Condividi
Cosa fare dopo l’istituto tecnico Informatica e Telecomunicazioni: sbocchi lavorativi e percorsi universitari
Condividi su

Cosa fare dopo l’istituto tecnico Informatica e Telecomunicazioni: sbocchi lavorativi e percorsi universitari

Di Chiara Greco
pubblicato il 01 luglio

Cosa fare dopo il diploma? Se hai frequentato l’istituto tecnico ad indirizzo informatica e telecomunicazioni e ti stai facendo questa domanda, sei nel posto giusto!

Cosa fare dopo l’istituto tecnico Informatica e Telecomunicazioni: sbocchi lavorativi e percorsi universitari

Cosa fare dopo il diploma: percorsi professionali e universitari per i diplomati in informatica e telecomunicazioni

La Maturità 2020 è finalmente giunta al termine: quasi tutti gli studenti hanno fatto il colloquio e sono diplomati. Ora è il momento di godersi l’estate e le meritate vacanze, ma tra un tuffo in acqua e un pisolino pomeridiano vi conviene inizare a pensare a cosa fare dopo il diploma. Le strade sono principalmente due, anche per chi si è diplomato all’istituto tecnico informatica e telecomunicazioni: proseguire con lo studio o iniziare a lavorare. In questo articolo approfondiremo le diverse strade che possono aprirsi di fronte a voi nel prossimo futuro.

istituto_tecnico_informatica_e_telecomunicazioni

Foto: Pixnio

Istituto Tecnico Informatica e Telecomunicazioni: cosa fare dopo la maturità

Finalmente avete concluso la Maturità 2020: avete in mano il vostro bel diploma e siete pronti per affrontare il mondo degli adulti. Ma quale strade si aprono ora? Se vi siete diplomati all’istituto tecnico ad indirizzo informatica e telecomunicazioni ecco che tipo di percorso potreste intraprendere dopo la scuola.

Diploma tecnico informatica e telecomunicazioni: opportunità lavorative e sbocchi professionali senza università

Se con la fine della scuola avete deciso di chiudere una volta per tutte i libri e non avete intenzione di continuare a studiare, ecco quali sono gli sbocchi lavorativi che vi offre il diploma:

  • aziende che si occupano di analisi, progettazione, installazione e gestione di sistemi informatici, multimediali e apparati di trasmissione e ricezione di segnali.
  • tecnico per le aziende che si occupano di software e internet
  • aziende che lavorano su progetti informatici
  • tecnico addetto alla configurazione, installazione gestione di sistemi di elaborazione dati e rete
  • tecnico nell’analisi, comparazione, progettazione, installazione e gestione di dispositivi e strumenti elettronici
  • sviluppatore di applicazioni informatiche per reti locali e servizi a distanza
  • insegnamento come insegnante tecnico-pratico

Tecnico informatico: università e corsi di formazione

La formazione è importante, anche quando si è già dei professionisti. Se avete voglia di approfondire le vostre conoscenze iscrivendovi all’università, ecco le facoltà più affini alle materie studiate a scuola:

  • ingegneria informatica
  • ingegneria delle telecomunicazioni
  • ingegneria gestionale
  • ingegneria elettronica

(Credits immagini: Unsplash)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in Dopo la Maturità Maturità