Condividi
Hey, ehi o ei: come si scrive?
Condividi su

Hey, ehi o ei: come si scrive?

Di Chiara Greco
pubblicato il 21 febbraio
Hey, ehi o ei: come si scrive?

Come si scrive: hey, ehi o ei? La differenza e l’uso nelle diverse lingue

Vi capita spesso di scrivere un messaggio e non volete iniziare con un «ciao» freddo e distaccato? Ci sono diverse soluzioni per dare il via ad una conversazione scritta in modo carino, ad esempio con l’uso di «hey, ehi o ei». E qui arriva il dramma: come si scrive correttamente? In realtà ci sono due forme corrette ed una sbagliata tra quelle che vi abbiamo elencato. Delle due corrette, una è in inglese e l’altra e la forma più corretta da usare in italiano. Se volete risolvere questo dubbio una volta per tutte, siete nel posto giusto.

Hey, ehi o ei: qual è la forma corretta

Siete stanchi di farvi venire mille dubbi quando dovete scrivere un messaggio e volete iniziarlo in maniera carina e informale? Questa è la spiegazione delle forme corrette e scorrette di «hey, ehi o ei»:

  • Forma corretta: «hey»/«ehi»
  • Forma scorretta: «ei»

La differenza fra hey-ehi: quale si usa?

Una volta chiarito che «hey»/«ehi» sono le forme corrette, chiariamo la differenza tra le due per capire quale utilizzare in italiano.

  • «hey» è la forma corretta in lingua inglese, quindi si può usare ma si deve tener conto che non è propriamente adeguata all’uso nell’italiano
  • «ehi» è la forma corretta in lingua italiana e la «h» non si può omettere

Esempi dell’uso corretto di ehi

«ehi» è la forma corretta da utilizzare quando si deve chiamare una persona con cui si è in grande confidenza. Si può utilizzare da solo in questo modo:

  • “Ehi! Come stai?”
  • “Ehi attento a quello che dici!”

«ehi» si può usare anche nella sua forma composta:

  • “ehilà, ragazzi! Che cosa fate questa sera?
Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi