scuolazoo.com
 
image description

I post dello Zoo

image description

I video della scuola

Please install the Flash Plugin

Dopo il crollo di un controsoffitto che ha ferito due ragazze del Liceo Sigonio di Modena, i ragazzi di ScuolaZoo sono andati a verificare di persona per cercare di risolvere la situazione. Info e foto qui http://goo.gl/WFsU83

 
image description

Lo Zoo vi consiglia

I test d'ammissione e i numeri chiusi fanno sempre discutere, ma sono un discorso che fortunatamente interessa attualmente solo l'ambiente universitario, se restiamo in ambito pubblico. Tuttavia, mentre tanti studenti si oppongono a questo sistema universitario, succedono casi opposti in cui addirittura nella scuola dell'obbligo gli studenti sono costretti ad affrontare prove di ingresso selettive.

Stiamo parlando, tra i tanti, di alcuni licei linguistici di Genova, dove, stando alla denuncia di Unione degli Studenti, 18 ragazzi si sono visti respingere l'iscrizione al primo anno della scuola superiore per questioni di meritocrazia. Pare, infatti, che siano stati scartati per aver ottenuto in seconda media una pagella non proprio brillante, ovvero con voti inferiori al 7,5. Eppure, come cita la Circolare Ministeriale 28 del Gennaio 2014, il rendimento scolastico dello studente non dovrebbe essere utilizzato come criterio di selezione, meno che mai quando ancora si parla di scuola dell'obbligo.

Eppure, è possibile che la scelta adottata da questi presidi non sia immotivata. Il preside del liceo Mazzini, al centro di queste polemiche, si difende dichiarando che la struttura scolastica non è abbastanza capiente per accogliere tutte le richieste pervenute. Sembra dunque che ciò lo abbia costretto ad applicare della selezione su tali richieste, ma resta il fatto che il criterio utilizzato non sia accettabile. Il MIUR ha indicato infatti di valutare fattori come la vicinanza dello studente alla scuola, gli impegni lavorativi dei genitori e, in caso di equivalenza, di agire piuttosto estraendo a caso.

Il caso di Genova non è comunque il solo: il liceo Manzoni di Milano, ad esempio, propone ai giovani studenti dei veri e propri test d'ammissione, il cui fallimento o non sostenimento comporta la respinta d'ufficio della domanda d'iscrizione.

Voi cosa pensate di queste situazione? Credete che sia giusto agire così nonostante il principio di obbligatorietà dello studio? E poi, che opinione avete generalmente sui test di ammissione? Fatecelo sapere scrivendo una e-mail all'indirizzo infostudenti@scuolazoo.it!

Riccardo di Scuolazoo-Infostudenti