Condividi
Bugo e Morgan canzone Sanremo 2020: testo di Sincero e significato
Condividi su

Bugo e Morgan canzone Sanremo 2020: testo di Sincero e significato

Di Francesca Garau
pubblicato il 08 febbraio

Morgan e Bugo sono stati squalificati dal Festival di Sanremo 2020… scopriamo insieme il testo della canzone e come l’ex Vertigo l’ha cambiato facendo andare via Bugo dal palco dell’Ariston.

Bugo e Morgan canzone Sanremo 2020: testo di Sincero e significato

Sanremo 2020: il testo e significato di Sincero di Bugo e Morgan

Cristian Bugatti, in arte Bugo, e Marco Castoldi, meglio conosciuto come Morgan, passeranno alla storia della TV dopo quanto successo nella quarta puntata di Sanremo 2020: Morgan cambia il testo della canzone, Bugo se ne va durante l’esibizione e i due sono squalificati. Qui cosa è successo nei dettagli:

I due artisti, prima di questa vicenda, si stimavano reciprocamente, erano amici e non solo colleghi in musica, e insieme hanno creato Sincero, un brano che parla della naturalezza del loro rapporto.

bugo-e-morgan-sincero

Testo di Sincero di Bugo e Morgan

Le buone intenzioni, l’educazione
La tua foto profilo, buongiorno e buonasera
E la gratitudine, le circostanze
Bevi se vuoi ma fallo responsabilmente
Rimetti in ordine tutte le cose
Lavati i denti e non provare invidia
Non lamentarti che c’è sempre peggio
Ricorda che devi fare benzina
Ma sono solo io
E mica lo sapevo
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Vestirmi male e andare sempre in crisi
E invece faccio sorrisi ad ogni scemo
Sono sincero, me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Scegli il vestito migliore per il matrimonio
Del tuo amico con gli occhi tristi
Vai in palestra a sudare la colpa
Chiedi un parere anonimo e alcolista
Trovati un bar che sarà la tua chiesa
Odia qualcuno per stare un po’ meglio
Odia qualcuno che sembra stia meglio
E un figlio di puttana chiamalo fratello
Ma sono solo io
Non so chi mi credevo
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Vestirmi male e andare sempre in crisi
E invece faccio sorrisi ad ogni scemo
Sono sincero, me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Abbassa la testa, lavora duro
Paga le tasse buono buono
Mangia bio nei piatti in piombo
Vivi al paese col passaporto
Ascolta la musica dei cantautori
Fatti un tatoo, esprimi opinioni
Anche se affoghi rispondi sempre
Tutto alla grande
Però di te m’importa veramente
Aldilà di queste stupide ambizioni
Il tuo colore preferito è il verde
Saremo vecchi indubbiamente ma forse meno soli
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Essere alcolizzato, spaccare i camerini
E invece batto il cinque come uno scemo
Sono sincero, me l’hai chiesto tu
Sono sincero, me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Ma non ti piace più
Ma non ti piace

Significato di Sincero di Bugo e Morgan

Sincero è un brano pieno di ironia, in cui si riflette lo spirito irriverente di Bugo e Morgan. Il testo è moderno, ironico ma pieno di malessere, uno specchio della società di oggi in cui regna il politicamente corretto e in cui si è sommersi di doveri (e di pochi piaceri). Tutti vivono omologati, fanno le stesse cose perché devono essere fatte, come pagare le tasse, mangiare bio, andare in palestra e vestirsi bene ai matrimoni. In questo mondo, però, c’è un’unica cosa che resta sincera, ed è la vera amicizia. Con un vero amico non hai bisogno di mentire, puoi essere te stesso pienamente, puoi fargli sapere ogni cosa di te senza vergogna… anche i lati più brutti del tuo carattere. E cosa c’è di meglio che invecchiare insieme a un vero amico, che non ti lascerà mai solo?

(Fonte immagini: Pagina Facebook @festivaldisanremo e Instragram di @b_u_g_o)

Francesca Garau
Mi considero una giovane donna dalle grandi passioni: mi dedico a 360° al mondo del cinema, dei programmi tv e della musica. Ho una fervida immaginazione, adoro raccontare le storie dei personaggi che abitano la mia fantasia, e nell’aprile del 2016 ho realizzato il sogno di vedere pubblicato il mio primo romanzo. Quando non scrivo mi diverto a cantare a squarciagola o a guardare vecchi film d’epoca sgranocchiando popcorn.
Leggi altri articoli in Musica Vita Scolastica