Condividi
Hanno consegnato i Nobel per la Letteratura a Olga Tokarczuk e Peter Handke
Condividi su

Hanno consegnato i Nobel per la Letteratura a Olga Tokarczuk e Peter Handke

Di Selena
pubblicato il 10 ottobre

I due vincitori sono due artisti introspettivi, poliedrici, mistici e hanno scritto romanzi e poesie bellissimi.

Hanno consegnato i Nobel per la Letteratura a Olga Tokarczuk e Peter Handke

Di cosa parliamo:

  • Quest’anno sono stati consegnati due premi Nobel visto che nel 2018 nessuno aveva ricevuto l’onorificenza a causa di uno scandalo per molestie che colpì il marito di una giurata dell’Accademia di Svezia, il fotografo e regista Jean Claude Arnault.
  • La cerimonia di premiazione si terrà il 10 dicembre a Stoccolma.

L’Accademia svedese consegna due Nobel per la letteratura

Oggi, 10 ottobre 2019, sono stati consegnati due premi Nobel per la Letteratura. L’Accademia ha conferito il Nobel per il 2018 alla scrittrice polacca Olga Tokarczuk e quello per il 2019 a Peter Handke, scrittore austriaco. Sono nomi molto particolari che probabilmente non avrete sentito oppure, se avete letto qualche loro romanzo, probabilmente non saprete tutto sulla loro vita e carriera. Ecco allora che noi di ScuolaZoo vi veniamo in soccorso e vi spieghiamo meglio chi sono e soprattutto quali libri famosi hanno scritto.

premio-nobel-letteratura-2018-2019

I Nobel per la lettura 2019 sono stati consegnati

Con la consegna dei due Premi Nobel i vostri professori di italiano potrebbero scatenarsi. Magari vi assegneranno per le vacanze un libro da leggere di questi due autori. Oppure potrebbero fare un approfondimento in classe, assegnarvi un tema o, peggio, farvi fare anche un compito in classe di comprensione del testo partendo proprio da un brano tratto dai loro libri. Meglio arrivare preparati allora. Conosciamo insieme Olga Tokarczuk e Peter Handke per capire tutto di loro e portare a casa un bellissimo voto.

Chi è Olga Tokarczuk? 

Uno dei due premi Nobel per la letteratura, come abbiamo detto, è stato assegnato a Olga Tokarczuk una scrittrice polacca classe 1962, con la seguente motivazione: «Per la sua immaginazione narrativa che, con passione enciclopedica, rappresenta l’attraversamento dei confini come forma di vita». Olga gestisce una casa editrice privata ed è membro del partito dei verdi polacco. Ciò che la caratterizza è un timbro di scrittura molto particolare, dovuto anche al suo percorso di studi nel mondo della psicologia. La scrittrice si è infatti laureata all’Università di Varsavia e durante gli anni si è anche impegnata nel volontariato con degli adolescenti affetti da problemi comportamentali. Ha iniziato a praticare come terapeuta subito dopo la laurea seguendo gli insegnamenti di Carl Jung e, proprio grazie ai suoi lavori, ha trovato la giusta ispirazione per le sue opere letterarie.

Quali sono i suoi libri più famosi? 

Per quanto riguarda la carriera letteraria pubblica il primo libro, una raccolta di poesie Città allo Specchio nel 1989. Il romanzo di debutto invece si intitolo Il Viaggio del Libro-Popolo è stato pubblicato nel 1993 e le porta immediatamente grande popolarità. Dopo le poesie e i romanzi, Olga Tokarczuk si avvicina al mondo dei saggi e dei racconti brevi come la raccolta Casa di Giorno, Casa di Notte. In Italia ottiene successo con il romanzo Guida il tuo carro sulle ossa dei morti, un romanzo giallo molto particolare e con un approccio mistico, come sempre. Da questo libro è stato fatto anche un film intitolato Pokot di Agnieszka Holland.

Chi è Peter Handke?

Il Premio Nobel per la letteratura 2019 è stato affidato invece a Peter Handke, classe 1942, romanziere austriaco che oggi vive a Parigi. È anche un drammaturgo, poeta, saggista, sceneggiatore, regista e reporter. Sua madre si suicida nel 1972, un avvenimento tragico che segna profondamente Handke ed è proprio a lei che dedica il romanzo Infelicità senza desideri. Si dedica allo studio della giurisprudenza da giovane, ma abbandona questo percorso per immergersi nella letteratura scrivendo pièce, poesie e romanzi. Una sua caratteristica è quella di essere molto polemico, ma anche un outsider e uno sperimentatore come rivela il suo romanzo Insulti al Pubblico. Come reporter si è dedicato molto alla situazione dell’ex Jugoslavia e, per solidarietà ai civili bombardati in Bosnia, rifiuta il premio Buchner.

Quali sono i suoi libri più famosi?

Per quanto riguarda la carriera letteraria, oltre ai romanzi che già abbiamo citato, alcune opere di successo sono Prima del Calcio di Rigore da cui il regista Wim Wenders trae il film omonimo. I due hanno collaborato anche per il film Il Cielo sopra Berlino. Un altro film venne tratto da La Donna Mancina.

Perché Peter Handke ha criticato il Premio Nobel?

Una curiosità su Peter Handke? Nel 2014 quando venne consegnato il premio Nobel al collega Patrick Modiano si scagliò duramente contro questo premio, proponendo anche di abolirlo perché, a suo dire, porta un attimo di riflettori puntati sugli autori, ma non porta nulla di buono per la letteratura.

(Fonte Immagini Wikipedia)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Scuola