Condividi
Sanremo Giovani 2019, Giulia Mutti: Almeno tre, il testo e il significato del brano
Condividi su

Sanremo Giovani 2019, Giulia Mutti: Almeno tre, il testo e il significato del brano

Di Matteo Fennec
pubblicato il 20 dicembre

Scopri il testo e il significato del brano di Giulia Mutti, Almeno tre, scelto per il Sanremo Giovani 2019 più alcune curiosità sulla cantante toscana che già vanta collaborazioni con Malika Ayane e Giusy Ferreri!

Sanremo Giovani 2019, Giulia Mutti: Almeno tre, il testo e il significato del brano

Giulia Mutti a Sanremo Giovani 2018: tutto quello che c’è da sapere su Almeno tre, il suo brano in gara

Siamo alle griglie di partenza: Sanremo Giovani 2018 sta per cominciare. Giulia Mutti è tra i cantanti che si esibiranno questa sera, giovedì 20 dicembre, con il brano Almeno tre. La cantante versiliese vanta già collaborazioni importanti nell’ambiente  musicale. Negli ultimi anni si è destreggiata abilmente tra il sound dei grandi cantautori italiani e il background del Pop Rock internazionale. È in questa viaggio che ha messo a segno importanti esperienze live e in studio: nel 2014 apre al PalaBanco la manifestazione Donne In Canto condividendo il palco con artiste del calibro di Malika Ayane, Irene Grandi e Giusy Ferreri. Quest’anno ha firmato un contratto discografico con l’azienda musicale Bertelsmann e con loro è nato Almeno tre, il singolo capace di dare la svolta definitiva nella sua carriera. Ecco il testo e il significato di Almeno tre.

Se volete seguire la diretta della seconda puntata di Sanremo Giovani 2018, qui trovate le anticipazioni:

Testo Almeno tre: il brano presentato da Giulia Mutti a Sanremo Giovani 2018

Nel brano si alternano intensità e leggerezza. L’ascoltatore viene subito colpito per la vocalità e la forza della musica che incita a spiccare il volo! Lucio Battisti è uno dei cantanti preferiti di Giulia e non mancano nell’archetipo della canzone quel qualcosa che faccia ricordare lo stile del cantante reatino. Ecco il testo di Almeno tre:

Tu non immagini quanto è dura
leccarmi le ferite da sola
e ricucire le lenzuola
che ho fatto a pezzi quella sera
tu non hai detto una parola
come chiudere una cerniera
per un abbraccio dopo cena
ho avuto un cambio la tua schiena
E’ una volta d’ortica a volte questa vita
e lascia gli occhi stanchi
ma io voglio guardarmi andare avanti
e scrivere di nero sopra muri bianchi

Che per ogni cosa che mi ha fatto male
mi sentirò più forte un po’ più forte
che per ogni cosa che ho dato senza avere
ora ne voglio tre almeno tre
almeno tre almeno tre almeno tre
almeno almeno almeno tre
almeno tre
almeno tre
almeno
Tu non immagini la mia scuola
quanti chilometri da sola
il cuore caldo che ustiona
tu pieno inverno quando si trema
è una foglia d’ortica a volte questa vita
e lascia gli occhi stanchi
ma io voglio guardarmi andare avanti
e scrivere di nero sopra muri bianchi

Che per ogni cosa che mi ha fatto male
mi sentirò più forte un po’ più forte
che per ogni cosa che ho dato senza avere
ora ne voglio tre almeno tre
almeno tre almeno tre
almeno almeno almeno tre
almeno tre
almeno tre
almeno

E non si tratta di vendicarsi
ho calpestato troppi chiodi a piedi scalzi
starò seduta qui fino a tardi
per dire ad alta volte è li davanti

Che per ogni cosa che mi ha fatto male
mi sentirò più forte un po’ più forte
che per ogni cosa che ho dato senza avere
ora ne voglio tre almeno tre
almeno tre almeno tre almeno tre
almeno almeno almeno tre
almeno tre
almeno tre
almeno

Significato Almeno tre di Giulia Mutti Sanremo Giovani 2018

Il singolo si presenta come un atto di coraggio e di rivincita morale nei confronti della delusione della vita. Almeno tre racconta la voglia di farcela, di prendere la propria vita in mano e trascinarla fuori da ogni negatività. Un invito allora ad essere forti anche quando tutto sembra andare storto, un invito a  non smettere mai di credere in se stessi.

Foto Credits: Profilo Facebook Giulia Mutti

Matteo Fennec
Metà uomo, metà volpe. Sono il fratello segreto di Ryan Gosling, ma questo lui non lo sa. Come non sa che sono laureato in Filologia Moderna e pratico tennis dall’età di 8 anni. Nell’attesa di ricongiungermi con la mia vera famiglia ad Hollywood, aspiro a diventare un’insegnante di lettere. I colori sono la mia medicina, la street-art la mia sposa.
Leggi altri articoli in Musica Vita Scolastica