Condividi
Cosa fare dopo il diploma: scopri il tuo futuro con Eni a JOB&Orienta
Condividi su

Cosa fare dopo il diploma: scopri il tuo futuro con Eni a JOB&Orienta

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 06 dicembre

Da grandi vi piacerebbe lavorare per Eni? Non sapete quale percorso intraprendere e perché merita entrare a far parte di questa grande azienda? Scopri le opportunità presentate al Job&Orienta di Verona!

Cosa fare dopo il diploma: scopri il tuo futuro con Eni a JOB&Orienta

Orientamento universitario e professionale con Eni: le opportunità presentate a JOB&Orienta

Non è affatto semplice arrivare a capire quale sarà il proprio percorso alla fine della scuola superiore: continuare a studiare, provare a entrare subito nel mondo del lavoro, fare un’esperienza all’estero, prendersi un anno sabbatico? Il ventaglio di opzioni a disposizione è molto ampio, e questa grande libertà potrebbe spaventare chi non ha le idee chiare. Per fortuna ci sono tanti eventi organizzati durante l’anno per aiutare chi sta per terminare la scuola (o quasi) a orientarsi nella scelta del proprio futuro. Uno dei più importanti è il JOB&Orienta di Verona, il salone nazionale dell’orientamento, scuola, formazione e lavoro arrivato alla 28esima edizione.

Dal 29 novembre al 1 dicembre, esperti e addetti ai lavori hanno raccontato le proprie esperienze e parlato dei trend del momento. Eni, in particolare, basandosi sul motto “Il futuro è qui” e servendosi di dimostrazioni interattive, presentazioni divertenti e workshop, ha informato i ragazzi sulle opportunità formative e lavorative per intraprendere una carriera in una delle più grandi aziende del mondo o per lavorare nel settore green e dell’economia circolare restando in Italia. Volete scoprire come entrare in Eni una volta ottenuto il diploma? Quali sono le posizioni più cercate e che percorso di studio intraprendere? Scopriamolo subito insieme!

Job&orienta eni

Cosa farai da grande? Scopri se il tuo futuro è con Eni

I genitori spesso chiedono ai figli di seguire le loro orme, oppure di scegliere un mestiere o un percorso di studi sicuro e garantito. Tuttavia, come ben sanno i più giovani, al giorno d’oggi questa sicurezza non c’è ed è qui che Eni si dimostra al passo con i tempi e attenta al mondo dei giovani. La compagnia energetica italiana segue infatti il motto “Il futuro è qui” ed è in prima linea nel riflettere sui nuovi trend e per fare un focus sui mestieri che non esistono ancora e sull’atteggiamento giusto per essere preparati al cambiamento.

Eni dunque si presenta come un’azienda proiettata verso il futuro: durante le giornate del 29 e 30 novembre, infatti, chi ha partecipato a Job&Orienta ha potuto sperimentare la vita reale su una piattaforma petrolifera, partecipare a incontri formativi e di orientamento e ricevere preziosi consigli per il CV.

 Se non siete riusciti a partecipare all’evento, comunque, sappiate che potete avere tutte le informazioni direttamente su eni.com

JOB&Orienta 2018 con Eni: il programma

Siete curiosi di sapere cosa è successo al Job&Orienta di Verona con Eni? Innanzitutto, è stato possibile vivere un’esperienza unica in Realtà Virtuale, vivendo l’emozione di essere a bordo di una piattaforma Eni offshore, sperimentando le reali sensazioni di questi luoghi della produzione di energia. Chiunque abbia una certa predisposizione e abbia seguito percorsi relativi a chimica, meccanica ed elettronica avrà partecipato con interesse… ma ci si può avvicinare alle attività di Eni anche solo per pura curiosità – d’altro canto chi non ha mai fantasticato almeno per 5 minuti di lavorare su una piattaforma offshore?

Inoltre, giovedì 29 novembre, presso l’Auditorium Verdi, si è svolto alle 10.30 “Il futuro è qui”, l’evento principale di Eni all’interno di JOB&Orienta. Si è trattato di una conferenza durante la quale sono intervenute quattro persone legate al tema dell’innovazione, che deve sempre andare a braccetto della sostenibilità, sfidando i pregiudizi e dimostrando determinazione e flessibilità. Per fare tutto ciò, come ha dimostrato l’ultima ospite (un ingegnere di perforazione Eni), c’è bisogno di tecnica e competenze specifiche. Ad accompagnare le quattro testimonianze ci hanno pensato i membri della Gaudats Junker Band, un gruppo musicale che si esibisce con strumenti ricavati da materiali riciclati, promuovendo la salvaguardia dell’ambiente e la necessità del riuso come pratica quotidiana.

Mentre chi era interessato a saperne di più su Eni, ha potuto partecipare alle presentazioni “Progetta oggi il tuo futuro” organizzate nella Saletta TopJOB (Percorso Rosso – pad. 7), dove sono stati illustrati i profili professionali più ricercati dall’azienda e i titoli di studio più richiesti, ma anche le opportunità formative rappresentate dalle Lauree Magistrali e dai Master Universitari attivati da Eni in collaborazione con gli atenei italiani. Insomma, tutta una serie di attività utilissime per dare uno sguardo generale dall’interno al mondo del lavoro e per avere le idee più chiare.

(Foto: Sito Job&Orienta)

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Orientamento Professionale Orientamento