Condividi
I Miserabili: tutti i film e i musical ispirati al romanzo di Victor Hugo
Condividi su

I Miserabili: tutti i film e i musical ispirati al romanzo di Victor Hugo

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 06 agosto

A scuola vi hanno assegnato la lettura de I Miserabili ma non avete voglia di leggere il libro né il riassunto? Oppure, al contrario, il romanzo di Hugo vi ha appassionato così tanto da non volervi perdere tutti i film ispirati al libro? Ecco allora tutti i titoli da conoscere!

I Miserabili: tutti i film e i musical ispirati al romanzo di Victor Hugo

I Miserabili film: tutte le pellicole ispirate al grande classico della letteratura francese

Il mondo del cinema e quello del teatro sono costantemente alla ricerca di nuove storie da raccontare, anche perché sembra che le trame tendano ad assomigliarsi sempre più. E allora tra le fonti maggiormente apprezzate ci sono i romanzi, tanto più se classici della letteratura di grande rilevanza. Tra i più saccheggiati troviamo uno dei capisaldi della narrativa moderna e francese, ovvero I miserabili (Les Misérables in lingua originale). Il romanzo di Victor Hugo è un grande affresco storico – sociale di notevole imponenza (in tutto 48 libri), che racconta la storia di una grande quantità di personaggi sullo sfondo della Restaurazione, prima metà dell’Ottocento (in pratica il periodo successivo alla Rivoluzione Francese e alle Guerre napoleoniche). Vediamo allora quali sono i film e le produzioni teatrali che hanno portato in scena il capolavoro di Hugo.

Sei alla ricerca del riassunto e recensione de I Miserabili? Li trovate qui svolti da noi:

i_miserabili

Foto: Courtesy of Columbia Pictures

I Miserabili di Victor Hugo: tutti i film da vedere

Sono oltre 50 le trasposizioni per il grande schermo della storia di Jean Valjean e di Cosette, un numero davvero enorme ma neanche così impressionante in fin dei conti. Infatti il romanzo di Hugo è stato adattato per il cinema sin dalla nascita stessa della settima arte: la prima versione a opera dei fratelli Lumière risale addirittura al 1897, due anni dopo la prima proiezione pubblica con la loro invenzione.

Non si pensi poi che i film tratti da I Miserabili siano solo americani, francesi o italiani. Nel lungo elenco compaiono infatti produzioni giapponesi (nel Sol Levante sembrano essere particolarmente affascinati dalla storia), coreane, indiane, turche, russe, messicane, egiziane, cingalesi, brasiliane, vietnamite e sudanesi. Insomma, un bel potpourri che testimonia l’estrema popolarità del romanzo.

Attualmente la versione più famosa è naturalmente quella firmata nel 2012 da Tom Hooper, un film musical con un cast stellare che comprende Hugh Jackman nei panni del protagonista, Anne Hathaway in quello di Fantine, Russel Crowe (che interpreta l’ispettore Javert), Amanda Seyfried nel ruolo di Cosette ed Eddie Redmayne nelle vesti di Marius. Il film ha incassato quasi 450 milioni di dollari in tutto il mondo e ottenuto 3 Oscar (su un totale di 8 nomination) – uno per il mix sonoro, uno per il trucco e parrucco e uno alla Hathaway come attrice non protagonista.

La seconda edizione più nota è allora Les Misérables del 1998, un film che ha quasi 20 anni ma che sa ancora farsi valere. In questo caso il regista è Bille August, danese da alcuni considerato il successore di Ingmar Bergman. Il cast invece comprendeva Liam Neeson, poi passato a girare film action come Taken, Geoffrey Rush, Uma Thurman e Claire Danes.

Molto originale e interessante anche il film del 1995, scritto e diretto da un maestro come Claude Lelouch. Qui il romanzo di Victor Hugo è solo un elemento del film, in quanto il protagonista Henri Fortin, interpretato da Jean-Paul Belmondo, è un pover’uomo un po’ ignorante cui viene raccontata un poco alla volta la storia de I miserabili e che inizia a vedervi paralleli con la propria vicenda personale.

I Miserabili a teatro: i musical

Indubbiamente la versione più celebre e maggiormente portata a teatro de Les Misérables è quella che ha debuttato a Parigi nel 1980, con la musica di Claude-Michel Schonberg e i testi di Alain Boublil e Jean-Marc Natel, con la versione in inglese a opera di Herbert Kretzmer. Si tratta di una produzione di immenso successo, in quanto quella londinese continua a essere rappresentata ininterrottamente dall’ottobre del 1895, quindi per più di 23 anni: un record per il West End superato solo da The Fantasticks.

Successivamente su questa versione musical sono andate in scena anche una produzione di Broadway, nonché alcuni revival in occasioni degli anniversari più importanti (10 e 25 anni). Non è poi un caso che proprio su questo adattamento musicale sia stato basato il fortunato film di Tom Hooper.

Foto Copertina: Universal Pictures

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Cinema e Serie Tv Vita Scolastica