Condividi
Il Grande Gatsby di F.S. Fitzgerald: tutto quello che dovete sapere sul romanzo
Condividi su

Il Grande Gatsby di F.S. Fitzgerald: tutto quello che dovete sapere sul romanzo

Di Raffaella Berardi
pubblicato il 09 luglio

In tempi recenti il Grande Gatsby è tornato al cinema con Leonardo DiCaprio ma se quello che vi aspetta a scuola è l’analisi del romanzo di F.S. Fitzgerald vi aiutiamo noi con un dettagliato riassunto della trama che vi farà portare a casa un bel voto.

Il Grande Gatsby di F.S. Fitzgerald: tutto quello che dovete sapere sul romanzo

Il Grande Gatsby: riassunto e cosa sapere sul romanzo di F.S. Fitzgerald

Era il 10 aprile del 1925 quando a New York fu pubblicato per la prima volta Il Grande Gatsby, romanzo dello scrittore e sceneggiatore statunitense F.S. Fitzgerald che in tempi recenti è tornato al cinema con Leonardo DiCaprio nei panni del protagonista. Ambientato a New York e Long Island e considerato il manifesto di quella che alla storia è passata come Jazz Age, il romanzo racconta il disincanto di una società americana prossima alla Grande Depressione con la scalata sociale e le luci della vita borghese a far da padroni nella storia insieme alla brusca interruzione del mitico sogno americano e al dipinto spietato che Fitzgerald fa della upper class divisa tra l’egoismo dei ricchi e l’ignoranza degli arricchiti.
Se siete preoccupati perché vi aspetta un compito in classe sull’opera di F.S. Fitzgerald vi aiutiamo noi di ScuolaZoo con un riassunto della trama e l’analisi del romanzo.

Scopri anche:

Trama del romanzo Il Grande Gatsby

Il romanzo Il Grande Gatsby narra la storia del trentenne James Gatsby, noto con il nome di Jay, figlio di poveri contadini del Middle West che lascia il suo paese con in tasca l’obiettivo di ricostruirsi un’esistenza e conosce Dan Cody, il ricco proprietario di uno yacht che lo assume dopo essere stato messo in guardia sulla presenza di uno scoglio che avrebbe potuto affondare la nave.
In seguito Gatsby parte per Louisville per un addestramento militare e qui s’innamora, ricambiato, della bella e ricca ereditiera Daisy Fay a cui giura eterna fedeltà prima di partire per l’Europa come soldato impegnato nella Grande Guerra. Mentre si trova dall’altra parte dell’oceano Gatsby verrà a sapere che Daisy ha infranto la promessa sposando il giocatore di polo Tom Buchanan e promette di riconquistare l’amata una volta rientrato negli Stati Uniti dove farà definitivamente ritorno dopo aver trascorso qualche mese in Inghilterra.

Gatsby torna a casa e incontra Nick Carraway e Daisy 

Grazie a delle attività illecite e al contrabbando il giovane Gatsby torna a casa più ricco di com’è partito e le sue nuove possibilità economiche gli permettono di acquistare una magnifica villa nel villaggio di West Egg, sulla sponda opposta rispetto a quella dove si trova la residenza estiva di Daisy e del marito Tom palesando così il suo intento: riconquistare ad ogni costo l’amata.
A West Egg, in un piccolo villino vicino alla tenuta di Gatsby, vive anche Nick Carraway (quello che scopriremo essere il narratore della storia), cugino di Daisy, un uomo completamente diverso da Jay poiché proveniente da una famiglia agiata del Middle West, laureato, conformista, impiegato in borsa e con un lavoro tranquillo e non particolarmente redditizio di cui però si accontenta.
La vita del giovane Carraway cambia quando inizia a frequentare la casa del vicino in cui sono all’ordine del giorno feste sontuose e originali e questo gli permette di conoscere meglio Gatsby che però mente sulle sue origini e chiede all’uomo di aiutarlo ad incontrare Daisy con l’illusione di riallacciare una storia d’amore tra lui e la donna.
L’incontro ha luogo e ne seguiranno altri di nascosto da Tom Buchanan che a sua volta ha una relazione clandestina con Myrtle, moglie del meccanico George Wilson, mentre Nick scoprirà da Jordan Baker, una donna conosciuta a casa di Daisy con cui intratterrà una breve relazione, la verità sul rapporto tra Gatsby a Daisy.

La morte di Gatsby e la partenza di Daisy

Gli eventi scorrono davanti a un’apparente cecità dei personaggi fino a quando tutti non si ritrovano nella camera di un albergo a New York e qui Gatsby confessa a Tom di amare, ricambiato, Daisy ma quando cerca di far confessare alla donna i suoi sentimenti questa si mostra reticente e nel ritorno verso casa, sconvolta e alla guida della macchina di Gatsby, investe Myrtle riuscita a fuggire dalla stanza dove il marito George la teneva segregata per un sospetto tradimento.
Myrtle muore sul colpo e Wilson per vendicarsi si reca da Tom con l’intenzione di ucciderlo ma quando l’uomo gli rivela che la macchina che ha investito la moglie è di Gatsby, Wilson raggiunge Jay e gli spara prima di suicidarsi.
Nick cercherà di contattare Daisy per avvertirla ma scoprirà che la donna è partita con il marito senza comunicare la propria destinazione e dopo il funerale di Gatsby si ritroverà a riflettere sulla fine del sogno americano che ha ormai perso fascino e miti.

Analisi del romanzo di F.S. Fitzgerald Il Grande Gatsby

Sono nove capitoli ricchi di emozioni e vicende quelli che tracciano la storia di Gatsby e grazie allo stile descrittivo e magnetico di F.S. Fitzgerald emerge in modo chiaro come la corruzione di una generazione abbia la meglio sullo spirito e porti alla morte non solo del mito ma dell’intero sogno americano che precipita in quella Grande Depressione che sconvolse l’economia e le finanza mondiale nel decennio successivo al 1929.
I personaggi del romanzo rappresentano alla perfezione le contraddizioni degli anni vissuti dallo scrittore dove soldi, lusso e cocktail inebriano e ubriacano sostituendosi alla morale per lasciare spazio alla gelosia e all’egoismo dei ricchi e degli arricchiti che si rivelano incapaci di gestire i rapporti personali e interessati solo a mantenere l’immobilità sociale da cui traggono i loro privilegi.
Tra il rumore e le luci scintillanti delle feste popolate di guanti bianchi e vestiti d’alta moda emerge l’incapacità di comunicare, la noncuranza, la mancanza di affetti degni di tale nome e soprattutto si manifesta in tutta la sua potenza il peso della solitudine che investe lo sfarzo e l’apparente mare di felicità in cui tutti sembrano navigare a cominciare da Gatsby, il più solo di tutti.
Solo mentre dall’altra parte del mondo viene a sapere che Daisy non ha mantenuto la sua promessa di eterna fedeltà e ha sposato un altro, solo mentre osserva la villa della donna amata dall’altra parte della sponda, solo nel giorno del suo funerale quando di tutte quelle persone che popolavano la sua tenuta sembra non sia rimasto nessuno nemmeno Daisy, la donna amata per tutta la vita.
Nonostante sia protagonista di un mondo inno all’apparenza e al lusso, Gatsby sembra non appartenervi poiché egli vive solo per il sogno di riconquistare la sua amata davanti alla quale nessun bene materiale, nessuna ricchezza, ha importanza.
Il suo è un amore si può definire vitale e assoluto e se da un lato ne riabilita la statura morale e spirituale, dall’altro ne decreta la morte sentimentale prima e fisica poi mettendo fine, di fatto, a quello che una volta era il sogno americano.

(Foto Cover – Il Grande Gatsby, Village Roadshow Pictures / Interno – Il Grande Gatsby, Village)

Raffaella Berardi
Quando pensi di aver chiuso con tutto quello che gravita intorno al mondo scolastico ti ritrovi a scriverne. Aveva ragione mia nonna quando mi ripeteva sempre: "la vecchia a 100 anni ancora doveva imparare". Beh, io ho decisamente ancora tanto da imparare e ho deciso di farlo insieme a voi!
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola