Condividi
7 storie horror che non ti faranno mai più dormire!
Condividi su

7 storie horror che non ti faranno mai più dormire!

Di Stefania Antonelli
pubblicato il 17 luglio
7 storie horror che non ti faranno mai più dormire!

Storie Horror: le più spaventose dal giappone

Io ho paura anche solo a mettere un piede fuori dal piumone, figuriamoci quando ho cominciato a interessarmi di storie horror e, soprattutto, horror giapponese. Sì, per chi non lo sapesse, in Giappone il culto dell’horror è sentito moltissimo: sono molti i letterati, i commediografi, i cineasti e, in generale, gli artisti che si sono cimentati in questo genere, realizzando, nel corso della storia del Sol Levante, delle storie di paura a dir poco terrificanti. Non solo splatter, non solo fantasmi, apparizioni e soprannaturale…ma vere e proprie indagini nella profondità dell’inquietudine umana volte a sconvolgere e lasciare attonito il lettore o lo spettatore. Non voglio anticiparvi troppo, sappiate che molti sono rimasti sconvolti da quanto letto o visto e, ancora oggi, l’horror giapponese è un cult per gli amanti del genere. Noi di ScuolaZoo abbiamo raccolto le storie più paurose e oggi ve le riportiamo qui, con un avvertimento: se siete già suscettibili a questo tipo di scene, evitate di leggere nel dettaglio e magari date solo una scorta veloce alle storie che trovate qui di seguito: che l’orrore sia con voi!

Non perdete le storie horror più terrificanti di sempre:

Cerchi un horror da vedere?

Ecco a voi le 7 storie horror giapponesi che vi lasceranno senza fiato!

1) Kushisake Onna – la donna con la bocca spaccata

In Giappone molti girano con una mascherina anti smog. C’è una donna però che sotto custodisce un macabro segreto. “La leggenda narra la presenza di una donna misteriosa con la bocca spaccata da un orecchio all’altro che potrebbe saltar fuori in qualsiasi momento mentre state passeggiando tranquillamente da soli, specialmente se al buio o nelle ore serali e notturne”.

Se la incontrate, lei vi domanderà “Sono bella?”. Se la vostra risposta sarà no, la donna estrarrà delle forbici e vi taglierà il viso da parte a parte.

Kushisake Onna

Continua a leggere
Stefania Antonelli
Partita a diciotto anni alla volta dell’Irlanda, non mi sono più fermata. Dopo un mese a Dublino, è stata la volta di Valencia, Alicante, Barcellona, Siviglia e Londra fino a Parigi, dove ho vissuto per un anno. Studiando sui libri tra arrivi e partenze, ho preso una laurea in lettere moderne. Intanto e da sempre, scrivo. Scrivo sul pc, sulla mia moleskine, sugli scontrini, su fogli volanti, sulle cartine, a volte persino sui muri (ma di camera mia) e, naturalmente, su ScuolaZoo.
Leggi altri articoli in Curiosità Vita Scolastica