Condividi
Film horror belli: i 13 titoli che fanno più paura
Condividi su

Film horror belli: i 13 titoli che fanno più paura

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 19 luglio

Quali sono i film Horror che fanno davvero paura? Se per voi gli horro belli sono i più spaventosi questa è la classifica che non dovete assolutamente perdervi!

Film horror belli: i 13 titoli che fanno più paura

Film horror che fanno davvero paura: ecco i più belli

Chiunque si sia mai trovato con il televisore acceso nel cuore della notte, mentre sullo schermo scorrono immagini di mostri, assassini, alieni e squartamenti, conoscerà benissimo quel mix inspiegabile di sensazioni che include il desiderio di spegnere tutto, continuare a farsi spaventare e la consapevolezza che sarà molto difficile prendere sonno senza aver controllato almeno un paio di volte sotto il letto.

Cerchi altre ispirazioni? Non perderti:

Per tutte queste persone abbiamo provato a stilare la lista di 13 tra i film horror più spaventosi, nella speranza che possa essere utile sia per gli appassionati che per coloro che si sono appena avvicinati al genere.

  • Martyrs: uno dei film più terribili della nuova ondata francese, che mette in scena prima un massacro domestico, convenzionale ma ferocissimo, e poi una storia di martirio ad alto tasso di misticismo e di gore, dalle scene davvero insostenibili.
  • La casa: il primo capitolo della saga firmata da Sam Raimi è il più spaventoso dei tre, e racconta di un gruppetto di amici il cui proposito di passare un weekend nel bosco finisce tra demoni assetati di sangue e arti mozzati. Impossibile non chiudere gli occhi almeno una volta.
  • Profondo rosso: il capolavoro indiscusso di Dario Argento, che ha segnato tutto un modo di fare horror all’italiana. Riconoscibilissimo il gusto per il macabro del regista, così come le sue inquadrature studiatissime (e una trama che fa acqua, a dir la verità).
  • Zombi: quando non ci sarà più posto sulla Terra i morti cammineranno sulla Terra. Ed effettivamente i morti di George Romero prendono d’assalto persino un centro commerciale, dove si ritrovano a fare gli stessi gesti inutili che compivano da vivi.
  • REC: da uno zombie all’altro, ma questi parlano spagnolo e sono creature demoniache. La paura che fa la pellicola è garantita anche dalla visione in soggettiva della telecamera di una giornalista che segue i pompieri impegnati a salvare gli abitanti di un condominio invaso dagli infetti.
  • The Descent: finalmente un horror tutto al femminile, in cui un gruppetto di amiche (ma non così strette) va incontro a un destino atroce quando si infila in una grotta abitata da una popolazione di mostri albini che vivono nell’oscurità.
  • Nightmare: un grande classico dell’horror che ha dato vita a una serie quasi infinita. Freddy Krueger, prima di diventare una barzelletta, era un mostro terribile che riusciva a spaventare il pubblico infilandosi in uno degli ambienti in teoria più sicuri, il sonno.
  • Hellraiser: tratto da un racconto dello scrittore splatter Clive Barker, il film racconta una storia di torture infernali e di vita oltre la morte che ha sopratutto il merito di introdurre uno dei personaggi più amati nel cinema horror, il Cenobita Pinhead.
  • Candyman: armato di un uncino, alto due metri, in grado di scatenare le api con cui venne torturato a morte, per poi essere bruciato, il terribile Candyman è il protagonista di un film horror che i più ricordano per l’atmosfera malsana e torrida che lo pervade.
  • Scream: Wes Craven ha preso tutti gli stereotipi degli slasher alla Venerdì 13 o Halloween e li ha frullati in un film che, per essendo ironico, fa compiere vari salti dalla sedia. Merito anche del velocissimo e ormai iconico assassino che indossa la maschera dell’Urlo di Munch.
  • The Poughkeepsie Tapes: uno dei film più spaventosi mai girati su un serial killer, strutturato come se fosse un falso documentario. L’uomo ha registrato più di 800 cassette delle torture grottesche e diaboliche compiute sulle proprie vittime, riuscendo però a farla franca grazie al suo formidabile ingegno.
  • The Ring: può una videocassetta uccidere chi la guarda? E cos’è una videocassetta, si chiederanno i giovani lettori? Scherzi a parte, la maledizione della ragazza dai capelli neri che emerge da un pozzo è davvero qualcosa in grado di fare morire di spavento i lettori, come accade alle vittime di Samara.
  • Il sesto senso: in fondo in fondo si tratta di una storia melodrammatica sull’amicizia tra un ragazzino e il suo psicologo. Ma le apparizioni dei fantasmi che opprimono il bambino sono tra le cose più angosciose mai viste al cinema.

Foto: Courtesy of Pathé

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Cinema e Serie Tv Vita Scolastica