Condividi
Run for the oceans, l’evento a Milano il 14 giugno: l’iniziativa di adidas per salvare gli oceani
Condividi su

Run for the oceans, l’evento a Milano il 14 giugno: l’iniziativa di adidas per salvare gli oceani

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 12 giugno

adidas dalla parte degli Oceani: l’iniziativa Run for the Oceans che si terrà a Milano il 14 giugno e scopri il programma per partecipare anche tu!

Run for the oceans, l’evento a Milano il 14 giugno: l’iniziativa di adidas per salvare gli oceani

Run for the oceans a Milano: scopri l’iniziativa di adidas, quando sarà la maratona e cosa fare per partecipare

I nostri mari sono inquinati. Gli Oceani sono invasi dalla plastica e dalle microplastiche al punto tale che, in alcune zone, sono nati dei veri e propri atolli di rifiuti e la fauna marina non riconosce più il cibo dalla plastica. La situazione degli oceani è preoccupante e per puntare ancora di più l’attenzione mediatica su questo problema, adidas insieme all’organizzazione Parley for the Oceans ha deciso così di dare vita a una serie di eventi e manifestazioni proprio per sensibilizzare il mondo intero sull’argomento dell‘inquinamento della plastica negli oceani. Il clou sarà la run-evento del 14 giugno a Milano, quando tantissime persone correranno insieme per un chilometro nella zona di City Life, per donare quanti più dollari possibili a Parley for the Oceans.

run for the oceans adidas come partecipare programma

Come contribuire a salvare gli Oceani con adidas x Parley

Era il 2018 quando adidas lanciò un movimento globale, grazie alla campagna Run for The Oceans, per combattere l’inquinamento da plastica degli Oceani. Nel tempo adidas è riuscita a raccogliere oltre un milione di dollari che poi ha donato all’organizzazione Parley for the Oceans. Per questo 2019 adidas ha deciso di intervenire ancora, aumentando la portata del cambiamento e cercando di raggiungere l’obiettivo di un milione e mezzo di dollari donati per la salvaguardia degli oceani. Se vi state chiedendo come contribuire sappiate che basta correre! Già, perché per ciascun km di corsa effettuato tra l’8 e il 16 giugno, e misurato tramite Runtastic, aidas contribuirà con un dollaro ai programmi di educazione contro l’inquinamento degli oceani dai rifiuti plastici. adidas ha così deciso di sfruttare l’importanza dello sport per puntare i riflettori su tutti i rischi provocati dall’inquinamento delle plastiche negli oceani. In questi giorni, quindi, sia che stiate correndo via da scuola, dopo la campanella dell’ultimo giorno, per andare in spiaggia a rilassarvi, sia che stiate fuggendo dalle ripetizioni per la Maturità 2019, accendete Runtastic e contribuite a salvaguardare gli Oceani.

Run for The Ocean: l’evento adidas per salvare gli oceani a Milano il 14 giugno, come partecipare

Se invece, di correre tanto per fare, non ne avete molta voglia, sappiate che l’occasione giusta per fare la vostra parte in questa lotta alla plastica è partecipare il 14 giugno a Milano all’evento chiamato Run for the Oceans, una corsa evento patrocinato dal Comune di Milano organizzata da adidas, in cui tutte le persone potranno dare il loro contributo, insieme a tanti personaggi sportivi come Elena D’Amario, Paola Turani, Carlotta Ferlito e Ivan Zaytsev, correndo un km nella City Life. L’evento, ovviamente, non è competitivo ed è aperto a tutti previa iscrizione. Per partecipare a Run for the Ocean l’evento adidas del 14 giugno a Milano, i runner potranno iscriversi e tenere traccia di km fatti tramite Runtastic. Per tutte le altre informazioni e per iscriversi potete anche visitare il sito web adidas.com/runfortheoceans

Run for The Ocean: perché è così importante salvare gli Oceani e cosa fa adidas?

Il General manager di adidas running, Alberto Uncini Manganelli, ha spiegato che, se le cose non dovessero cambiare, entro il 2050 nei mari potrebbe esserci più rifiuti che pesci. Per questo, già dal 2016, adidas ha iniziato a creare i propri prodotti con alcuni rifiuti di plastica riciclati e nel 2018 sono stati prodotti 6 milioni di scarpe Adidas X Parley. L’idea è quello di cercare di eliminare sempre di più l’uso di poliestere vergine arrivando ad un consumo pari a zero entro il 2024.

(Credits Immagini: adidas.com)

Redazione ScuolaZoo
Leggi altri articoli in News Scuola