Condividi
Orientamento scolastico Terza Media: l’Istituto professionale Produzioni industriali e artigianali
Condividi su

Orientamento scolastico Terza Media: l’Istituto professionale Produzioni industriali e artigianali

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 30 novembre

Scelta della scuola superiore: vorresti frequentare l’Istituto professionale Produzioni industriali e artigianali dopo la Terza Media? Ecco cosa sapere su piano di studi, articolazioni e sbocchi lavorativi!

Orientamento scolastico Terza Media: l’Istituto professionale Produzioni industriali e artigianali

Orientamento scolastico Terza Media: perché scegliere l’Istituto professionale Produzioni industriali e artigianali?

Siete pronti a sostenere l’esame di Terza Media? State immagazzinando tutte le nozioni apprese durante l’anno, ma in fondo siete un po’ stufi di nozioni inutili e troppo astratte? Se avete già iniziato a pensare anche solo in modo vago al vostro futuro e immaginate per voi un lavoro nel mondo dell’industria o dell’artigianato, seguendo magari le innovazioni tecnologiche più all’avanguardia, allora dovreste considerare l’iscrizione all’Istituto professionale Produzioni industriali e artigianali.

Vi abbiamo incuriosito? Ecco allora la nostra guida con piani di studio, articolazioni, opzioni, materie caratterizzanti e sbocchi lavorativi.

Non sapete se questa è la scuola più adatta a voi? Fate il nostro test di orientamento per capire quale liceo, istituto tecnico o professionale fa al caso vostro!

Volete avere informazioni su tutte le scuole superiori esistenti in Italia? Leggete:

istituto_tecnico_professionale_Produzioni_industriali_e_artigianali-1

Foto: Pixnio

Istituto professionale Produzioni industriali e artigianali: le articolazioni del piano di studi

L’Istituto professionale Produzioni industriali e artigianali mira a formare studenti in grado di intervenire nei processi di lavorazione, fabbricazione, assemblaggio e commercializzazione di prodotti industriali e artigianali, con abilità specifiche di tipo tecnico-professionale all’interno delle filiere di settori come l’economia del mare, abbigliamento, industria del mobile e dell’arredamento, grafica industriale, edilizia, industria chimico-biologica, produzioni multimediali, cinematografiche e televisive ed altri).

Questi gli obiettivi fissati dal Miur per lo studente al termine dei cinque anni di studio, in termini di competenze acquisito.

  • Saper scegliere e utilizzare le materie prime e i materiali relativi al settore di riferimento;
  • Utilizzare i saperi multidisciplinari di ambito tecnologico, economico e organizzativo per operare autonomamente nei processi in cui è coinvolto;
  • Intervenire nella predisposizione, conduzione e mantenimento in efficienza degli impianti e dei dispositivi utilizzati;
  • Applicare le normative vigenti sulla tutela dell’ambiente e sulla salute e sicurezza degli addetti alle lavorazioni, degli utenti e consumatori;
  • Osservare i principi di ergonomia e igiene che presiedono alla fabbricazione, alla distribuzione e all’uso dei prodotti di interesse;
  • Programmare e organizzare le attività di smaltimento di scorie e sostanze residue, collegate alla produzione dei beni e alla dismissione dei dispositivi;
  • Supportare l’amministrazione e la commercializzazione dei prodotti.

istituti_professionali_comuni

Il piano di studi prevede due articolazioni principali – Industria e Artigianato – le quali condividono alcuni laboratori specifici quali Laboratori tecnologici e Tecnologie applicate ai materiali e ai processi produttivi. Queste due articolazioni prevedono entrambe due opzioni, che andiamo a illustrare.

produzione_industriale_e_artigianato

Articolazione Industria – Opzione Arredi e forniture d’interni

Lo studente che sceglie questa opzione è in grado di coordinare, all’interno di un’azienda, le differenti fasi dei processi relativi sia alla produzione di singoli elementi di arredo (in legno ed altri materiali) sia alla realizzazione di allestimenti di interni su progetti per abitazioni, alberghi uffici e locali commerciali e per la collettività.
Le materie caratterizzanti sono quelle di Storia e stili dell’arredamento, Disegno professionale e visualizzazioni digitali e Tecnologie di gestione-conduzione di macchinari e impianti.

art_industria_opzione_arredi_e_forniture_d'interni

Articolazione Industria – Opzione Produzione audiovisivi

Lo studente che affronta questa opzione ha come obiettivo quello di diventare un tecnico che sia in grado di orientarsi nella molteplicità delle tipologie di produzione (film, documentari, pubblicità, news) e di applicare le competenze relative alle diverse fasi produttive di settore (montaggio, ripresa, postproduzione).

Le materie caratterizzanti sono quelle di Storia delle arti visive e Linguaggi e tecniche della progettazione e comunicazione visiva.

art_industria_opzione_produzioni_audiovisive

Articolazione Industria – Opzione Produzioni artigianali del territorio

A conclusione del suo percorso di studi lo studente avrà sviluppato una serie di competenze finalizzate alla conservazione e valorizzazione di stili, forme, tecniche proprie della storia artigianale locale e competenze professionali specifiche degli stessi settori produttivi.

Le materie caratterizzanti sono quelle di Tecnologie di distribuzione e marketing, Storia delle arti applicate e Progettazione e realizzazione del prodotto.

art_industria_opzione_produzioni_artigianali_del_territorio

Articolazione Artigianato – Opzione Produzioni tessili-sartoriali

Finalizzata a conservare e valorizzare stili, forme, tecniche proprie della storia artigianale locale e per salvaguardare competenze professionali specifiche del settore produttivo tessile-artigianale.

Gli insegnamenti caratterizzanti l’opzione sono quelli di Progettazione tessile-abbigliamento moda e costume, i laboratori tecnologici ed esercitazioni tessili-abbigliamenti e Tecnologie applicate ai materiali e ai processi produttivi-abbigliamento

art_artigianato_opzione_produzioni_tessili_sartoriali

Istituto professionale Produzioni industriali e artigianali: cosa si può fare dopo il diploma

Al termine dei cinque anni formativi il diplomato potrà intraprendere una serie di carriere legate alle opzioni prescelte: tra queste alcune tra le più comuni sono quelle di addetto alla costruzione di stampi e attrezzature, operatore su macchine utensili, tecnologo di prodotto di processo nella meccanica, montatore/Installatore/Manutentore meccanico, cameraman e videomaker.

Foto: Pixabay

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Orientamento Scolastico Orientamento