Condividi
La maestra si rifiuta di far sostenere la prova INVALSI a mia figlia!
Condividi su

La maestra si rifiuta di far sostenere la prova INVALSI a mia figlia!

Di
pubblicato il 19 maggio

La docente si rifiuta di far sostenere le prove, negando ai nostri figli il diritto alla scuola!

La maestra si rifiuta di far sostenere la prova INVALSI a mia figlia!

SOS Inviatoci da una mamma:
Salve volevo sottoporre a voi ciò che e’ successo ieri a mia figlia :

Sono la mamma di Giuliana che ha accompagnato la propria figlia a scuola.  Dopo essersi accertata della presenza dell’insegnante si vede contattata un’ora dopo dalla propria figlia in lacrime perchè gli altri compagni, organizzati dalle loro mamme, hanno deciso di non far fare le prove invalsi di matematica, risultando assenti a scuola.
Al telefono dico a mia figlia di passarmi la maestra a cui dico che mia figlia deve fare i test e che appena posso dopo il lavoro la verro’ a prendere, la maestra mi dice che entro dieci minuti avrei dovuta prenderla da scuola altrimenti doveva aprire il plico. Io affermo il diritto alla scuola di mia figlia e che sono impossibilitata a prelevarla prima delle 13.00, lei continua suggerendomi di chiamare mio marito.

Morale della favola mio marito dopo aver parlato al telefono con la maestra e spiegato che si trova distante dalla scuola, l’avrebbe presa appena possibile cioè intorno alle nove e mezza, e la maestra sostiene che x quell’ora deve mettere la presenza,e mio marito esige la presenza a scuola di mia figlia. Arrivato a scuola ha uno scontro verbale  con la maestra che sostiene che noi genitori abbiamo scambiato la scuola x un parcheggio che avremmo dovuto iscrivere mia figlia ad una scuola privata e ha dovuto giustificare l’uscita anticipata per motivi personali.
Volevo da voi sapere cosa ho fatto di sbagliato nel fare andare mia a scuola il giorno delle prove invalsi mi pare di essere in un paese democratico dove ognuno ha libertà di scelta ma soprattutto il diritto allo studio che fine ha fatto?la scuola non e’ un diritto?
scioperiamo insieme agli insegnati per una scuola migliore quando non abbiamo nemmeno il diritto di andare a scuola…
la mamma di giuliana cerca e vuole spiegazioni
professeur
Risponde Massimo, il giurista di ScuolaZoo:
Carissima,
Questa situazione ha davvero del paradossale.
Lei in questo momento sta esercitando in pieno il diritto all’educazione di sua figlia, affidandola ad una delle comunità fondamentali per l’educazione del minore ed il compimento della sua personalità.
Il comportamento il mala fede della restante parte della componente genitoriale della classe non vedo come possa in alcun modo ledere il vostro diritto.
La cosa più grave è la triste, infelice risposta del docente.
E’ una condizione paradossale che va segnalata nel minor tempo possibile alla dirigenza scolastica.
Vostra figlia si è vista negare un diritto costituzionalmente tutelato, ma cosa ben più grave si è vista trattare come un “problema” solo per il semplice fatto di voler andare a scuola.
Le consiglio quindi di segnalare la questione alla dirigenza scolastica. Nel caso in cui il dirigente scolastico supporti la decisione del docente, andate direttamente al competente ufficio scolastico regionale.
Massimo, il vostro giurista.
Scrivi ad sos.studenti@scuolazoo.it per ogni questione, problema o incertezza riguardante il mondo della scuola. I nostri giuristi saranno pronti a risponderti e a darti una mano.
Leggi altri articoli in Sos Studenti Diritto Scolastico