Condividi
Esame Terza media 2017: criteri di ammissione e promozione
Condividi su

Esame Terza media 2017: criteri di ammissione e promozione

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 08 giugno

Ammissione all’Esame di terza Media e promozione: quali sono i criteri per non essere bocciati? Scopriamo di più sui come si viene ammessi all’esame e come lo si supera.

Esame Terza media 2017: criteri di ammissione e promozione

Ammissione Esame Terza Media: criteri e tutto per essere promossi

Manca davvero pochissimo all’esame di Terza Media 2017 per la maggior parte degli studenti. Una luce in fondo al tunnel, così possiamo definire questo momento attesissimo dagli studenti che non vedono l’ora di lasciarsi alle spalle l’asnia da Prove Invalsi e godersi le meritate vacanze. Siamo proprio sicuri che tutti siano riusciti ad arrivare a questo traguardo? Potrebbe infatti capitarvi di dover salutare un vostro compagno che purtroppo non è stato ammesso all’esame di terza media. Cerchiamo quindi di fare chiarezza e di capire insieme quali sono i criteri per essere ammessi all’Esame di Terza Media e quali quelli per essere promossi e non rischiare la bocciatura.

Per saperne di più:

Esame terza media: criteri di ammissione

Come specificato esplicitamente dal Ministero, esistono alcune condizioni indispensabili affinché un allievo sia ritenuto idoneo ad affrontare l’Esame di terza media. Eccole:

  • In primo luogo deve essere accertata la sua frequenza. L’anno scolastico infatti viene considerato nullo e quindi invalidato se lo studente non ha partecipato ad almeno tre quarti dell’orario scolastico annuale.
  • Inoltre è importante anche che l’alunno dimostri di aver tenuto una buona condotta: parametro che viene espresso dal voto di comportamento, che non deve essere inferiore ai sei decimi.
  • Infine lo studente deve aver riportato un voto pari o superiore a sei decimi in tutte le materie o gruppi di materie: in parole povere senza la sufficienza non si va avanti. Per quanto riguarda quest’ultimo punto esiste però un certo margine di discrezionalità da parte del consiglio di classe, che può prevedere deroghe nel caso di insufficienze non gravi.

Il gruppo di professori deciderà dunque di ammettere lo studente all’esame, dando luogo a un giudizio di idoneità espresso con un voto in decimi.

Esame terza media: la promozione

Soddisfatti tutti questi criteri arriva il momento di affrontare l’esame di terza media, che prevede un prova di italiano, una di matematica, una di lingua straniera (di solito inglese ma in alcune scuole anche francese o un’altra lingua), il test Invalsi (di italiano e matematica) e la prova orale (con esposizione della tesina e risposta alle domande della commissione).

Il voto finale che andrà a sigillare le scuole medie verrà elaborato a partire da una media di tutti i voti presi in precedenza: quelli delle prove orali e scritte e del giudizio di idoneità. Ancora una volta si tratta di un voto espresso in decimi, arrotondato per eccesso all’unità superiore, per frazione pari o superiore a 0,5.

Nel caso in cui lo studente riesca ad arrivare al voto massimo, il 10, il conferimento della lode avviene su decisione della commissione, ma solo se viene raggiunta l’unanimità.

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Esame di Terza Media Terza Media