Condividi
Tema svolto sull’immigrazione
Condividi su

Tema svolto sull’immigrazione

Di Selena
pubblicato il 12 gennaio

Tema sull’immigrazione: non sapete cosa scrivere in un tema sui migranti e il fenomeno immigratorio ieri e oggi? Noi di ScuolaZoo abbiamo svolto una traccia con scaletta e riflessioni per te!

Tema svolto sull’immigrazione

L’immigrazione oggi: tema svolto

L’immigrazione è un argomento molto caldo in questo particolare periodo storico che stiamo vivendo. Ecco allora che i professori a scuola, visto anche l’avvicinarsi della Giornata del Migrante e del Rifugiato (che si terrà il 14 gennaio), potrebbero avere la “splendida” idea di assegnarvi un tema sull’immigrazione ieri e oggi. Se alla sola idea state andando nel pallone, non dovete preoccuparvi particolarmente perché noi di ScuolaZoo vi pensiamo sempre e abbiamo già fatto un tema sull’immigrazione oggi con tanto di scaletta, introduzione, svolgimento e conclusione. Vediamo allora insieme come svolgere al meglio questo tema così delicato e tutte le riflessioni da poter fare in merito alla questione dell’immigrazione e dei migranti.

Vi sentite fortissimi sull’argomento e volete fare il tema tutto da soli? Non perdetevi le dritte per non sbagliare:

Cercate qualcosa di più specifico sull’immigrazione? Allora leggete anche:

tema-immigrazione-ieri-oggi (2)

Scaletta Tema sull’immigrazione

Come prima cosa vediamo insieme la scaletta del vostro tema sull’immigrazione ieri e oggi:

  • Introduzione: iniziamo a dire cos’è l’immigrazione e analizziamo il caso dell’Italia che negli ultimi anni è diventata approdo per molti migranti in fuga dalla guerra.
  • Svolgimento: qui ampliamo il discorso sull’immigrazione, descriviamola ieri e oggi trovando analogie e differenze con ciò che è accaduto nel passato.
  • Conclusione: esprimiamo qui anche un parere soggettivo sull’immigrazione, esprimiamo il nostro pensiero a riguardo e concludiamo il tema con una riflessione sull’argomento.

Cos’è l’immigrazione, introduzione del tema

L’immigrazione è un fenomeno che, al giorno d’oggi, interessa in modo diretto il nostro paese. L’Italia è infatti diventata negli ultimi anni terra di approdo per molti migranti che emigrano del loro paese e arrivano nel nostro per sfuggire dalla Guerra o da situazioni politiche difficili. L’immigrazione è un fenomeno diffuso in tutto il mondo e altro non è che il trasferimento di persone in una nuova terra: ciò che spinge qualcuno a voler lasciare il proprio Paese, come abbiamo già detto, potrebbe essere un conflitto armato, ma anche la voglia di avere nuove possibilità di vita e, perché no, di carriera.

Svolgimento del Tema l’immigrazione ieri e oggi

Sono tantissimi gli italiani che nei secoli scorsi sono immigrati in America alla ricerca di fortuna e successo. L’attrattiva del cosiddetto Zio D’America era fortissima e vedevamo gli Stati Uniti come una meta luccicante ricca di possibilità. Molti nostri antenati sono anche scappati dall’Italia a causa delle guerre, soprattutto per la Seconda Guerra Mondiale, e si sono poi stanziati definitivamente oltre Oceano. Oggi l’immigrazione ha una duplice faccia, come l’antico dio Giano. Se da una parte infatti c’è l’immigrazione da parte di persone che scappano dalla guerra e sperano di trovare nel nostro Paese fortuna e una vita migliore, dall’altra parte ci siamo noi italiani, soprattutto le giovani menti laureate, che vanno all’estero per cercare di far sfruttare al meglio le loro competenze e capacità lavorative. L’immigrazione è infatti un fenomeno molto attuale sebbene abbia origini antiche: si potrebbe definire come una sorta di nomadismo innato nell’essere umano che, bramoso di condizioni di vita sempre migliori, si sposta e cambia paese per cercarle. Oggi però il termine immigrazione porta con sé anche una sorta di terza faccia negativa. Con il crescere degli attentati terroristici si è infatti diffusa come un virus la “paura dell’immigrato”. Si tende infatti a generalizzare e pensare che tutti gli immigrati che arrivano nel nostro Paese o nel resto d’Europa abbiano fini bellicosi o siano alcuni dei così detti foreign fighters dell’Isis. Può succedere, questo è innegabile, ma lasciare che questo pensiero ci infetti è molto rischioso.

Conclusione Tema sull’Immigrazione: cause e conseguenze

L’immigrazione è così un fenomeno molto complesso. Da una parte come abbiamo detto è un’opportunità che, con l’abbattimento delle barriere tra nazioni, permette alle persone di crescere, di incontrarsi, di mischiare culture e tradizioni ampliando così le menti delle generazioni future. Dall’altro, la paura legata al terrorismo dona una chiave di lettura negativa di questo fenomeno. Credo che sia importante non generalizzare, come abbiamo spiegato in precedenza, e ricordare sempre che anche noi italiani siamo stati immigrati in un paese straniero, ma allo stesso tempo è anche importante rimanere sempre allerta e magari stabilire delle nuove e moderne regolamentazioni legate all’immigrazione per garantire a tutti sia la possibilità di spostarsi e migliorare la propria vita, sia la sicurezza di chi abita nel paese di destinazione.

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola