Condividi
Come scrivere un tema e un tema argomentativo: schema, scaletta per tutti
Condividi su

Come scrivere un tema e un tema argomentativo: schema, scaletta per tutti

Di Selena
pubblicato il 19 luglio

Consigli, suggerimenti, scalette, tracce svolte: ecco tutto ciò che vi serve per fare un tema argomentativo da 10 e lode

Come scrivere un tema e un tema argomentativo: schema, scaletta per tutti

Come fare un tema: guida completa

Come si scrive un tema? Il tema argomentativo deve avere una scaletta a parte o uno schema diverso? Qual è il segreto per prendere 10 (o comunque il massimo dei voti?!?) Che tu sia alle medie o alle superiori poco importa, quello di cui hai bisogno, chia sia per i compiti delle vacanze, per un compito in classe o per un esame, è capire come scrivere un tema. Scommettiamo che una volta imparato non ci saranno più tracce e svolgimenti impossibili?
In questa nostra guida noi della redazione di ScuolaZoo vogliamo spiegarti tutti i trucchi per fare sempre bei temi (ma ti lasciamo anche qualche traccia svolta, non preoccuparti!!!)

come-scrivere-tema (2)

Scaletta per fare un tema: lo schema giusto da seguire

Come fare un tema? Come impostarlo nel modo giusto qualunque sia la sua “declinazione” (storico, argomentativo, di attualità)? Niente panico. Non è nulla di trascendentale, anzi è abbastanza semplice. Basta farsi uno schema, meglio se scritto e non solo mentale onde evitare di dimenticarsi qualcosa, sul foglio di brutta. Questo schema è detto scaletta e altro non è che un piccolo riassunto di cosa devi scrivere nel tuo svolgimento in modo ordinato (per evitare di andare fuori tema o di saltare passaggi fondamentali!

Vediamo lo schema di base per una scaletta perfetta:

  • Introduzione: è importante l’introduzione del tema perchè qui andrai a presentare l’argomento che, qualche riga dopo, dovrai trattare. Serve come incipit per introdurre proprio il lettore nell’ambiente e nel mood di tutto il testo seguente.
  • Svolgimento: è il cuore pulsante del tuo tema. Dovrai svolgerlo nel modo più consono possibile al tipo di tema prescelto (argomentativo, attualità, storico…) e in questa parte del brano, la più lunga ovviamente, dovrai raccontare qualcosa in modo coinvolgente e analizzando la traccia dell’elaborato a tua disposizione, laddove vi fosse, cercare di svolgerla al meglio senza uscire fuori tema. È un errore comune farsi “prendere la mano” e andare a parlare di cose strane non inerenti al testo vero e proprio.
  • Conclusione: fase altrettanto importante del tema. La fine non è da sottovalutare pensando “ormai ho fatto tutto scrivo una riga e addio”. No, è importante che il tema sia svolto bene, certo, ma la conclusione è quella parte di elaborato che unisce tutti i puntini e che fa vedere al lettore tutto l’insieme. Come uno sguardo dall’alto su tutto quello di cui avete scritto fino a quel momento.

Tema argomentativo: la scaletta

Adesso che hai chiaro lo schema generale, possiamo entrare un po’ più nel dettaglio e affrontare la scaletta di un tema argomentativo (una delle tipologie di tema più assegnate!).
Iniziamo dal principio: il Tema Argomentativo, come si capisce bene dal nome, è un testo legato ad un determinato argomento sul quale dovrai esprimere la tua opinione o, più precisamente, convincere il lettore della tua tesi su quell’argomento usando ragionamenti logici e/o dati.
Nel tema argomentativo per le scuole superiori è poi importate fare anche una confutazione dell’antitesi, ossia spiegare come mai le teorie che vanno contro la tua nonsono corrette o attendibili. Ora, finalmente, vediamo insieme la scaletta per un tema argomentativo.
Come prima cosa, ancora prima di iniziare concretamente a prendere la penna in mano, dovete valutare quanto ne sapete sull’argomento e quale tesi volete portare avanti nel vostro elaborato. Dovete esserne convinti, altrimenti anche il lettore non lo sarà. Ora vediamo la scaletta e lo schema giusto da seguire:

  • Introduzione: il primo step da fare è quello di scegliere la tesi, ma ancora prima di esporla bisogna dare a chi legge un quadro generale della situazione, solo così introdurrete perfettamente il contesto in cui ci troviamo.
  • Tesi: la presentazione della vostra tesi è consequenziale alla presentazione dell’argomento. Una volta spiegato tutto potrete infatti dichiarare la vostra posizione a riguardo. Importante è argomentarla con episodi storici passati, dati, numeri, esempi. Tutto ciò che sapete a riguardo dell’argomento potrebbe venirvi utile. Generalmente si usano tre paragrafi che argomentano la vostra tesi.
  • Antitesi: è fondamentale tanto quanto la vostra tesi perchè nel tema argomentativo chi ha idee diverse dalla vostra dovrebbe essere “smontato” passo dopo passo.
  • Conclusione: è la parte finale del vostro tema argomentativo. È importante perché si tirano le fila del discorso e automaticamente potrete ribadire ancora una volta la veridicità della vostra tesi!

Come scrivere un tema per la scuola media

Alle scuole medie i temi, si sa, sono molto semplici e “base”. I titoli dei temi proposti sono sempre più o meno gli stessi e trattano argomenti generici di facile svolgimento. Di solito, in vista dell’esame di terza media, si tratta di:

  • Scrivere una pagina di diario
  • Fare una relazione
  • Testo descrittivo

Quello che devi ricordare comunque, al di là della difficoltà del tema, è di non scrivere cose che vadano fuori da ciò che è l’argomento principale del testo e che si trova, ovviamente, nel titolo.
Anche qui, la scaletta e lo schema da usare è lo stesso di cui sopra e si compone di :

  • Introduzione
  • Svolgimento
  • Conclusione

Per non andare fuori tema prima completa il tuo schema nel dettaglio e rileggilo cercando di capire se effettivamente hai inserito tutte le informazioni utili o se c’è qualcosa di troppo!

Infine rileggi sempre con molta attenzione anche l’intero svoglimento e se hai qualche dubbio su come si scrivono alcune parole controlla sempre sul dizionario.

Come scrivere un tema per la scuola superiore

Alla scuola superiore scrivere un buon tema, ovviamente, diventa più difficile.
Sempre in base a quello che accadrà all’Esame (questa volta di Maturità!) ci sono diversi tipi di tema che ti troverai ad affrontare come quello argomentativo, d’attualità o storico.
Ognuno di questi, sebbene la scaletta/schema rimanga il classico “introduzione-svolgimento-conclusione” richiede un’attenzione diversa e alcune conoscenze particolari.
Ricordati che alle superiori i professori per il tema pretendono molto quindi:

  • Per scrivere un tema alle scuole superiori è bene fare sempre una brutta, dove fare errori, cambiare, modificare e stravolgere anche tutto in itinere.
  • Ricordati di usare un linguaggio il più ampio e forbito possibile, evitando lo stile cool, ma poco professionale, di Whatsapp.
  • Fai attenzione allo stile (alcuni titoli ne richiedono un più aulico o più professionale di altri!)
  • Se il tuo problema sono le ripetizioni non essere pigro e tieni a portata di mano un dizionario dei sinonimi e contrari.

Come scrivere un tema argomentativo (o no): 5 dritte per tutti

Vediamo allora un tema argomentativo fatto bene. Dato che però questa particolare tipologia di tema

  1. Informati: devi essere abbastanza preparato su quello che è l’argomento di cui andrai a trattare nel tema argomentativo perché se devi sostenere una tesi devi averne conoscenza approfondita. Se non ne sai niente, non azzardare!
  2. Esponi le tue idee: se haiun’idea originale a proposito di un argomento esponila. Scrivere qualcosa di “diverso” rispetto al classico o comunque esporre una propria idea su un tema che non è stata già sentita prima e non è banale è un valore aggiunto al testo. Attenzione, però: devi sempre essere in grado di argomentare ciò che affermi!
  3. Portati un vocabolario: è pesante e ti fa sentire un secchione. Lo sappiamo, ma non importa! Per scrivere un tema argomentativo è fondamentale in quanto ogni parola ha la sua importanza!
  4. Rileggi: è importantissimo, una volta finito il tema non consegnare immediatamente il lavoro, Prima di pensare di aver finito devi rileggere tutto. Perchè? Non solo per controllare che non ci siano errori di grammatica, ma anche perchè rileggendo capirai se tutto quello che hai scritto ha un senso e fila. Per questo è bene fare una pausa dopo aver finito di scrivere e poi rileggere un paio di volte: la prima per controllare il contenuto, la seconda per fare un check della forma (punteggiatura, errori, maiuscole vagabonde…)
  5. Dai spazio all’estro nella conclusione: la conclusione del tema argomentativo, lo abbiamo detto, deve essere fatta bene per avvalorare ulteriormente la tua tesi. I generale, però, allo stesso tempo, quando concludi un testo puoi permetterti di dire anche qualcosa di soggettivo e magari di usare un’aforisma ad effetto, ovviamente inerente all’argomento, per concludere in bellezza.

Come fare un tema da 10: 3 consigli d’oro

Per spiegarti come fare un tema ti abbiamo già detto tutto il possibile, dallo svolgimento alla scaletta, passando per l’importanza della brutta copia e di non uscire fuori tema. Eppure, ci sono ancora 3 consigli d’oro che ti possiamo dare per farvi fare un tema da 10 e lode!

  • Sinonimi: può essere che, scrivendo, tanti sinonimi non ci vengano in mente. Il rischio è quello di usare sempre le stesse parole trasformando il tema in un elaborato pesante e ridondante privo di alcun appeal agli occhi di chi legge. Il vocabolario dei sinonimi e dei contrari sarà il tuo migliore amico.
  • Stile: usa uno modo di scrittura diverso dal solito che hai. Non per snaturarti, ma per dimostrare ai professori che sai parlare in modo forbito e serio.
  • Azzarda: non ti stiamo dicendo di inventare qualcosa o di scrivere un tema che parla di unicorni. Però se ti senti di lasciarti un po’ andare e di metterci il cuore, sempre mantenendo uno stile serio e forbito, fallo. L’emotività, laddove possibile, è importante e scrivere con passione è un punto a tuo favore. Sempre e comunque.

Temi di attualità svolti

Che ne dite di vedere insieme qualche tema di attualità già svolto da cui prendere spunto e lasciarsi ispirare per farne poi uno vostro? Ecco i nostri suggerimenti!

 

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in Copiare a Scuola Scuola