Seconda Prova Maturità 2018 Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione: la traccia e gli ultimi aggiornamenti
Condividi su

Seconda Prova Maturità 2018 Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione: la traccia e gli ultimi aggiornamenti

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 21 giugno

La traccia di Seconda Prova di Maturità 2018 sta creando il panico tra gli studenti dell’Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione: qui trovate le nostre ultime news e come svolgere al meglio il secondo scritto dell’Esame di Stato.

Seconda Prova Maturità 2018 Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione: la traccia e gli ultimi aggiornamenti

Seconda Prova Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione: traccia Maturità 2018

Ansia, panico e disperazione: sono queste le parole d’ordine per la Seconda Prova di Maturità 2018.Oggi gli studenti hanno dovuto affrontarla a e tra gioie e dolori finalmente è passata. Leggete qui per tutti gli aggiornamenti sugli svolgimenti e le soluzioni dellle tracce di tutte le scuole:

Eppure, in una società come la nostra, in cui le informazioni e il modo in cui sono veicolate passa sempre più dalle immagini, le conoscenze offerte dall’Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione diventano davvero preziose. Speriamo che sia anche con questa consapevolezza che i ragazzi di questa scuola affrontato traccia di Seconda Prova. Se però siete di quelli che stanno vivendo nutrendosi di Brioschi, ci siamo noi di ScuolaZoo che vogliamo aiutare gli alunni, dando loro qualche sicurezza in più rispetto all’ignoto che li attende per altre sezioni della Maturità. In questo articolo troverete tutti i dettagli sulla Traccia di Seconda Prova dell’Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione con le materie delle diverse articolazioni, le modalità di svolgimento di ogni singolo test, durata della prova e materiali da portare o da lasciare a casa.

Volete sapere cosa portare con voi per la Seconda Prova di Maturità 2018 per tutte le materie? Leggete qui:

Seconda Prova Maturità 2018 Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione: cosa sapere sulla prova

Seconda Prova Maturità 2018: la materia di Grafica e Comunicazione

Per la Seconda Prova il Miur ha scelto Progettazione multimediale come materia per l’Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione. Scampate quindi le altre due alternative, rappresentate da Tecnologia dei processi di produzione e Laboratori tecnici.
Essa è divisa in due parti:

  1. l’esame consiste in un tema nel quale, a fronte di un brief, lo studente dovrà realizzare un progetto di comunicazione scegliendo tra varie tecniche disponibili e rispettando le consegne.
  2. gli studenti dovranno risolvere 2 dei 4 quesiti che gli verranno proposti.
La prova ha una durata massima di 8 ore ma non è consentito lasciare l’Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema. Durante la Seconda Prova si possono usare tutte le tecniche (collage, disegno, digitale o altro) e gli strumenti da disegno, consultare cataloghi e riviste per l’eventuale utilizzo di immagini (sia cartacei che digitali).
 Anche l’uso della strumentazione informatica e non è permesso (computer, scanner, macchina fotografica digitale, fotocopiatrice, stampante) così come per programmi dedicati alla rielaborazione delle immagini, composizione del testo e realizzazione dell’impaginato, ma senza accesso ad Internet mentre. Si può usare il dizionario bilingue.

Seconda Prova 2018: Grafica e Comunicazione – opzione Tecnologie cartarie

Per quanto riguarda l’articolazione Tecnologie cartarie dell’Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione il Miur ha preferito inserire in Seconda Prova una materia più specifica come Impianti di cartiera e disegno (le alternative erano Tecnologie dei processi di produzione e laboratorio e Laboratori tecnici).
Anche questo esame è diviso in due:

  1. Nella prima parte della prova si svolgerà un tema nel quale verranno esaminati aspetti tecnici di una cartiera, come per esempio la descrizione di uno specifico macchinario.
  2. Nella seconda parte invece si devono risolvere 2 quesiti su 4.
La durata massima della prova è di 6 ore ma si potrà uscire dall’aula solo una volta trascorse 3 ore dalla dettatura del tema. È consentito l’utilizzo del manuale del perito tecnico, quello del dizionario di italiano o bilingue nel caso di candidati di madrelingua non italiana.

Foto: Pixabay

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Seconda Prova Maturità Maturità