Condividi
Liceo Scientifico Scotti-Einstein Ischia: crolla letteralmente a pezzi
Condividi su

Liceo Scientifico Scotti-Einstein Ischia: crolla letteralmente a pezzi

Di Roberta Ravelli
pubblicato il 02 marzo

Grazie al nostro R.I.S. Alessandro Mele portiamo alla luce una serie di problemi ingenti mai risolti!

Liceo Scientifico Scotti-Einstein Ischia: crolla letteralmente a pezzi

Liceo Scientifico Scotti-Einstein Ischia: 1366 alunni, 66 classi. Torniamo a parlare di #scuoleapezzi con un istituto per così dire “itinerante”, che fino a ora non ha mai avuto una vera e propria sede ufficiale.  Oltre a questo “piccolo” dettaglio, il nostro R.I.S. Alessandro Mele ci segnala una serie di problemi ingenti, mai risolti: dalla pavimentazione all’impianto di riscaldamento, dalla manutenzione all’inadeguatezza degli spazi.

L’intervento di chi di dovere è necessario, ma come al solito si fa attendere a tempo indeterminato!

Ecco un elenco dei disagi contro i quali gli studenti del liceo statale di Ischia si trovano a combattere ogni giorno.

Sede centrale – Ischia

1) L’intera sede ha seri problemi di infiltrazioni di acqua meteorica che provocano notevoli danni agli intonaci, alle tinteggiature, con presenza di muffe che vengono a crearsi a causa dell’umidità. A volte le infiltrazioni sono così copiose che provocano piogge in aula nei piani superiori!

2) Il sistema di smaltimento delle acque meteoriche presenta problemi perché incompleto e quindi provoca in alcune aree esterne, come il parcheggio, situazioni di allagamento.

3) L’area esterna su cui ci si immette uscendo dalle uscite di emergenza e destinato tra l’altro a spazio di raduno è in uno stato pietoso e pieno di materiali di varia natura.

4) Tutte le facciate esterne presentano problemi di intonaci rovinati.

5) Molte pavimentazioni, sia interne che esterne,  sono da rifare.

6) Impianto di riscaldamento non adeguato, sbalzi di temperatura tra zone fredde e zone calde.

7) Vari problemi ancora non risolti legati alle normative di sicurezza soprattutto a quelle relative alle vie di fuga.

8) Problemi di sovraffollamento a causa di spazi non adeguati al numero di alunni.


Sede staccata – Lacco

1) Forti problemi causati alla mancanza di manutenzione ordinaria e straordinaria: infissi, impianto di riscaldamento, intonaci ammalorati dalle infiltrazioni con presenza di muffe, lucernari, pavimentazione esterna.

2) Pavimentazione interna completamente sconnessa con rigonfiamenti al piano superiore e vari danneggiamenti in entrambi i piani.

3) Non essendo l’edificio nato come istituto scolastico manca di palestra e adeguati laboratori.

4) Totale inadeguatezza degli spazi per il numero di studenti accolti.

5) Aule non a norma per mancato rispetto degli standard minimi di superficie per numero di alunni.
L’assenteismo della provincia ha anche la colpa di aver costretto la scuola ridestinare i fondi per l’ampliamento dell’offerta formativa agli interventi non procrastinabili.

Essendo Ischia un’isola l’offerta d’istruzione è molto limitata e vi è stato negli ultimi anni una forte concentrazione di iscrizioni al liceo. Con tutti i problemi legati agli spazi questa concentrazione sta diventando ingestibile, tanto che viene a mancare il diritto di studio di tutti gli alunni cui dovrebbe essere garantita un’istruzione.

[jwplayer mediaid=”253314″]

Roberta Ravelli
Web editor di professione che fatica ancora a rinunciare alla carta stampata. La mia passione è l’immaginazione e tutti quei mondi che con essa è possibile visitare, sia che fluiscano dall’inchiostro di una penna creativa, sia che si concretizzino sullo schermo grazie alla macchina da presa di una regista geniale. Il sogno? Dar corpo alle mie idee. Intanto… “divoro la mia esistenza con un appetito insaziabile. Come finirà tutto ciò? Lo ignoro” [P.P.Pasolini].
Leggi altri articoli in #ScuoleAPezzi Scuola