Condividi
Giustificazione: si o no?
Condividi su

Giustificazione: si o no?

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 11 aprile

La giustificazione a scuola è un nostro diritto o no? Se i prof dicono una cosa e poi ne fanno un’altra noi cosa possiamo fare? Vogliamo farci rispettare.

Giustificazione: si o no?

Giustificazione: è un diritto o no?

SOS inviatoci da Isa:

Salve scuolazoo, vi (ri)scrivo per chiedervi delucidazioni in merito ad una cosa che io ritengo sinceramente un po’ strana. Mi spiego: la prof di biologia viene da noi sia il lunedì sia il martedì, 2 giorni consecutivi. Se qualcuno si giustifica il martedì, dice che comunque lo può interrogare su tutto quello che non sia la lezione del giorno, perchè afferma che se lo studente ha studiato per il lunedì, è impossibile che abbia dimenticato tutto il giorno dopo anche senza ripetizione. Logicamente tutto ciò ha un senso, però se un alunno si giustifica non dovrebbe essere esente da interrogazioni?

Risponde Livia, la giurista dello Zoo:

Carissima! Assolutamente sì, la giustificazione non copre solo le lacune di preparazione, semplicemente uno studente può non sentirsi al meglio anche solo fisicamente e ha il diritto di scegliere di non affrontare l’interrogazione quel giorno. Se le giustificazioni vi sono concesse è giusto che le usiate come vanno usate. Qui si può fare riferimento solo alla buona fede e correttezza del docente visto che da Statuto non è prevista questa possibilità, quindi se questa prof all’ inizio dell’ anno vi aveva garantito la possibilità di usare le giustificazione, non c’è motivo che poi si rimangi la parola data. Siate chiari con lei e se dovesse dimostrarsi ancora così scorretta, giocate “scorretto” anche voi (es. giustificazione dei genitori). Fammi sapere e scrivi ogni volta che hai bisogno!
La vostra giurista
Redazione ScuolaZoo
Leggi altri articoli in Sos Studenti Diritto Scolastico