Saggio breve La Natura e l’Uomo Prima Prova 2017 Artistico Letterario svolto
Condividi su

Saggio breve La Natura e l’Uomo Prima Prova 2017 Artistico Letterario svolto

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 21 giugno

Saggio breve svolto su La Natura e l’Uomo valido come svolgimento della Tipologia B per la Prima Prova della Maturità 2017.

Saggio Breve Prima Prova 2017 Artistico Letterario: traccia sull’uomo e la natura svolta

Alla Prima Prova della Maturità 2017 i maturandi si sono trovati di fronte un Saggio Breve Artistico Letterario sulla Natura e l’Uomo. Se sei alla ricerca dello svolgimento, in questo articolo troverai  proprio la traccia svolta di Ambito Artistico Letterario di Tipologia B.

Per tutti gli altri svolgimenti clicca qui:

Saggio breve sull’Uomo e la natura svolto per la Prima Prova 2017

Titolo: “LA NATURA e L’UOMO”
Consegna: “RIVISTA D’ARTE”

Saggio breve sull’uomo e la natura Prima Prova Maturità 2017 svolto – Introduzione

Non è possibile separare l’Uomo dalla Natura considerata nella sua interezza di pianeta Terra. Non pensiamo quindi a “Uomo e Natura separati”, ma a “Uomo parte integrante della Natura”.

Saggio breve sull’uomo e la natura Prima Prova Maturità 2017 svolto – Svolgimento

Riflettendo sul passaggio che riporto “Natura, immaginavi tu forse che il mondo fosse fatto per causa vostra?”, possiamo dedurre che già G. Leopardi iniziava a riflettere su come il mondo potesse cambiare a causa dell’uomo. Forse la “Natura” credeva che tutto, con il passare dei secoli, rimanesse genuino così come lei lo creò; La Terra sembrava abbastanza grande per ospitare l’impossibile, ma non si rivelò così. Basta osservare il mondo al giorno d’oggi e i cambiamenti avvenuti nel corso del tempo, bisogna considerare che è l’uomo, in è parte causa di questi fenomeni che ormai avvengono sempre più frequentemente; sta distruggendo un luogo armonioso; più passa il tempo e meno verde si vede in giro. Si è evoluto, non curandosi delle conseguenze, imperterrito e spietato continua ad “offendere” la terra che non può che rispondere con delle catastrofi naturali. L’uomo non può pensare di poter apportare dei cambiamenti radicali sulla terra, quest’ultima sarà sempre più forte. Li dove si trovavano fiumi e praterie, oggi ritroviamo grandi costruzioni che potrebbero essere distrutte da un momento all’altro da fenomeni atmosferici imprevisti ed incontrollati.
Nell’opera di William Turner “Bufera di neve: Annibale e il suo esercito”, viene rappresenta l’armata cartaginese di Annibale colta all’improvviso da una bufera di neve durante la traversata delle Alpi. Il dipinto riporta colori molto scuri, con queste tonalità viene messo in risalto il terrore dei soldati che quasi non si vedono, ritratti in balia della forza tiranna degli elementi naturali. L’unico punto luminoso è quella luce in cielo che non sappiamo se sia il sole o la luna, ma che comunque da una speranza agli uomini. Turner intende sottolineare la piccolezza dell’uomo e la sua impotenza nei confronti della Natura. Ciò dimostra che fin dai tempi della nascita la natura ha cercato in un certo qual modo di farsi rispettare, ma l’uomo non ha mai colto questo suo segnale.
Prendendo in esame anche l’opera di Pellizza da Volpedo “Idillio primaverile”, possiamo ritrovare quella serenità che tanto dava lui la natura, il pittore ritrae la primavera, riportando, il risvegliarsi dal lungo inverno per poter poi godere di quei colori, suoni e giornate di sole. Chi conosce l’opera d’arte può dedurre ciò osservando semplicemente i colori sgargianti del dipinto, tra cui il verde del prato e le rosse vesti dei soggetti raffigurati. Ai tempi dell’artista c’era un maggiore rispetto per la natura in quanto vista come un dono. Già qui ritroviamo delle differenze con il pensiero di Leopardi che nella citazione proposta, affermò di essere consapevole di compiere azioni fini a se stesso, non tenendo conto dei danni che poteva procurare.

Saggio breve sull’uomo e la natura Prima Prova Maturità 2017 svolto – Conclusione

Secondo il mio punto di vista se l’uomo avesse cura e rispetto della Terra, come ne ha di se stesso ed imparasse a rispettarla e a rispettare i limiti che lei pone, Lei ricambierebbe offrendogli una vita più tranquilla, rispettandolo a sua volta.

Di seguito la traccia del Miur.

Redazione ScuolaZoo
Leggi altri articoli in Prima Prova Maturità Maturità