#News Maturità

Maturità 2017: cosa sapere su voto, orale e tracce e svolgimenti degli scritti

4 luglio 2017

Maturità 2017: l'orale è quasi un ricordo, ormai si aspetta il voto

Quando finiscono gli Esami di Maturità? Qualcuno potrebbe scherzare e dire che gli esami non finiscono mai, ma per fortuna la Maturità 2017 sta per finire (anzi, per molti è ormai praticamente solo un ricordo!). In questi giorni i ragazzi si sono seduti di fronte alla commissione per affrontare l'orale e la maggior parte di loro stanno aspettando di conoscere il voto che i commissari hanno pensato per loro. Insomma manca davvero pochissimo e poi finalmente sarà estate! Ecco le ultime guide e le ultime news per sopravvivere alla fine dell'Esame di Maturità:

Terza Prova Maturità 2017: ultime fatiche tra materie e domande

La Terza Prova 2017 si è svolta lunedì. Dunque anche l'ultimo scoglio delle prove scritte, quello con le domande e le materie scelte dalla Commissione (ebbene sì, questa volta il Miur non c'entrava assolutamente nulla... e quindi forsesono state tracce senza errori di ortografia!), è stato archiviato. Ecco le guide di ScuolaZoo per sapere tutto sulla Terza Prova:

Maturità 2017 Seconda Prova: tra lo scientifico e la versione

Il 22 giugno, invece, sono andate in scena le tracce della Seconda Prova. Tutti gli occhi erani puntati sulla traccia dello scientifico e sulla versione di latino del liceo classico, ma noi della redazione di ScuolaZoo abbiamo seguito gli studenti nello svolgimento delle tracce di tutte le scuole.  Trovate il nostro live e tutte le SOLUZIONI qui sotto:

Maturità 2017 Prima Prova: tracce svolte per Caproni

Il 21 giugno, invece, i ragazzi hanno affrontato la Prima Prova. Trovate tutto quello che c'è da sapere sull'autore selezionato dagli esperti del Ministero (Caproni!!!) e sugli svolgimenti, nel nostro speciale con le tracce svolte: Anche la giornata precendente si era annunciata da subito come molto interessante (e non solo per via della caccia alle tracce possibili più scatenata che mai!). A mettere subito un po' di pepe alla mattinata dei maturandi ci aveva pensato il Miur con un bell'errore di ortografia: l'ideale come in bocca al lupo per il primo scritto dell'Esame di Stato. Gli esperti del Ministero hanno scritto "traccie" con la "i". Potete solo immaginare l'ironia che si è scatenata in rete a cui, ovviamente, abbiamo preso parte anche noi da SuolaZoo (ECCO COME!) Avete paura anche di esservi persi qualcosa lungo la strada, come quanti e quali sono le prove della Maturità 2017, le materie, come si fa una tesina o le date stesse degli Esami? Ecco a voi le risposte a tutti i vostri dubbi in un'unica pratica guida di sopravvivenza all'Esame di Stato. Qui potete trovare tutto quello di cui avete bisogno sulle tracce degli scritti e sul regolamento della maturità 2017. Prima di iniziare con i consigli pratici, però, apriamo una piccola parentesi: in questi ultimi mesi si è sentito parlare tanto dei cambiamenti operati dal Miur e della riforma sulla Maturità in discussione in Parlamento: non avete ben capito se cambia qualcosa o no? Per voi della Maturità 2017, si segue lo schema degli scorsi anni, in quanto le modifiche all’Esame di Stato entreranno in vigore dalla Maturità 2018. Avrete quindi tre prove scritte – prima prova, seconda prova e terza prova – più un colloquio orale, in cui presenterete la tesina, oltre a rispondere alle domande dei professori della commissione (sia interni che esterni) sui programmi scolastici studiati nell’anno. [caption id="attachment_284582" align="aligncenter" width="523"]Maturità 2017: tracce, commissari e svolgimenti Maturità 2017: tracce, commissari e svolgimenti[/caption]

Date Maturità 2017: ammissione e date dell’Esame di Stato

Il primo passo per superare la Maturità, è quello di presentarsi in sede di esame nei giorni indicati e scelti dal Miur. Quel che sembra una banalità, può non esserlo per tutti. Siete tra quelli che fino a ora hanno attraversato una fase di negazione e vi siete rifiutati di informarvi persino sulle date dell’Esame di Stato? È purtroppo arrivato il momento di fare i conti con il vostro destino, consultando il calendario con le date della Maturità 2017 deciso dal Ministero:
  • Data Prima Prova 2017: mercoledì 21 giugno 2017 - ore 8:00
  • Data Seconda Prova 2017: giovedì 22 giugno 2017 - ore 8:00
  • Data Terza Prova 2017: lunedì 26 giugno 2017 - orario deciso dai commissari
Ovviamente, prima di presentarvi a scuola per l’Esame di Stato, dovrete essere stati ammessi alla Maturità. L'ammissione all'Esame di Stato viene decisa dal consiglio di classeo a giugno con la pubblicazione degli scrutini finali. I criteri? Assenze, media e voto di condotta. Per approfondire, date una bella lettura a questa guida:

Tracce Maturità 2017: il tototema

Ogni maturando ha un sogno, ossia sapere in anticipo quali sono le tracce che il Miur sceglierà per la Maturità! Quale sarà l’autore scelto per l’analisi del testo della prima prova? Su cosa verteranno le tracce delle altre tipologie – saggio breve/articolo, tema storico, tema d’attualità – sempre di prima prova 2017? Dubbi a cui purtroppo non possiamo dare risposte certe, ma è comunque possibile riuscire a fare previsioni. Per riuscire a provare a fregare il Ministero, consulta le nostre risorse su anniversari storici e letterari.

Prima Prova Maturità 2017

La Prima Prova 2017 consisterà, come sempre, nello svolgimento di una traccia d’italiano, scegliendo una tra le seguenti tipologie:
  • Prima prova Maturità 2017: analisi del testo (Tipologia A). È un brano in prosa o in poesia di un autore celebre che dovrete analizzare rispondendo a delle domande riferite al testo proposto.
  • Prima prova Maturità 2017: saggio breve o articolo di giornale (Tipologia B). In questo caso troverete quattro tracce appartenenti ad ambiti diversi: artistico-letterario, socio-economico, storico-politico e tecnico-scientifico, ognuna delle quali contiene anche documenti che vi serviranno per sviluppare il vostro testo. Ovviamente dovete scegliere una sola traccia e scrivere un saggio breve o un articolo di giornale: a voi la scelta.
  • Prima prova Maturità 2017: tema storico (Tipologia C). In questo caso vi verrà assegnata un traccia su un argomento di storia, che voi dovrete sviluppare.
  • Prima prova Maturità 2017: tema di attualità (Tipologia D). Nel tema di attualità, il maturando dovrà affrontare una tematica generale o di attualità, in base all’argomento scelto nella traccia.

Seconda Prova Maturità 2017

La seconda prova di Maturità è la spina nel fianco della maggior parte degli studenti, poiché l’intera prova verte su una delle materie d’indirizzo della scuola frequentata. Le materie di seconda prova, quindi, cambiano a seconda del tipo di scuola e come abbiamo visto, a fine gennaio il Miur ha comunicato sia le materie di seconda prova 2017 per tutti gli indirizzi sia quali sono le materie affidare ai commissari esterni.

Terza Prova Maturità 2017

La terza prova, invece, è una quizzone che testa le vostre conoscenze su più di una materia – massimo 5 – le quali sono generalmente le materie presenti in commissione. Anche in questo caso, il consiglio di classe sceglierà la tipologia di prova da assegnarvi, mentre le domande saranno formulate dalla commissione d’esame che sceglierà anche le materie. La terza prova, infatti, è l’unica prova scritta a non essere redatta dal Miur e quindi a non essere uguale a livello nazionale, ma cambia da scuola a scuola. Ecco quali sono le varie tipologie di quiz di terza prova:
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia A: trattazione sintetica degli argomenti
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia B: quesiti a risposta singola
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia C: quesiti a risposta multipla
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia D: problemi a soluzione rapida
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia E: analisi di casi pratici e professionali
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia F: sviluppo di progetto

Materie Maturità 2017

Quali saranno le materie protagoniste della seconda prova? In alcuni indirizzi la materia possibile è solo una, in altre (tipo il liceo classico) vige la regola non scritta dell’alternanza, in altre le opzioni sono variabili e diverse. In ogni caso, il Miur ha già svelato quali sono le materie della Maturità 2017. Volete conoscerle? Ecco il link da consultare:

Commissari esterni Maturità 2017

Nella nota pubblicata dal Ministero dell’Istruzione a fine gennaio, oltre alle materie della seconda prova 2017, sono state indicate anche le materie affidate ai commissari esterni. Anche quest’anno la composizione della commissione rimane invariata: 3 commissari interni + 3 commissari esterni + il presidente (esterno). Quali sono le materie affidate ai commissari esterni alla Maturità 2017? Scoprilo qui: Vi state chiedendo chi saranno i professori esterni che troverete in commissione d’esame? È ancora troppo presto per conoscere i nomi dei commissari esterni (usciranno a fine maggio / primi di giugno), ma sappi che proprio in questi giorni è iniziata la formazione delle commissioni esterne: Maturità 2017, al via le commissioni.

Tesina Maturità 2017

Il colloquio orale si aprirà con l’esposizione della vostra tesina, ossia dovrete discutere di un argomento a vostra scelta che abbia collegamenti alle materie di studio (alcune) da voi studiate. La tesina deve catturare l’attenzione, quindi più originale è, meglio è. Preparatevi bene perché se rompete il ghiaccio con successo, il resto del colloquio orale sarà in discesa! Ecco il contenitore con tutte le guide per scrivere un’ottima tesina e gli spunti per scegliere l’argomento:

Come si calcola il voto di Maturità

Una volta fatto l’esame di Stato, l’ansia (mannaggia) non si placherà ancora… dovrete infatti attendere il voto della Maturità! Come capire a quale punteggio finale si potrà arrivare e quindi come viene calcolato il voto? Innanzitutto, contano, ai fini del voto finale, i crediti che avete accumulato durante il triennio: se siete andati bene dalla terza superiore in poi, partite con ottime possibilità di ottenere un voto finale alto! A questi punteggi ottenuti con i crediti scolastici, andranno poi aggiunti i punteggi delle quattro prove d’esame. Quanto valgono? Ecco uno schema riassuntivo:
  • Punteggio di ammissione: minimo di 10 crediti, massimo 25
  • Prima prova: 10 punti è la sufficienza, 15 punti il massimo
  • Seconda prova: 10 punti è la sufficienza, 15 punti il massimo
  • Terza prova: 10 punti è la sufficienza, 15 punti il massimo
  • Esame orale: da 20 a 30 punti
  • Punti bonus: 5 sono i punti aggiuntivi che possono essere attribuiti a discrezione dalla commissione d’esame. Per averli, comunque, è necessario essere stati ammessi alla Maturità con almeno 15 crediti scolastici e avere totalizzato almeno 70 punti tra le prove scritte e orali.
Tutti i dettagli li trovi qui: Per non perdere neanche una newsm seguiteci anche su Instagram: ilmaturandodisperato (Immagine: I pinguini di Madagascar - gli unici che potrebbero superare la Maturità senza sforzi- Courtesy of 20th Century Fox)