Condividi
Maturità 2019: cosa fare se sei bocciato
Condividi su

Maturità 2019: cosa fare se sei bocciato

Di Chiara Greco
pubblicato il 09 luglio

Bocciatura alla Maturità 2019: cosa fare non appena si scopre di esser stati bocciati? Qui i nostri consigli!

Maturità 2019: cosa fare se sei bocciato

Esame Maturità 2019: cosa fare davanti ad una bocciatura e come affrontarla

Si sa, non è scontato che tutte le cose vadano a finire come si spera: essere bocciati alla Maturità 2019 è una realtà non del tutto impossibile da realizzarsi, perciò non sentitevi a terra se questo dovesse succedere a voi. La bocciatura è una seccatura perché dovete trovare il modo di dirlo ai vostri genitori e amici, poi dovete pensare a riprendere in mano tutti i pezzi per affrontare un nuovo anno scolastico con tutto ciò che ne comporta: interrogazioni, studio e verifiche. Noi di ScuolaZoo vi daremo alcune dritte su cosa fare se si viene bocciati alla Maturità 2019, dal possibile ricorso al modo per dirlo ai tuoi!

Devi ripetere la Maturità? Scopri il kit perfetto per ripartire con il piede giusto:

maturità 2019 bocciatura

Bocciatura Maturità 2019: tutto quello che devi fare se vieni bocciato

La bocciatura non è mai una bella cosa, specialmente se dovesse capitarvi dopo l’esame di Maturità 2019, quando si è tanto vicini alla fine e invece vi tocca ripetere tutto. In realtà, essere bocciati putroppo è potrebbe succedere, quindi ecco cosa dovete fare nel caso in cui doveste trovarvi in questa brutta situazione:

  • ricalcolate il punteggio. Essere bocciati alla Maturità 2019 significa aver preso meno di 60 punti su 100. Controllate i punteggi che avete preso agli scritti e all’orale e fate i vostri calcoli, la possibilità di un errore da parte della commissione è molto bassa ma non si sa mai;
  • chiedete di poter conoscere il voto dell’orale. A conti fatti, l’unica cosa che vi manca all’appello è il punteggio del colloquio orale, che decide un po’ la sorte di ogni maturando. Se fino alle prove scritte, a calcoli fatti, vi sentivate sicuri di superare il 60, allora chiedete di poter conoscere il risultato del colloquio così da capire se siete stati penalizzati o se, con tutta la buona volontà da parte dei commissari, non hanno potuto promuovervi;
  • comunicatelo ai vostri genitori subito. È la cosa più difficile da fare ma vi assicuriamo che prima o poi vi toccherà farlo: più rimandate, peggio sarà. Comunciare la bocciatura ai genitori in tempo vi aiuterà a capire cosa fare e come muovervi per un eventuale ricorso nei tempi previsti dalla normativa;
  • fate ricorso solo se siete convinti di aver subito un’ingiustizia. Mettetevi una mano sulla coscienza: il 60 era fattibile o sapevate di non passare l’esame di stato? Se siete sicuri al 100% di aver dato il massimo in tutte le prove, nonostante qualche piccolo intoppo di partenza, allora provate a fare ricorso, altrimenti lasciate perdere;
  • ripartite con il piede giusto. Se siete consapevoli di aver meritato la bocciatura allora cercate di ripartire con il piede giusto: individuate i vostri errori (avete studiato poco? avete sottovalutato le prove?) e cercate di non commetterli la prossima volta!

(Credits Immagini: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità