Condividi
Amazon, non solo Black Friday: in arrivo borse di studio per ragazze nelle discipline STEM
Condividi su

Amazon, non solo Black Friday: in arrivo borse di studio per ragazze nelle discipline STEM

Di Alice Giusti
pubblicato il 12 novembre

Tre studentesse riceveranno un finanziamento per tre anni per studiare nel campo delle scienze, dell’informatica, della matematica e della tecnologia.

Amazon, non solo Black Friday: in arrivo borse di studio per ragazze nelle discipline STEM

In questo periodo si parla tantissimo di Amazon visto l’avvicinarsi del Black Friday 2019, ma, oltre ai tanti sconti, l’azienda è attiva anche per permettere alle giovani donne meno avvantaggiate di studiare materie legate all’ambito STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) grazie alle borse di studio Amazon Women in Innovation, che fanno parte del programma Amazon in the Community per aiutare i giovani ad avere successo nell’economia digitale. Per il secondo anno consecutivo, quindi, Amazon vuole sostenere l’innovazione e per fare ciò crede nel talento femminile, ancora troppo spesso minoritario all’interno di ambienti di studio e lavoro tradizionalmente molto maschili.

amazon-bose-studio

Amazon Women in Innovation

Il progetto, creato da Amazon, nasce in collaborazione con il Politecnico di Milano e il Politecnico di Torino, a cui si unisce quest’anno l’Università di Studi di Roma Tor Vergata, per supportare le ragazze che si trovano in condizioni meno avvantaggiate e che vorrebbero intraprendere un percorso di studio universitario e lavorativo nel campo della tecnologia e dell’innovazione. Per l’anno 2019/2020, sono previste tre  borse di studio per nuove studentesse, mentre le altre sono destinate alle studentesse che già avevano vinto la borsa lo scorso anno, aiutandole così a proseguire il loro percorso, visto anche i brillanti risultati raggiunti. «Con queste borse di studio stiamo cercando di fare la differenza per molte giovani donne che un giorno diventeranno leader nell’innovazione», ha dichiarato Mariangela Marseglia, Country Manager di Amazon in Italia e in Spagna.

In cosa consiste la borsa di studio Amazon

Le borse di studio, erogate per l’anno accademico 2019/2020, sosterranno le ragazze nel loro percorso accademico nelle università sopra citate (Politecnico di Torino, Politecnico di Milano e Università di Roma Tor Vergata). Si tratta di un finanziamento di 6mila euro all’anno, per tre anni, a tre studentesse che hanno come obiettivo frequentare tre corsi di laurea diversi. In particolare:

  • Una borsa di studio va a una studentessa che vuole conseguire una laurea in Ingegneria Matematica o Informatica presso il Politecnico di Milano.
  • Una borsa di studio è destinata a una studentessa che vuole studiare Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino.
  • Un’altra borsa di studio, invece, andrà a una studentessa iscritta alla facoltà di Ingegneria Informatica o di Ingegneria di Internet dell’Università di Roma Tor Vergata.

Saranno le università stesse a scegliere le vincitrici in base a criteri di merito e reddito, come specificato nel bando di gara.

L’aiuto, poi, non è solo economico, in quanto Amazon metterà a loro disposizione un mentore che possa aiutarle a sviluppare competenze utili per il loro lavoro futuro, dalla creazione di curriculum a come affrontare un colloquio di lavoro.

STEM e donne in Italia

Come sottolinea Giuseppe Novelli, Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”: «In Italia, la percentuale di donne che occupano posizioni tecnico-scientifiche è tra le più basse dei Paesi Ocse: il 31,7% contro il 68,9% di uomini. Secondo stime recenti, solo il 5% delle 15enni italiane aspira a intraprendere professioni tecniche o scientifiche. Ma il nostro Paese offre anche moltissimi esempi di donne e scienziate che hanno saputo offrire contributi straordinari in questo settore: vogliamo contribuire a invertire le tendenze negative, e scovare, coltivare e valorizzare i talenti ovunque essi siano». Per questo motivo, l’Università romana, così come il Politecnico di Milano e Torino, ha deciso di aderire all’iniziativa di Amazon in Women Innovation. «Come Politecnico, vogliamo garantire la Parità di genere. Una parità che, come riscontrato nel Bilancio di Genere recentemente pubblicato, va riconosciuta non solo durante gli anni di studio, ma anche e soprattutto nel momento in cui le ragazze entrano nel mondo del lavoro», ha sottolineato Donatella Sciuto, Prorettrice del Politecnico di Milano, mentre Claudia De Giorgi, Vice Rettrice per la Qualità, il Welfare e le Pari Opportunità del Politecnico di Torino, ha concluso: «Come università, durante l’anno accademico realizziamo diverse attività volte a incrementare l’iscrizione delle ragazze nelle materie STEM e nel garantire che siano supportate nell’accesso alle discipline tecnologiche».

(Foto Credits: Pixabay)

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in News Scuola