Condividi
Tema descrivo il mio compagno di banco: svolgimento per la scuola media
Condividi su

Tema descrivo il mio compagno di banco: svolgimento per la scuola media

Di Giulio Romano
pubblicato il 25 febbraio

Il prof. vi ha assegnato un tema sul vostro compagno di banco e voi non sapete cosa scrivere? Seguite il nostro schema per fare la descrizione di una persona.

Tema descrivo il mio compagno di banco: svolgimento per la scuola media

Il mio compagno di banco, tema per la scuola media: traccia svolta

Alla scuola media prima o poi i prof. vi assegneranno come tema la descrizione di una persona. La traccia potrebbe chiedervi di fare la descrizione dei compagni di classe, dei genitori o del migliore amico… ma come si scrive un testo descrittivo? Questo tipo di tema non è semplice perché bisogna seguire uno schema ben preciso e noi di ScuolaZoo, per aiutarvi a fare la descrizione oggettiva e soggettiva di una persona abbiamo svolto per voi la scaletta e la traccia “Descrivo il mio compagno di banco“.

Aspettate! Prima di iniziare a svolgere il tema sul compagno di banco passate da qui:

Tema descrizione di una persona: scaletta e schema

Fare la descrizione del compagno di banco in un tema può sembrare facile, ma non è così: bisogna infatti seguire uno schema ben preciso. La prima cosa da scrivere è la scaletta, che vi aiuterà a capire cosa scrivere e cosa no quando fate la descrizione soggettiva e oggettiva di una persona. Vediamo un esempio di come si fa:

  • Introduzione: iniziate il vostro tema parlando di cosa è per voi il compagno di banco.
  • Svolgimento: nella parte centrale del tema sul compagno di banco, fate la sua descrizione soggettiva e oggettiva parlando anche del vostro legame dentro e fuori dalla scuola.
  • Conclusione: potete finire la descrizione del vostro compagno di banco con una breve frase umoristica.

Tema descrivo il mio compagno di banco: introduzione

Il mio compagno di banco è, come per tutti credo, un compagno di avventure, un piccolo fratello con cui crescere, una persona che porterò per sempre con me nei ricordi.

Tema descrivo il mio compagno di banco: svolgimento

Nel mio caso, si chiama Matteo e ricordo ancora come ci siamo conosciuti, capitando per caso accanto (in un banco a tre), il primo giorno di scuola. Da subito, per spezzare l’emozione, abbiamo cominciato a raccontarci, a descrivere quello che ci piace e quello che ci aspettavamo dalla scuola, ovviamente sperando di divertirci tanto assieme e non di studiare tanto. Ma oltre ad essere un grande compagno di banco, Matteo è per me tanto altro: insieme spesso giochiamo ai videogames, dove ogni volta prende lezioni sonore, e la cosa mi fa divertire un mondo. Oppure, insieme giochiamo a calcio oramai da tantissimo tempo, ed è una cosa stupenda condividere queste emozioni, stare insieme anche fuori dalla scuola, ridere, scherzare, cercare di darci consigli e talvolta anche finire assieme nei guai.
Perché crescere assieme a lui, assieme ad un amico così speciale, è una delle cose che auguro a chiunque: una persona su cui sai di poter contare, una persona che vuole talmente il tuo bene, da prenderti anche a muso duro, quando serve, litigando con te solo per il tuo bene, per farti capire dove stai sbagliando. Un amico è questo, un compagno di banco, e di avventure, deve essere questo.
Ma passiamo a descrivere cosa invece combiniamo in classe: siccome dei due sono quello che a scuola va meglio, a volte, di prima mattina, mi tocca spiegargli qualcosa dei compiti: certo che deve fidarsi proprio tanto di me, per cercare di carpire dal sottoscritto matematica! Se a ciò si aggiunge, poi, che sono completamente dormiente alle prime ore del mattino, la frittata è fatta. Le prime ore scorono sempre lentamente, ed il nostro obiettivo è, come sempre, la merenda: un momento di svago totale, a volte anche in cortile. Che noia rientrare poi in classe per le ultime ore… ma vabbeh, a volte educazione fisica ci salva!

Tema descrivo il mio compagno di banco: conclusione

Ma il momento più bello è la campanella, con cui possiamo fuggire via, a volte a casa insieme, per giocar.. ehm! Fare i compiti, ovviamente!

(Crediti Immagini: Pixabay)

Giulio Romano
Ciao ragazzi, sono Giulio! Studente di Medicina e Staff Scuolazoo, sono anche un appassionato di fitness e cinematografia, passione che approfondisco nel tempo libero. Amo anche viaggiare e scrivere, trovando le due cose così vicine tra loro tanto da toccarsi: cosa sarebbe la scrittura se non un viaggio dentro un mondo immaginario e dentro noi stessi?
Leggi altri articoli in Copiare a Scuola Scuola