Condividi
Sanremo Giovani 2019, Marte Marasco: Nella mia testa, il testo e il significato del brano
Condividi su

Sanremo Giovani 2019, Marte Marasco: Nella mia testa, il testo e il significato del brano

Di Matteo Fennec
pubblicato il 20 dicembre

Nella mia Testa, il singolo scelto da Marte Marasco per Sanremo Giovani 2018: le parole e il significato del brano della cantante dalle sonorità indie!

Sanremo Giovani 2019, Marte Marasco: Nella mia testa, il testo e il significato del brano

Marte Marasco a Sanremo Giovani 2018: tutto quello che c’è da sapere sul brano in Gara Nella mia testa

Manca pochissimo a Sanremo Giovani 2018: tra i 24 i finalisti che si daranno battaglia per competere con i Big a febbraio, c’è anche Marte Marasco, la giovane cantante meneghina che proprio quest’anno è riuscita a ritagliarsi un profilo importante nell’ambiente musicale. Spinta da una forte curiosità e dalla continua voglia di mettersi in gioco, calca i palcoscenici di diversi locali, nei quali si esibisce con i suoi brani. A maggio bussa alla sua porta la Sugar di Caterina Caselli (famosa per aver lanciato artisti del calibro di  Negramaro, Elisa e Malika Ayane) e dopo aver firmato un contratto discografico inizia a lavorare al suo disco d’esordio. A Sanremo presenta il brano Nella mia testa, una canzone prodotta da Luca Chiaravalli che è anche autore del testo insieme ad Andrea Bonomo. Riuscirà a convincere il grande pubblico con la sua originalità? Intanto leggiamo testo e significato.

Non perdere la diretta della Prima puntata di Sanremo Giovani 2018:

Marte Marasco con Nella mia testa a Sanremo Giovani 2018: il testo e il significato del brano

Il brano si presenta quasi come una filastrocca in cui si ripetono come un flusso di coscienza tutti i ricordi più autentici presenti nella testa della cantautrice. Marte ha una di quelle voci che stregano immediatamente il pubblico. Ha l’occasione di dare la svolta più importante alla sua carriera. Ci riuscirà? Intanto ecco il testo di Nella mia testa:

Nella mia testa c’è una vecchia giostra
e una bambina con le mani nella torta
una finestra in centro a Londra
e sta canzone scema la la la la la
Nella mia testa c’era casa nostra
il comodino con i soldi del dentista
dentro una bomba e nessun dorma
mentre un pagliaccio canta la la la la la

C’è la ricetta della mia mamma ed un pacchetto di drum
ci sono le foto delle feste ed io che faccio kung fu panda come
le occhiaie total black
ci sono gli scheletri nell’armadio quello nero di Ikea
ci sono le colpe si però quella non è la mia
vedi c’è il maglione blu
si me l’hai lasciato tu

Nella mia testa c’è una vecchia giostra
e una bambina con le mani nella torta
una finestra in centro a Londra
e sta canzone scema la la la la la
Nella mia testa c’era casa nostra
il comodino con i soldi del dentista
dentro una bomba e nessun dorma
mentre un pagliaccio canta la la la la la

Sei come l’ultimo invitato della festa
che beve troppo ti saluta e poi non va
nella mia testa giri come fa una mosca
e che fastidio questo la la la la la

Ci sono le luci sempre appese come fosse un hotel
la mia chitarra con tre corde e buchi sulla moquette
qualche buona idea birra ipocondria
e le paranoie, come nuove
Dure da lanciare insieme alle tue valigie in stazione
che tu sia a Cuba o San Deny
il tuo indirizzo è qui
Scala C

Nella mia testa c’è una vecchia giostra
e una bambina con le mani nella torta
una finestra in centro a Londra
e sta canzone scema la la la la la
Nella mia testa c’era casa nostra
il comodino con i soldi del dentista
dentro una bomba e nessun dorma
mentre un pagliaccio canta la la la la la

Sei come l’ultimo invitato della festa
che beve troppo ti saluta e poi non va
nella mia testa perdi come la mia doccia
e che fastidio questo la la la la la

Come un rumore questa canzone che odi e non scordi più
sei come un lord, l’anello al dito, il sasso che si incastra
nella mia testa, nella mia testa
nella mia testa

Nella mia testa c’è una vecchia giostra
le scarpe di una principessa che barcolla
una finestra in centro a Londra
e sta canzone scema la la la la la
Nella mia testa c’era casa nostra
le caramelle sparse dentro la mia borsa
dentro una bomba e nessun dorma
mentre un pagliaccio canta la la la la
la la la la
La.

Significato di Nella mia Testa, la canzone presentata da Marte a Sanremo Giovani 2018

Il singolo racconta in maniera diretta e ironica scheletri nell’armadio, sogni e ricordi della ragazza attraverso le immagini fantasiose di una bambina, il tutto con quel sapore noir che si adatta perfettamente a Marte.

Foto Credits: account fb Marte Marasco

Matteo Fennec
Metà uomo, metà volpe. Sono il fratello segreto di Ryan Gosling, ma questo lui non lo sa. Come non sa che sono laureato in Filologia Moderna e pratico tennis dall’età di 8 anni. Nell’attesa di ricongiungermi con la mia vera famiglia ad Hollywood, aspiro a diventare un’insegnante di lettere. I colori sono la mia medicina, la street-art la mia sposa.
Leggi altri articoli in Musica Vita Scolastica