Condividi
Di, di’ o dì: come si scrive?
Condividi su

Di, di’ o dì: come si scrive?

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 21 luglio

Di, dì o di’? Ecco cosa sapere

 

L’italiano, come ci hanno insegnato i nostri professori, è una lingua assai complicata: tra accenti e apostrofi, è facile commettere errori di ortografia. Uno dei problemi più importanti riguardano l’so del di e le sue forme.
Si scrive sia di che e anche di’ ma bisogna fare attenzione al loro uso:

  1. Di indica la preposizione semplice.
  2. Di’ (con apostrofo) è la seconda persona singolare dell’imperativo del verbo dire, l’apostrofo segnala il troncamento della “-ci” di dici.
  3.  (con accento) è invece il sostantivo maschile derivato dal latino diem “giorno”, usato soprattutto in ambito letterario e poetico.

Tutto chiaro o ci sono ancora dubbi?

Di , dì o di’: gli esempi

  1. Luca è di Monza
  2. Di’ pure quel che pensi
  3. La sera del dì di festa
Redazione ScuolaZoo