don Gonzalo, ha infatti accusato il residente di Venezia in Lombardia in quanto la Repubblica darebbe asilo a un rivoltoso. Bortolo viene a sapere che Venezia protegge gli operai milanesi che si trasferiscono nel Bergamasco, e dunque esorta Renzo a spacciarsi per uno di questi, assumendo la falsa identità di Antonio Rivolta, il quale viene assunto in un filatoio vicino al suo, riuscendo così a sfuggire alle indagini della polizia portate avanti dal capitano di Bergamo.

Capitolo 26 Promessi Sposi: approfondimento

Manzoni dedica a Lucia le pagine più alte del suo romanzo, sfoggiando uno stile lirico che anticipa quello che sarà ravvisabile negli scrittori Crepuscolari. Nonostante la promessa fatta alla Vergine Maria, nota l’autore, la ragione e la fede non possono nulla contro l’amore, dato che la ragazza, per quanto affermi alla madre e a se stessa il contrario, non riesce a non amare il suo promesso sposo.

Riassunto I Promessi Sposi capitolo per capitolo

Noi di ScuolaZoo stiamo scrivendo tutti i riassunti de I Promessi Sposi. Se vi interessa leggere il capitolo precedente e successivo al ventiseiesimo, ecco i link da seguire:

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola