Condividi
Fisica in seconda prova: incubo o realtà?
Condividi su

Fisica in seconda prova: incubo o realtà?

Di Daniele
pubblicato il 25 novembre

Da sempre uno degli incubi peggiori di tutti gli studenti del liceo scientifico: Fisica in seconda prova, quest’anno arriverà?

Fisica in seconda prova: incubo o realtà?

L’esame è ancora lontano, ma le voci riguardo la seconda prova cominciano già a circolare nei corridoi delle scuole di tutt’Italia. Anche chi finge di non capire deve fare i conti con il panico generale che si scatena alle parole: “Esce fisica!”

Ebbene sì… Questo è il sempre più probabile destino che aspetta a noi poveri maturandi.

La notizia è già tragica di per sé. Ma aggiungiamo il fatto che sarebbe la prima volta nella storia dell’Esame di Stato (chi meglio di noi per fare da cavie?) e che le simulazioni rilasciate dal ministero sono al limite del laureato in fisica. Giusto per completare al meglio il quadro di disperazione.

Se come me hai già avuto la fortuna di affrontare in classe o da solo una di queste simulazioni avrai notato con estrema gioia come sia necessario possedere, anche per svolgere un solo punto del problema, competenze che non hai acquisito quest’anno… E noi tutti ci ricordiamo alla perfezione cosa abbiamo studiato negli ultimi quattro lunghi anni, non è così?

E se anche tu ognuno di questi lo hai passato con il 6 politico in fisica, non sentirti solo, siamo tutti insieme in questa battaglia. Delle soluzioni per una facile vittoria sarebbero apprezzate, ma purtroppo non credo ce ne siano. Impugno la calcolatrice e calcolo i punti necessari al 60 non dimenticandomi il “+0” della seconda prova e firmo petizioni online per abolirla (non sto scherzando, ce ne sono). Cerco di andare avanti, aggrappandomi alla fievole speranza di un “twist” del Ministero degno dei migliori film di spie che annuncia “SECONDA PROVA: MATEMATICA” (forse più un miracolo che un colpo di scena, ma la speranza è l’ultima a morire).

Che ne pensi, la salvezza è ancora possibile o siamo tutti condannati?

PS: consigli e metodi della nonna per riuscire a dormire sono ben accetti.

Daniele
Ciao, sono Daniele e sono una vittim... ehm... un liceale. Frequento il Liceo Scientifico, scienze applicate per la precisione (un pizzico di sofferenza in più non guasta). Scrivere. È uno svago e uno sfogo, posso confrontarmi con ragazzi che provano le mie stesse emozioni. La paura di un compito in classe, la gioia di un bel voto nelle materie più ostiche, le gite come unico scopo scolastico e il timore della maturità, che incombe su di noi e si avvicina lenta, inesorabile (AIUTO).