Condividi
Sanremo Giovani 2019, Federica Abbate: Finalmente, il testo e il significato del brano
Condividi su

Sanremo Giovani 2019, Federica Abbate: Finalmente, il testo e il significato del brano

Di Matteo Fennec
pubblicato il 10 dicembre

Scopri il testo e il significato della canzone di Federica Abbate Finalmente che verrà presentata al Sanremo Giovani 2019: le parole e il significato del brano dell’autrice di Roma Bangkok e L’amore Eternit.

Sanremo Giovani 2019, Federica Abbate: Finalmente, il testo e il significato del brano

Federica Abbate a Sanremo Giovani 2019: tutto su la sua canzone Finalmente

Federica Abbate, la giovane cantante milanese selezionata tra i 24 finalisti di Sanremo Giovani 2019, è conosciuta per essere l’autrice di tante hit, come Roma Bangkok. L’edizione di Sanremo Giovani 2019, che vedrà ai nastri di partenza, il 20 e il 21 dicembre, tanti giovani artisti sarà un vero festival condotto da Fabio Rovazzi e Pippo Baudo, che porteranno i telespettatori verso la gara dei Big di febbraio, grazie alle modifiche al regolamento fortemente volute dal direttore artistico Claudio Baglioni e indirizzate ad elevare i giovani allo stesso livello dei Campioni: i due vincitori della gara giovani saranno ammessi a partecipare alla gara dei Big di Sanremo 2019.  Ora però conosciamo meglio Federica Abbate: la cantante si era già messa in mostra in qualità di paroliere, essendo l’autrice di tanti brani come, Nessun grado di separazione (il pezzo sanremese di Francesca Michielin) e L’amore eternit (cantato da Fedez e Noemi).

I finalisti della gara giovani di Sanremo 2019 sono stati selezionati: scopri chi sono!

Finalmente di Federica Abbate: il testo della canzone in gara per Sanremo Giovani 2019

Federica Abbate è conosciuta per essere una delle cantautrici più in voga del momento. La sua Finalmente ha un testo che non è da meno e dimostra tutte le sue capacità artistiche. Ecco il testo di Finalmente:

Se penso a quanto ridevamo
ho la tua voce nella testa
a farci foto sul divano
imbucati a quella festa
non eravamo di nessuno
non andavamo in nessun posto
come valigie abbandonate
sopra i nastri all’aeroporto

Finalmente l’ho capito
non si può nascondere
come il sole dietro ad un dito
quante scuse stupide

Ci hanno sempre detto che il coraggio ci mancava invece

A chi non ci vuole bene
a chi non ci vuole insieme
sa soltanto giudicare
a chi ci vuole sempre cambiare
a chi non ci ha mai capito
ma alla fine ci è servito non puoi darla vinta sempre e l’ho capito anch’io finalmente

Ricordi quando tutto il giorno
scivolava in un secondo
anche quando il resto intorno
ci sembrava averlo contro
ti avrei lanciato il mondo girata di schiena
mangiato quel gelato
anche se mi cadeva
quando rifare tutto non era un problema
eh

Finalmente l’ho capito
non si può nascondere
come il sole dietro ad un dito
quante scuse stupide
ci hanno sempre detto che il coraggio ci mancava invece

A chi non ci vuole bene
a chi non ci vuole insieme
sa soltanto giudicare
a chi ci vuole sempre cambiare

A chi non ci ha mai capito
ma alla fine ci è servito
non puoi darla vinta sempre
e l’ho capito anch’io finalmente
finalmente finalmente
non puoi darla vinta sempre
e l’ho capito anch’io finalmente

Finalmente
Aaah…
Non puoi darla vinta sempre
e l’ho capito anch’io finalmente.

Significato di Finalmente, il brano di Federica Abbate presentato al Sanremo Giovani 2019

Il pezzo sembra trattare la storia di un amore passato dove però il ricordo della persona amata resta ancora molto vivido. La cantante muove il dito inoltre contro tutti coloro che si ponevano come ostacolo alla propria storia d’amore. Da qui l’esigenza ma soprattutto il desiderio di vivere la relazione senza costrizioni o limiti, ma nella semplicità delle piccole cose e nella libertà più assoluta.

(Credits Immagini: @federicaabbateof)

Matteo Fennec
Metà uomo, metà volpe. Sono il fratello segreto di Ryan Gosling, ma questo lui non lo sa. Come non sa che sono laureato in Filologia Moderna e pratico tennis dall’età di 8 anni. Nell’attesa di ricongiungermi con la mia vera famiglia ad Hollywood, aspiro a diventare un’insegnante di lettere. I colori sono la mia medicina, la street-art la mia sposa.
Leggi altri articoli in Musica Vita Scolastica