Condividi
Gocce o goccie: come si scrive?
Condividi su

Gocce o goccie: come si scrive?

Di Chiara Greco
pubblicato il 11 marzo
Gocce o goccie: come si scrive?

Come si scrive? Gocce o goccie: spiegazione ed esempi

Tutti conosciamo la brutta sensazione che ti assale quando si hanno dei dubbi su come si scrive una parola. Capita a chiunque, quindi non c’è da preoccuparsi o farne un dramma. Ma se ci vengono delle domande di questo tipo, dobbiamo assolutamente capire qual è la risposta corretta. Parliamo, ad esempio, della parola «gocce o goccie». Qual è la forma giusta? In questo articolo ve lo diremo, dandovi alcuni esempi per non sbagliare.

Gocce o goccie: la regola per non sbagliare quando si scrive

Vi trovate davanti a questo dubbio esistenziale? Non siete soli, ma non per questo dovete vivere in eterno con il punto interrogativo che spunta ogni qual volta dovete scrivere questa parola. La risposta corretta è questa:

  • «gocce» è corretto
  • «goccie» è sbagliato

Ecco la regola: tutti i sostantivi di genere femminile che terminano con -cia e -gia non accentate, precedute da consonante, al plurale perdono la «i».

Come si scrive: gocce o goccie, esempi per non sbagliare

Ora che abbiamo scoperto che la forma corretta è gocce». Ecco alcuni esempi pratici per non sbagliare più:

  • Ho condito l’insalata con poche gocce di olio
  • In serata sono cadute alcune gocce dal cielo ma non è piovuto
  • Il medico mi ha prescritto delle gocce per gli occhi arrossati
Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi