Condividi
Studente precipita dal balcone dell’hotel mentre è in settimana bianca
Condividi su

Studente precipita dal balcone dell’hotel mentre è in settimana bianca

Di Selena
pubblicato il 11 marzo

Un ragazzo di 18 anni si trovava in settimana bianca con i compagni di scuola quando, forse per una goliardata, cerca di uscire dal balcone e precipita per sette metri.

Studente precipita dal balcone dell’hotel mentre è in settimana bianca

Cerca di scappare dall’hotel: studente precipita dal balcone

Una notizia tragica, uno di quegli strazianti accadimenti che non si vorrebbero mai sentire. Uno studente di 18 anni è stato ricoverato in gravi condizioni dopo essere caduto dal balcone del terzo piano dell’Hotel dove si trovava in settimana bianca con amici. Le sue condizioni per ora sono ancora in prognosi riservata e gli amici, la scuola e le autorità locali del posto si sono strette attorno alla famiglia. Cerchiamo di capire meglio cosa sia successo.

studente-cade-balcone-hotel-vacanza (2)

Cade dal balcone a 18 anni: la dinamica dell’incidente

Lo studente 18enne del Liceo Sereni di Luino, in Provincia di Varese, si trovava in vacanza con degli amici per la tradizionale settimana bianca di gruppo di Luino, in Vigo di Fassa (in Trentino). Lo studente, assieme ad amici, alloggiava all’Hotel Dolomiti, in una stanza al terzo piano con altri amici. Pare che il ragazzo, intorno alle 3, sia caduto dal balcone della sua stanza mentre cercava di uscire. Sembra quindi un incidente e il ragazzo, ovviamente, è stato trasportato immediatamente all’ospedale in elicottero. I traumi subiti sono svariati e secondo le ricostruzioni dei Carabinieri di Cavalese il diciottenne è precipitato da circa 7 metri. Come abbiamo detto sembra che non vi sia alcun tipo di mistero attorno all’accaduto visto che i compagni di stanza hanno dato l’allarme proprio perché il diciottenne avrebbe tentato di calarsi dal balcone per uscire dall’albergo di soppiatto. Proprio i suoi compagni di stanza sono stati sottoposti a diverse ore di interrogatorio dai militari che stanno raccogliendo tutte le loro testimonianze. La gita, come precisa la dirigente scolastica Maria Luisa Patrizi, non era organizzata dalla scuola e non era una gita scolastica anche se i compagni di classe erano tutti insieme. Tutti i docenti hanno voluto comunque abbracciare virtualmente e augurare il meglio al giovane diciottenne.

Gite scolastiche (o insieme ad amici): come divertirsi senza rischiare

Il ragazzo del Liceo Sereni, a cui auguriamo una pronta guarigione, non è certo l’unico ragazzo gravemente ferito in gita (che sia organizzata dalla scuola o meno): dal 2000 a oggi, si conta circa una vittima all’anno tra studenti morti oppure feriti in modo grave. Si tratta certamente di fatalità che però spesso si potrebbero evitare facendo un minimo di attenzione. Noi di ScuolaZoo siamo sempre dalla parte del divertimento, ma affinché questo sia tale, è importante che feste e momenti goliardici avvengano in sicurezza, evitando attività stupide come scherzi folli o prove di coraggio pericolose che rischiano di rovinare per sempre uno dei momenti più belli e indimenticabili della vostra vita.

(Fonte Immagini Pixabay)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Scuola