Condividi
Tema sull’inquinamento: scaletta e svolgimento
Condividi su

Tema sull’inquinamento: scaletta e svolgimento

Di Alice Giusti
pubblicato il 31 agosto

Inquinamento ambientale: cerchi un tema svolto sull’inquinamento e le sue conseguenze? Ecco la traccia da cui prendere spunto.

Tema sull’inquinamento: scaletta e svolgimento

Tema svolto sull’inquinamento

Durante gli anni delle scuole superiori, volente o nolente, ti troverai a scrivere diversi temi (se scegli un liceo, molti temi) di varia natura, anche a carattere generale. Questo tipo di temi può sembrare più facile, ma in realtà è spesso il più difficile: cosa scrivere, ad esempio, in un tema sull’inquinamento? L’argomento è talmente ampio e ha talmente tante declinazioni e prospettive che può essere affrontato in molti modi diversi. Da una parte, rispetto a una traccia specifica, sarà possibile spaziare maggiormente e mettere insieme le nostre conoscenze generali sull’argomento; dall’altra parte, il rischio di risultare banali è sempre dietro l’angolo. Hai bisogno di uno spunto per scrivere una traccia sull’inquinamento? Leggi il testo svolto da noi con scaletta per aiutarti!

Se dopo aver letto questo spunto, vuoi provare a scrivere uno svolgimento tutto tuo, dai anche uno sguardo alle nostre guide:

tema inquinamento

Tema sull’inquinamento: scaletta

Prima di iniziare a svolgere il tema, ti può essere di grande aiuto stilare una scaletta con la quale fare ordine tra le due idee e decidere come strutturare il tuo testo, organizzando così il pensiero e ciò che vuoi scrivere. Ecco una scaletta da cui prendere spunto.

  • Introduzione: nell’introduzione potrai definire l’inquinamento, parlare dei tipi di inquinamento oppure, come abbiamo fatto noi nel testo di seguito, fare una riflessione sul rapporto uomo-natura e su come l’essere umano sia arrivato a inquinare l’ambiente che lo circonda.
  • Svolgimento: nello svolgimento puoi parlare di un solo tipo di inquinamento o dei vari tipi di inquinamento, spiegando di cosa si tratta e quali sono le conseguenze che l’azione dell’uomo ha causato sulla natura.
  • Conclusione: infine puoi parlare delle possibili soluzioni all’inquinamento climatico, quali sono le mosse intraprese, quali sono le reticenze e come ti immagini il prossimo futuro (puoi ad esempio utilizzare anche qualche riferimento alla letteratura per immaginarti uno scenario possibile).

Tema sull’inquinamento ambientale: introduzione

Dalla letteratura alla pittura, dall’architettura alla religione, nessun racconto della storia dell’uomo può esimersi dal suo rapporto ancestrale con la natura, fonte di vita e di morte, malvagia e amica, genuina o oscura, fonte di piacere o di dolore. Dalla notte dei tempi, gli esseri umani hanno cercato un modo per capire e controllare la natura: grazie al progresso tecnico e scientifico, l’uomo è passato da considerare la natura una divinità da omaggiare a essere una sorta di schiavo alla mercé dei nostri interessi. Spesso, anzi, ci dimentichiamo della forza inarrestabile della natura e del fatto che la Terra è l’ambiente nel quale viviamo e che dovremo rispettare se non vogliamo distruggerla.

Bonus track: ti ricordi un passo di un libro o una citazione importante sul clima? Prova a inserirla.

Tema sull’inquinamento dell’aria: svolgimento

L’uomo, nel corso dei secoli, ha fatto dei passi da gigante in termini di evoluzione del suo stile di vita, ma ha anche contribuito a inquinare profondamente il nostro pianeta, incidendo sulla natura: dall’abusivismo edilizio alla deforestazione, dall’inquinamento dei mari alle coltivazioni intensive, dalle industrie ai rifiuti, uno dei mali prodotti dalla società contemporanea è sicuramente l’inquinamento. Dopo avere sfruttato per secoli risorse inquinanti come il carbone e poi il petrolio e dopo decenni in cui non si è dato nessun peso all’impatto che l’azione umana avrebbe avuto sull’ambiente, si è iniziato a capire che occorreva una maggiore sensibilità nei confronti della natura. A livello climatico, sebbene ci siano alcune correnti di pensiero contrarie, gli scienziati sono concordi nel pensare che l’inquinamento sia una delle principali cause del riscaldamento globale, ossia il mutamento del clima che sta interessando il nostro pianeta dal XX secolo: durante il ‘900 la temperatura media della superficie terrestre è aumentata di 0.18 gradi, e sta progressivamente aumentando tanto che potrebbe portare a un aumento delle temperature fino a 6,4 gradi in più. L’aumento delle temperature ha conseguenze gravi sull’ambiente: i ghiacciai si sciolgono, il livello del mare si innalza, cambia l’intensità delle precipitazioni, con modifiche sulle dimensioni dei deserti. È chiaro che tutto questo potrà riflettersi negativamente non solo sull’uomo, ma anche sulle specie animali e la vegetazione.

Oltre all’inquinamento dell’aria, è nocivo anche l’inquinamento dei mari (si pensi allo scarico nei fiumi, negli oceani e nei mari) e della terra, in particolare crea un grande problema lo smaltimento dei rifiuti non biodegradabili o di sostanze radioattive, tanto che il commercio di rifiuti spesso viene intercettato dai canali delle organizzazioni criminali che vi lucrano sopra con conseguenze nefaste non solo per l’ambiente, ma anche per la salute delle persone (si pensi alla Terra dei fuochi).

Anche la deforestazione è un grave problema, in quanto porta il terreno a essere più debole e soggetto a frane e smottamenti: laddove questo problema si unisce a fenomeni di precipitazioni di alta intensità sconosciuti in precedenza (a causa del cambiamento climatico), si assiste a frequenti alluvioni, esondazioni e a calamità naturali che lasciano impreparato l’uomo di fronte alla forza della natura.

Bonus track: puoi approfondire i vari tipi di inquinamento, portando esempi concreti delle conseguenze dei cambiamenti ambientali.

Tema sull’inquinamento svolto: conclusione

Negli ultimi decenni, l’uomo ha iniziato a preoccuparsi con più solerzia di come limitare l’inquinamento, anche se spesso i tentativi operati sono sempre troppo limitati o inefficaci, a causa anche degli interessi prevalentemente economici o geopolitici che molti attori in campo hanno. In ogni caso, dopo un primo accordo sul clima a Kyoto nel 1997, sono stati ben 195 i paesi ad adottare il primo accordo universale e giuridicamente vincolante sul clima mondiale durante la Conferenza sul clima di Parigi del dicembre 2015. L’accordo definisce un piano d’azione globale per evitare cambiamenti climatici pericolosi e limitando il riscaldamento globale al di sotto dei 2 gradi. Inoltre, sono sempre più gli interventi e gli investimenti nelle fonti di energia rinnovabili, che potrebbero andare a sostituire in futuro il petrolio o l’energia nucleare. Anche i nuovi piani regolatori devono tenere conto dell’ambiente e di un rapporto definito tra spazi verdi e non. Il percorso è certamente ancora lungo, ma sempre più governanti e cittadini sono consapevoli del problema. E questo è già un buon inizio.

Bonus track: puoi suggerire altri metodi per diminuire il livello d’inquinamento.

Vuoi un tema sull’inquinamento adatto alle scuole medie? Leggi: Tema sull’inquinamento ambientale per le scuole medie

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola