Condividi
San Valentino: quando è, storia e perché è la festa degli innamorati
Condividi su

San Valentino: quando è, storia e perché è la festa degli innamorati

Di Chiara Greco
pubblicato il 11 febbraio

Per San Valentino avete bisogno di una tattica per conquistare la vostra crush? Raccontatele/gli la storia della festa degli innamorati che è davvero interessante.

San Valentino: quando è, storia e perché è la festa degli innamorati

San Valentino 2020: perché si festeggia proprio il 14 febbraio?

San Valentino 2020 è alle porte e come ogni anno, in preda al panico, vi state chiedendo: «Perché esiste San Valentino?», «Perché si festeggia sempre nella stessa data?» Ai single, infatti, la festa degli innamorati infastidisce (nonostante facciamo finta non ci interessi per niente), mentre i fidanzati e le fidanzate sono sempre alle prese con «facciamo qualcosa o non lo facciamo, ci regaliamo qualcosa o no» (ma se poi la scelta è no, ci rimaniamo male) e «oddio è già tutto prenotato». Insomma, chi era San Valentino e cosa ha fatto per avere una festa dell’amore tutta intitolata a sé? Perché il giorno scelto è il 14 febbraio? La storia, tra leggenda e realtà, è davvero interessante e se volete utilizzarla come tattica per stupire la vostra crush, leggetevela subito.

Storia di San Valentino: come è nata la festa

La Festa degli Innamorati, nota anche come San Valentino, è ormai diventata una tradizione culturale legata a tutti i paesi del mondo. La cosa più particolare di questa festa, fatta ormai di regali e pensierini da scambiare tra innamorati, è che affonda le sue radici nella cultura del cristianesimo. Non è ancora chiaro chi sia stato precisamente il San Valentino a cui ci riferiamo oggi ma la tradizione è legata ad un vescovo, vissuto a Terni intorno al 200 d.C., che celebrò un matrimonio (allora inconcepibile) tra una donna cristiana e un pagano. Dopo questo atto venne giustiziato e diventò un martire.

Giorno di San Valentino: quando si festeggia e perché

Il giorno del 14 febbraio è da tempi immemori la festa degli innamorati. Perché si è deciso di festeggiare proprio in questa data? Oltre alla storia di San Valentino, che in qualche modo si lega agli innamorati, la nascita della festa risale al 500 d.C. circa: all’epoca gli uomini erano dediti a festeggiare gli dei pagani, organizzando celebrazioni che andavano contro la morale cristiana. In particolare, il 15 febbraio, si onorava in un modo molto particolare il dio della fertilità Luperco. Per contrastare gli atti immorali, la chiesa stabilì una festa, il giorno prima di questi festeggiamenti pagani, per celebrare l’amore puro, così come concepito dalla chiesa, affidando a San Valentino il compito di proteggere tutti gli innamorati.

(Credits Copertina: Pixabay; Credits foto: Wikipedia.it)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Scuola