Condividi
Giordana è da 9, Enrico non arriva al 6: le pagelle del primo Live di X Factor 2019
Condividi su

Giordana è da 9, Enrico non arriva al 6: le pagelle del primo Live di X Factor 2019

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 25 ottobre

Il Prof di ScuolaZoo Alex Fusaro, insegnante di ruolo di Musica alle scuole superiori di Verona, ci accompagnerà con il suo pagellone nella tredicesima edizione.

Giordana è da 9, Enrico non arriva al 6: le pagelle del primo Live di X Factor 2019

Di cosa parliamo:

  • Anche quest’anno dopo Audizioni, Bootcamp e Home visit siamo giunti alla prima serata della fase finale del programma di Sky che di settimana in settimana ci porterà fino alla finalissima del 12 dicembre.
  • La prima eliminata dai Live è Mariam, concorrente delle Under Donne di Sfera Ebbasta.

Promossi e bocciati del Primo Live

Nella mia scuola, si parla di X Factor 2019 da settimane, da quando il brano Carote di Nuela è entrato a far parte delle playlist di tanti miei studenti. Purtroppo il 16enne non è arrivato alla fase dei Live, iniziata ieri sera, ma sono tanti i concorrenti in gara che possono regalarci emozioni e sorprese. Quali sono state le esibizioni top e quelle sottotono della prima puntata? Cosa penso dell’eliminazione di Mariam? Siete pronti per le pagelle del Primo Live di X Factor 2019?

Non perdere:

voti-primo-live-xfactor-2019

Le pagelle

Non tentenniamo ulteriormente… è arrivato il momento: via coi voti.

Mariam Rouass: 7,5

Nonostante la prima ora sia dura per tutti… Mariam è presente

Essere i primi ad esibirsi non è mai facile e Mariam del team di Sfera, col brano Juyce di Lizzo, ha mostrato sicuramente che la musica ce l’ha dentro. Interpretazione azzeccata, intonazione ok e presenza scenica che ha catturato l’attenzione dei giudici grazie anche alla simbiosi con le ottime coreografie che lo show offre ad ogni edizione.

Seawards: 7

Dai ragazzi, non nascondetevi dietro agli astucci

L’intesa mostrata da questo duo del team di Samuel risulta evidente sin dalle prime note della chitarra su cui la voce riesce ad esprimere al meglio la bella melodia del brano Pyro dei Kings of Leon. Mi trovo d’accordo nel giudizio di Sfera nel dire che questo gruppo può e deve dare molto di più, quindi il voto è uno “sprono” per fare ancora meglio.

Eugenio Campagna: 7

Forza Campagna… la prima verifica è andata

Un buon inizio. Mi è piaciuto come, con il brano Arsenico di Aiello, il nostro Eugenio abbia assunto diverse timbriche di voce sfoggiando anche una vocalità graffiata che ha una marcia in più. Non penso sia un’esibizione memorabile ma piuttosto l’inizio di un percorso che lo porterà a crescere artisticamente.

Davide Rossi: 7,5

Bravo Rossi… ma puoi fare meglio

L’introduzione di Malika ha dato sicuramente molto slancio all’esibizione di Davide che, con How Long Has This Been Going On?, ha proposto un brano del grande compositore George Gershwin. Concordo con Samuel, però, sul fatto che il valore aggiunto sia stato dato più dalla produzione musicale della base con taglio moderno che dall’interpretazione di Davide. Questa, infatti, nonostante sia stata corretta, non mi ha entusiasmato. Bella l’intenzione di “svecchiare” un brano del 1927 perché può incoraggiare tanti ragazzi a cercare musica che nuova non è, ma che resta di grande prestigio e merita di essere riscoperta.

Nicola Cavallaro: 8+

Bravo Cavallaro, vedo che non ti fai trovare impreparato

La voce più interessante che finora ha calcato il palco è quella di Nicola, messa in risalto anche grazie alla scelta azzeccata del brano, This is America di Childish Gambino effettuata da Mara. L’Over ha dimostrato di possedere una buona pronuncia inglese e di sapersi integrare perfettamente nella coreografia generale con personalità scenica.

Lorenzo Rinaldi: 6,5

Rinaldi, leggo sulla giustificazione che non ti era suonata la sveglia…

La sua reinterpretazione di Don’t look back in anger degli Oasis è un’ottima alternativa alla camomilla prima di andare a dormire… Sarà che sono da sempre un fan dei fratelli Gallagher, ma un brano così, se viene privato della sua energia, perde tanto. Premio la sua voglia di mettersi in gioco alla sua età con una sufficienza abbondante ma spero che nelle prossime esibizioni faccia emergere più carattere.

Booda: 8,5

Ragazzi, siete tre compagni di banco casinisti ma… simpatici

Un trio che ho visto affiatato, con personalità e che con il brano 212 della rapper Azealia Banks ha saputo unire tecnica ed emozione. Energia… finalmente.

Giordana Petralia: 9

Petralia, vorrei fare calciomercato e averti nella mia classe.

La capacità di rendere il brano Jocelyn Flores di XXX Tentaciòn munita solo di voce e arpa è stata la marcia in più rispetto a molte tra le esibizioni precedenti. Suonare e cantare contemporaneamente non è assolutamente facile e implica molto studio. Il valore aggiunto sta anche nel saper padroneggiare uno strumento nobile come l’arpa che solitamente non fa parte del scenario della musica pop. Grande anche Sfera che ha indirizzato Giordana su un autore così particolare.

Sofia Tornambene: 7,5

Guardi signor Tornambene, sua figlia interviene durante la lezione e non disturba.

È bello vedere ragazze così modeste e semplici affrontare palchi tanto importanti. Il brano L’ultimo bacio a mio parere non l’ha fatta risaltare come nelle precedenti fasi del programma e per questo il voto è al di sotto della sua media, ma sono certo che Sofia ha le potenzialità di stupirci ancora. La Francesca Michelin della 13esima edizione di X Factor.

Enrico di Lauro: 5,5

Scusate ma… Di Lauro è ancora in bagno?!

L’emozione si è avvertita ma ci sta… il problema è che, con il brano Love will tear us apart dei Joy Division, Enrico lotta per raggiungere la sufficienza ma per poco non ci arriva. La prossima esibizione necessiterà almeno di un 7 o il rischio di bocciatura potrebbe farsi sentire.

Sierra: 8

Ragazzi, non chiacchierate troppo eh

Creativi e capaci di mettersi in gioco con le proprie parole sulle sonorità di Dark Horse di Katy Perry. Continuando ad applicarsi sono convinto che potranno ambire a voti ancora più alti.

Marco Saltari: 7,5

Sai Saltari, il cambio di scuola ti ha fatto bene.

Eccoci in un caso dove la bravura del proprio giudice fa la differenza e Mara Maionchi ha senza dubbio reindirizzato Marco al meglio, proprio come una brava professoressa che conosce le potenzialità inespresse del proprio studente. Il percorso è ancora in salita, ma con il brano Sugarman di Sixto Rodriguez, Marco ha dimostrato di avere i mezzi per trovare una collocazione discografica.

La prima eliminazione della serata

I meno votati delle tre manche sono stati tutti della categoria dei giovani: Mariam, Giordana ed Enrico. A seguito di nuove ma brevi esibizioni, Mika, il quinto giudice extra della puntata, ha scelto di salvare Giordana e, aggiungo io, giustamente. I giudici poi hanno votato a pari merito tra Mariam ed Enrico affidando quindi la responsabilità dell’eliminazione al pubblico da casa. Il televoto ha poi deciso di salvare Enrico decretando quindi Mariam come prima eliminata della stagione.

Valutazione finale

Questa prima puntata porta a casa complessivamente voti positivi e penso che nelle prossime “verifiche” molti dei concorrenti avranno l’occasione di alzare i propri voti. Al momento la squadra con la media più alta è quella di Sfera con un bell’8 pieno ma, perdendo una componente, resta in equilibrio con le altre tre. Promossi infine a pieni voti i giudici che hanno evitato polemiche e sono stati corretti l’un l’altro nel rispetto della cosa più importante… la Musica.

Prof. Alex Fusaro

Leggi anche:

 

Foto di copertina: Mariam Rouass. Crediti: X Factor Italia Pagina Ufficiale Facebook

Redazione ScuolaZoo
Leggi altri articoli in Musica Vita Scolastica