Condividi
SMETTIAMO DI ANDARE A SCUOLA
Condividi su

SMETTIAMO DI ANDARE A SCUOLA

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 26 novembre

Le scuole vengono giù. Ma ScuolaZoo è consapevole che episodi di crolli ci sono sempre stati, ma non hanno mai fatto scalpore perchè fino a sabato non c’erano state vittime. Vito Scafidi è stato meno fortunato di tanti altri ragazzi.

SMETTIAMO DI ANDARE A SCUOLA

{immaginesz:248}

Le scuole vengono giù. Ma ScuolaZoo è consapevole che episodi di crolli ci sono sempre stati, ma non hanno mai fatto scalpore perchè fino a sabato non c’erano state vittime. Vito Scafidi è stato meno fortunato di tanti altri ragazzi.

Abbiamo quindi chiesto a voi di raccontarci le condizioni delle vostre scuole, in due giorni, queste le risposte più siginificative e preoccupanti. A febbraio 2008 nei bagni dell’Istituto Regina Elena di Acireale è crollato il soffitto. Poteva morire qualcuno.

Stessa cosa è successa l’anno scorso nel Liceo Linguistico Valgimigli di Rimini. Poteva morire qualcuno.

Il mese scorso a Bari è crollato l’intonaco del soffitto nell’Università di Giurisprudenza. E’ un miracolo che nessuno sia rimasto ferito.

Sei sei uno studente che ogni giorno va a scuola in una struttura fatiscente da oggi puoi rifiutarti di seguire le lezioni. Nessuno di costringe a mettere a rischio la tua vita. Appellatevi alla discriminante dello stato di necessità dell’art. 2045 del Codice Civile e 54 del Codice Penale.

Finchè la vostra scuola non sarà dichiarata a norma potete rifiutarvi di frequentare le lezioni in aula!!

Per fare degli esempi l’85% delle scuole marchigiane ne è sprovvisto, stessa inadempienza per il 64% di quelle Sarde e il 57% di quelle Friulane se tutti gli studenti rispondessero all’appello legittimo e previsto dal Legislatore si avrebbe la paralisi delle lezioni.
Sarà sufficiente questo o servono per forza altri morti?

[jwplayer mediaid=”135642″]

scrivici a scuolazoo@hotmail.it

Redazione ScuolaZoo
Leggi altri articoli in News Scuola