Condividi
Giornata contro i disturbi alimentari 2019: cos’è, significato fiocchetto lilla, ricerca e temi svolti per la scuola
Condividi su

Giornata contro i disturbi alimentari 2019: cos’è, significato fiocchetto lilla, ricerca e temi svolti per la scuola

Di Chiara Greco
pubblicato il 15 marzo

Giornata nazionale contro i disturbi dell’alimentazione: perché il 15 marzo si celebra questa iniziativa, cosa succede, il significato del fiocchetto e spunti per riflettere, tra temi e ricerca per la scuola.

Giornata contro i disturbi alimentari 2019: cos’è, significato fiocchetto lilla, ricerca e temi svolti per la scuola

Giornata nazionale contro i disturbi alimentari: tutto sul significato del 15 marzo 2019

I disturbi alimentari sono una realtà di cui si parla spesso troppo poco, nonostante siano patologie che colpiscono moltissimi adolescenti. Per questo motivo è nata la Giornata contro i disturbi alimentari, celebrata il 15 marzo 2019, in moda da generare consapevolezza su queste malattie invisibili ma altrettanto terribili. È infatti importantissimo conoscere sempre meglio l’origine e le cause dei disturbi alimentari, documentarsi e imparare a riconoscerli così da aiutare chi ci sta accanto e lottare per superarli e sconfiggerli. Il fiocchetto lilla è stato scelto per simboleggiare proprio la lotta contro questi disturbi e per scardinare ogni tabù a riguardo. Scopri insieme a noi di ScuolaZoo come nasce l’iniziativa, che cosa viene fatto in questa giornata e spunti di riflessione, con temi svolti e ricerca per la scuola.

Se volete approfondire la tematica, qui trovate un tema svolto e una ricerca sui disturbi alimentari per la scuola:

giornata nazionale contro disturbi alimentazione 15 marzo 2019 cosa sapere succede signficato riflessioni

Lotta contro i disturbi alimentari, 15 marzo: come nasce l’idea dei fiocchetti lilla

Il 15 marzo è stata designata come giornata dedicata alla lotta contro i disturbi alimentari. È l’ottavo appuntamento con quest’importante iniziativa ma questo del 2019 è ancora più importante perché è la prima volta che le istituzioni riconoscono l’importanza di questo giorno e partecipano attivamente. Indossando il fiocchetto lilla, si sottolinea l’importanza di far conoscere i disturbi che ogni anno colpiscono un numero altissimo di persone, soprattutto in età adolescenziale. La giornata serve per conoscere l’origine di queste malattie, la loro natura e in che modo possono essere combattute con l’aiuto di personale esperto e competente.

15 marzo 2019, giornata contro i Disturbi del Comportamento Alimentare: le iniziative

In tutto il territorio nazionale, in particolare nelle grandi città, verranno allestiti punti d’informazione aperti a tutti: l’obiettivo è quello di rendere consapevoli le persone dell’esistenza di questi disturbi così da conoscerli e intervenire preventivamente. In alcune associazioni, sarà possibile ascoltare la testimonianza di chi ha dovuto lottare per combattere i disturbi così da capire come nascono, in che modo si manifestano e come bloccarli prima che sia troppo tardi. Non mancheranno gli appuntamenti con psicologi e medici esperti di queste problematiche, con cui sarà possibile confrontarsi e aprire un dibattito per chiarire tutti i dubbi in merito.

15 Marzo 2019: una giornata per riflettere e combattere

Istituire una giornata per parlare di una cosa così delicata come i disturbi alimentari è un passo avanti verso la presa di coscienza dell’esistenza di questo problema. Bisogna essere consapevoli che i disturbi alimentari non fanno distinzione e potrebbero colpire chiunque e in qualsiasi momento ma, se solo si impara a conoscerli e a combatterli oppure se si capisce in che modo si può evitare che in una persona possa scattare la scintilla sbagliata, allora si faranno grandi passi avanti. La questione è seria e, in Italia, tantissimi giovani dai 12 ai 25 anni si convincono che il loro corpo non va bene così com’è e sfogano sul cibo i malesseri sociali o psicologici. Basta poco per cadere nella trappola ma, se si impara a capire l’origine di un disturbo, sarà sempre più facile riuscire ad aiutare chi viene colpito, facendo capire che con il giusto supporto e le giuste cure tutto si può risolvere e alla fine del tunnel ci sarà solo la luce.

(Credits Immagine copertina: salute.gov.it)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Scuola