Condividi
Simulazione Prima Prova 2019: quanto conta il voto per la Maturità?
Condividi su

Simulazione Prima Prova 2019: quanto conta il voto per la Maturità?

Di Selena
pubblicato il 18 febbraio

Il voto delle simulazioni di Prima Prova di Maturità 2019 vale quanto quello di un compito in classe normale oppure no? Ecco cosa sapere.

Simulazione Prima Prova 2019: quanto conta il voto per la Maturità?

Simulazioni Maturità 2019: il voto conta o no?

Domani 19 febbraio 2019 si terrà la prima simulazione di Prima Prova di Maturità 2019I ragazzi che quest’anno dovranno affrontare l’Esame di Stato si stanno quindi preparando duramente per riuscire a dare il massimo in questo primo “faccia a faccia” con la nuova Prima Prova dopo la Riforma della Maturità 2019 voluta dal Miur e dal Ministro Bussetti. Una delle domande che in molti si stanno ponendo è se il voto ottenuto durante le Simulazioni di Prima Prova (ma poi anche quelle di seconda) farà media oppure no. Noi di ScuolaZoo siamo qui per darvi le risposte che cercate!

Qui trovate comunque tutti le tracce svolte di Prima Prova per esercitarvi in vista di domani:

voto-simulazioni-prima-prova-maturità-2019 (1)

Voto Simulazione Maturità 2019: quanto conta?

L’8 febbraio il Miur ha divulgato una nota in cui ha si trovano tutte le indicazioni per il corretto svolgimento delle simulazioni e ha risposto a tutti i dubbi inerenti i voti e la valutazione di questa Simulazione di Prima e Seconda Prova. Nella nota si legge: “Fermo restando che non si tratta di una prova che possa sostituire le verifiche periodiche autonomamente predisposte, i docenti potranno anche iniziare a confrontarsi con le griglie di valutazione delle prove scritte e con il loro utilizzo”. Questo cosa significa? In parole povere i professori potranno dare un voto alla Simulazione di Prima e Seconda Prova per testare le griglie di valutazione. Di conseguenza i ragazzi domani potranno capire quanto avrebbero ottenuto in sede di Primo Scritto di Maturità 2019. Questo voto teoricamente non va a sostituire i voti delle verifiche o dei compiti in classe visto che è un primo “impatto” sia dei professori che degli alunni con questa nuova Maturità 2019. Allo stesso tempo però i professori lasciano uno spiraglio per cui i singoli istituti possono decidere, anche in considerazione dei risultati finali, di far valere o meno questa simulazione come una prova o una verifica vera e propria. Il consiglio quindi è quello di dare il massimo in ogni caso!

Non perdere anche:

(fonte immagine Pixabay)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in Prima Prova Maturità Maturità