Condividi
Sciopero sul clima, studenti in piazza ogni venerdì: come funziona l’iniziativa e come partecipare
Condividi su

Sciopero sul clima, studenti in piazza ogni venerdì: come funziona l’iniziativa e come partecipare

Di Selena
pubblicato il 18 marzo

Gli studenti vogliono manifestare ogni venerdì per la salvaguardia del clima: cosa succede dopo lo sciopero del 15 marzo e le modalità della protesta nei prossimi venerdì.

Sciopero sul clima, studenti in piazza ogni venerdì: come funziona l’iniziativa e come partecipare

Friday For Future: studenti in piazza ogni venerdì per scioperare sul clima

La manifestazione Friday For Future ha avuto un grandissimo successo. Lo sciopero della scuola del 15 marzo 2019, promosso dalla sedicenne svedese Greta Thunberg ha coinvolto gli studenti di tutta Europa e non si fermerà qui. In molte città infatti gli studenti hanno espresso la volontà di continuare a manifestare ogni venerdì per sensibilizzare l’opinione pubblica e le potenze mondiali sulla salvaguardia del nostro pianeta. Vediamo allora insieme cosa succederà nei prossimi venerdì.

Greta Thunberg arriva a Roma! Ecco cosa sapere sul nuovo sciopero per il clima:

Siete stati assenti venerdì per lo sciopero? Ecco cosa sapere se a scuola vi fanno problemi con la giustificazione:

manifestazione-clima-studenti-sciopero-venerdì (1)

Sciopero scuola sul clima: studenti in piazza ogni venerdì, le modalità

A Roma e in molte altre città italiane, a quanto pare venerdì 22 marzo, verrà organizzata una nuova manifestazione sul clima, sempre al fine di sensibilizzare le grandi potenze mondiali sulla salvaguardia del nostro pianeta. Il tutto però a partire dalle ore 15:00, nel pomeriggio quindi per evitare di perdere la scuola. Proprio l’idea di continuare a manifestare, ma nel pomeriggio, sarà il fil rouge di tutte le manifestazioni sul clima che si terranno da qui in poi ogni venerdì. L’obiettivo infatti è quello di non perdere l’esperienza emotivamente forte del 15 marzo e iniziare un vero e proprio dialogo con la politica e gli amministratori comunali proprio dimostrando la forte intensità di questa manifestazione. Come riporta l’ANSA moltissimi ragazzi hanno dichiarato di voler continuare a manifestare per il clima tutti i venerdì, ma dopo scuola, in modo da coniugare la loro formazione e il loro processo di crescita formativa, con un’intensa lotta politica per la salvaguardia del nostro pianeta. Come riporta il WWF infatti non c’è tempo da perdere. Secondo gli ultimi dati siamo già in ritardo: anche se dovessimo smettere oggi di utilizzare tutte i prodotti inquinanti, il riscaldamento globale procederebbe comunque per almeno altri 5 anni. È tempo dunque di iniziare veramente a fare qualcosa di concreto. Ovviamente continuare a manifestare seguendo Greta e il suo Skolstrejk for Klimatet non sarà facile perché l’euforia della manifestazione del 15 marzo oggi è ancora molto calda, ma non sappiamo se successivamente continuerà con lo stesso entusiasmo oppure no. Noi ci auguriamo che gli studenti “non mollino” perché è veramente molto importante far sentire la propria voce.

Se volete approfondire le tematiche ambientali o dovete scrivere un tema a scuola, leggete qui:

(Fonte Immagini Pixabay)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Scuola