Test di Medicina 2016: ecco le domande
Condividi su

Test di Medicina 2016: ecco le domande

Di Enrica Denasio
pubblicato il 07 settembre

Ecco svelate le domande del test di Medicina del 2016

Test di Medicina 2016: ecco le domande

Anche quest’anno il test di Medicina è arrivato, puntuale come sempre, a mietere le sue vittime. Come ben sapete sono stati più di 62 mila gli studenti che hanno voluto affrontarlo, tra quelli che hanno appena finito la Maturità e quelli che ci riprovano da anni. E come avrete sentito ulteriormente e mille volte ai telegiornali solo 1 su 6 avrà l’onore di continuare su questa strada.

test

Ma che tipo di domande ci sono state quest’anno nel test? Ovviamente tante vertevano sulla logica, come ogni anno. Per quanto riguarda invece le due di cultura generale, la prima era sul piano Marshall e la seconda sull’Illuminismo italiano. Seguivano poi quelle di Biologia: domande sulle cellule, sugli enzimi, sugli apparati del corpo umano, sulle patologie come il morbo di Klinefelter o sulla fibrosi cistica. E poi quelle di Chimica: il ph, i pesi molecolari, le reazioni di ossidoriduzione, le leggi sui gas e le soluzioni tampone. Per finire, i quesiti di Fisica e Matematica: i triangoli, la media aritmetica, il volume e la pressione e così via.

Una dura prova costituita da quelle 60 domande alle quali rispondere in 100 minuti e sulle quali chi ha affrontato il quiz dovrà aspettare il 4 ottobre per saperne i primi esiti. Intanto, in questi giorni il test d’ingresso tocca anche agli aspiranti veterinari e architetti, ma non solo.

E allora buona fortuna a tutti!

Voi avete tentato qualche test d’ingresso quest’anno? Scriveteci quale nei commenti qui sotto!

Enrica Denasio
Studentessa di Farmacia dell'Università di Torino. Segno zodiacale: Bilancia. Passerei il tempo a viaggiare, leggere, scrivere, cucinare (e mangiare) dolci e cantare nel coro dei Fizzy Black di cui faccio parte! Fermamente convinta nel potere della parola, dell'istruzione e delle donne e nell'uguaglianza dei diritti. Il mio motto: "Memento mori", ricordati che un giorno morirai. Un po' lugubre, ma un'ottimo incoraggiamento a vivere la vita appieno!
Leggi altri articoli in News Scuola