Condividi
Test Medicina 2018: abolito dal 2019, si farà dal secondo anno?
Condividi su

Test Medicina 2018: abolito dal 2019, si farà dal secondo anno?

Di Selena
pubblicato il 05 settembre

Nessuno studente vuole i test d’ingresso per le facoltà come Medicina e Veterinaria, e ora pare che il M5S abbia una proposta per il 2019: spostare il test al secondo anno di università.

Test Medicina 2018: abolito dal 2019, si farà dal secondo anno?

Abolito il Test d’Ingresso? La proposta di spostarlo al secondo anno

Si è svolto ormai da diverse settimane il Test Medicina 2018, ma le polemiche sul test d’ingresso per i corsi di laurea a numero chiuso è esplosa nuovamente. È arrivata infatti la notizia dell’approvazione del Disegno di Legge sulla Sanità, voluto dalla Ministra Grillo che vuole l’abolizione del numero chiuso al Test Medicina! Ecco cosa sapere:

Tra presunte irregolarità e ricorsi che pare saranno più del 40% quest’anno gli studenti chiedono al MIUR e al Governo di intervenire sul numero chiuso e abolire il Test d’Ingresso a Medicina e in tutte le altre facoltà dal 2019, ritenendolo un ostacolo alla formazione di nuovi professionisti del settore. Sull’argomento le autorità politiche non hanno tardato a rispondere facendo sapere di avere in programma una modifica con una proposta di legge di Francesco D’Uva del M5S che vuole mettere il Test Ingresso a partire dal secondo anno nel 2019.

Se invece avete svolto il Test Medicina 2018 e volete fare ricorso, qui trovate tutto ciò che vi serve sapere:

test-ingresso-abolito-secondo-anno-università (1)

Test Ingresso al secondo anno di università: la proposta di legge dal 2019

I portavoce del M5S hanno così fatto sapere che, in merito alla proposta di abolire il Test d’Ingresso per le facoltà a numero chiuso come Medicina, Veterinaria e Architettura, si era pensato ad una soluzione differente che vede la prova d’accesso trasformarsi in una sorta di valutazione prima di accedere al secondo anno di università dal 2019: “Puntiamo ad un modello che preveda una verifica reale delle attitudini degli studenti che non può essere fatta al momento del test d’ingresso – spiegano dal Movimento 5 Stelle – Allo stesso tempo vogliamo rilanciare il sistema universitario modificandone l’attuale meccanismo delle specializzazioni al fine di velocizzare l’accesso la mondo del lavoro e implementare la formazione tecnologico-professionale”.  La soluzione sembra però un palliativo e gli studenti sono ancora perplessi a riguardo, esattamente come le università di riferimento che non si sa se saranno in grado di accogliere tutti gli iscritti al primo anno di corsi di laurea ambitissimi come quello di Medicina.

(Fonte immagini Pixabay)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Test d'Ingresso Test d'Ingresso