Condividi
Scuole chiuse a Roma per rifiuti? Oggi aperte, cosa succede nei prossimi giorni e perché
Condividi su

Scuole chiuse a Roma per rifiuti? Oggi aperte, cosa succede nei prossimi giorni e perché

Di Ginger
pubblicato il 07 gennaio

Negli scorsi giorni alcuni presidi avevano minacciato una chiusura delle scuole di Roma a causa dei rifiuti. Oggi gli istituti hanno riaperto, ma la polemica continua: cosa dobbiamo aspettarci?

Scuole chiuse a Roma per rifiuti? Oggi aperte, cosa succede nei prossimi giorni e perché

Allerta rifiuti a Roma: rischio scuole chiuse, cosa succede e dichiarazioni del Miur

Gli studenti romani sono tornati normalmente tra i banchi dopo le vacanze natalizie: le scuole della capitale hanno infatti riaperto le porte il 7 gennaio, nonostante le proteste degli scorsi giorni. A causa della difficile situazione rifiuti c’era infatti il rischio che alcuni istituti restassero chiusi, come avevano ipotizzato alcuni dirigenti scolastici, che avevano chiesto un intervento direttamente alla sindaca Raggi. A loro, anche il Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti ha dimostrato piena solidarietà: “Rientra nel compito del dirigente scolastico vigilare dal punto di vista igienico-sanitario. Se hanno visto che le condizioni igieniche e sanitarie erano a rischio, a questo punto hanno avvisato il comune e il comune è intervenuto, come è giusto che sia. Ottimo lavoro di squadra” ha fatto sapere. Ma perché c’era il rischio che le scuole a Roma non riaprissero dopo le vacanze natalizie? E cosa dobbiamo aspettarci adesso?

Nel frattempo, in tutta Italia le lezioni sono a rischio per sciopero della scuola e maltempo:

Scuole chiuse per rifiuti a Roma: oggi hanno aperto

Scuole chiuse per rifiuti a Roma, cos’è successo

A minacciare la non riapertura delle scuole dopo le vacanze natalizie era stato un gruppo di dirigenti scolastici, che due giorni fa aveva scritto una lettera-appello alla sindaca Virginia Raggi. Denunciando una situazione di emergenza davanti a molte delle 3.000 scuole della città  e parlando di uno scenario “diseducativo”, con annessi “odori nauseabondi, animali randagi e roditori”, i presidi avevano chiesto un intervento decisivo, che prevedesse la raccolta dell’immondizia almeno nei pressi delle scuole prima del 7 gennaio. In appena due giorni, l’Ama, che si occupa dello smaltimento dei rifiuti a Roma, è riuscita nella difficile impresa, e sta continuando nella stessa direzione.

Scuole chiuse per rifiuti a Roma, cosa aspettarsi nei prossimi giorni

Il pericolo di una chiusura delle scuole a Roma dopo le vacanze natalizie è stato quindi scongiurato: gli istituti hanno riaperto normalmente, ma l’associazione nazionale dei Presidi del Lazio sembra decisa a non abbassare la guardia: ” le scuole riapriranno, ma noi continueremo a vigilare” ha fatto sapere il presidente dell’associazione Mario Rusconi. Anche il Ministro Bussetti ha dato pubblicamente il suo appoggio ai dirigenti: “I presidi  hanno fatto bene a fare questa segnalazione in maniera anticipata rispetto alla riapertura delle scuole dopo la pausa delle festività. Il loro comportamento non può che essere apprezzabile” ha fatto sapere. La questione quindi non è ancora risolta del tutto: continuate a seguire ScuolaZoo per restare aggiornati.

(Credit photo: Pixabay)

Leggi altri articoli in News Scuola