Condividi
Film d’amore adolescenziali: 7 titoli italiani da non perdere
Condividi su

Film d’amore adolescenziali: 7 titoli italiani da non perdere

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 17 agosto
Film d’amore adolescenziali: 7 titoli italiani da non perdere

Film d’amore per ragazze: i migliori per adolescenti

Quando diventerete trentenni / quarantenni e ripenserete agli anni della vostra adolescenza, inevitabilmente i ricordi più indelebili sono quelli dei primi amori giovanili. Magari fuochi di paglia, forse del tutto sbagliati e privi di prospettive, le prime storie d’amore sono però quelle che marchiano a fuoco una persona. Quanto vi fanno soffrire infatti oggi i ragazzi? Pensando al presente, quindi, non c’è niente di meglio che sognare a occhi aperti con una bel film sull’amore, dove tutto si spera, avrà un happy ending.  Volete trascorrere un pomeriggio all’insegna del romanticismo? Noi di ScuolaZoo abbiamo raccolto per voi 7 film adolescenziali d’amore da non perdere, limitandoci a quelli italiani

Vuoi una lista di film d’amore ancora più lunga? Non perdere:

succede

Foto: Courtesy of Warner Bros Italia

Film italiani d’amore per adolescenti: i titoli da vedere

State organizzando una serata con le amiche o con il fidanzato a base di cioccolata e film romantici? Ecco allora i film prodotti in Italia da vedere almeno una volta nella vita.

  • Tre metri sopra il cielo (2004). Si poteva non aprire questa rassegna con quello che è diventato ormai un cult e che ha dato vita a tutto un filone? Naturalmente no, e rieccoci a raccontare la storia del bad boy Step, teppista appassionato di moto clandestine, il quale si innamora di Babi, studentessa della Roma bene che lo ha visto aggredire una persona. I due si avvicinano, si scontrano, si prendono e si lasciano: che le differenze tra i due siano troppo grandi per da impedire loro di stare insieme?
  • Scusa ma ti chiamo amore (2008). L’attrazione per i ragazzi più grandi, e a volte per gli uomini fatti e finiti, è una delle costanti di quasi tutte le ragazze. In questo caso l’aitante “matusa” è Raoul Bova, l’Alex protagonista del film che si trova sballottato dopo essere stato lasciato dalla fidanzata. Lo circuirà con ogni mezzo la giovanissima Niki, vent’anni di meno, all’ultimo anno di liceo, ma dalla determinazione fortissima e del tutto disinteressata ai pregiudizi.
  • Chiamami col tuo nome (2017). Non potevamo non citare uno dei fenomeni cinematografici di questa stagione. Sì, gli attori non sono italiani, ma la produzione lo è, così come il regista Luca Guadagnino e l’ambientazione, che spazia da Crema a Bergamo, passando per il Lago di Garda e il lodigiano. Il 17enne Elio vive i suoi primi veri turbamenti sentimentali ed erotici quando nella villa estiva dei genitori arriva lo studente 24enne Oliver, che lo sconvolgerà nel profondo e gli porrà domande essenziali sulla propria identità.
  • Amore 14 (2009). Federico Moccia colpisce ancora e in questo film racconta della tredicenne e graziosissima Carolina. Insieme alle sue migliori amiche, Claudia e Alice, Caro arriva all’ultimo anno delle medie con una sorpresa sentimentale: l’incontro con il suo principe azzurro. Tuttavia la ragazzina perde il suo numero di cellulare e passa tutto l’anno nella speranza di poterlo rincontrare.
  • Bianca come il latte, rossa come il sangue (2013). Un’altra variante del tipico racconto romantico è quello in cui ci si mette di mezzo la malattia. Il protagonista Leo è un liceale da sempre innamorato di Beatrice, ragazza dalla chioma rossa più grande di lui, che vede sempre di sfuggita a scuola. Allo stesso tempo la sua migliore amica Silvia è invaghita di lui da anni. Leo scoprirà però che Beatrice è ammalata di leucemia, e deciderà di fare di tutti per aiutare la ragazza a realizzare i suoi sogni.
  • Succede (2018). Tratto dal best seller di Sofia Viscardi, il film diretto dalla meno che trentenne Francesca Mazzoleni è un’accurata fotografia dell’amore al tempo dei selfie e delle chat. La giovane Meg ha poca fiducia in se stessa, ma ad aiutarla ci sono gli amici Tom e Olly. La sua esistenza poco movimentata verrà però squassata dall’arrivo a scuola del cugino romano di Olly, Sam, il quale sin da subito mostra un certo interesse per la ragazza.
  • Romeo e Giulietta (1968). Torniamo indietro di 50 anni con questa segnalazione bonus, che in realtà racconta una storia d’amore ancora più antica. Quella di Romeo e Giulietta è una tragedia romantica notissima, ma in pochi sono riusciti a catturare lo spirito dell’innocenza dell’amore giovanile come ha fatto Franco Zeffirelli in questa pellicola i cui protagonisti sono poco meno che adolescenti (come in effetti pare essere filologicamente accurato).

(Foto copertina credits: 01 Distribution)

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Cinema e Serie Tv Vita Scolastica