Condividi
Maturità 2019 Orale: cosa fare se non conosci i materiali contenuti nelle buste
Condividi su

Maturità 2019 Orale: cosa fare se non conosci i materiali contenuti nelle buste

Di Chiara Greco
pubblicato il 25 giugno

Orali Maturità 2019: scopri come affrontare il percorso multidisciplinare anche se non conosci i materiali contenuti nella busta scelta!

Maturità 2019 Orale: cosa fare se non conosci i materiali contenuti nelle buste

Orale Maturità 2019: come affrontare il colloquio se non conosci i materiali delle buste

In questi giorni i maturandi sono alle prese con l’esame orale di Maturità 2019: ormai le novità del Miur sono state affrontate, comprese le buste del colloquio orale, che destavano non pochi dubbi e titubanze agli studenti di quinta. I materiali contenuti dovrebbero essere in linea con i programmi scolastici ma cosa succede se per vostra sfortuna dovesse capitarvi qualche immagine o un documento di cui non sapete nulla? Noi di ScuolaZoo vi daremo alcune dritte per evitare la scena muta e per portare avanti il discorso multidisciplinare senza problemi!

orale maturità 2019 buste

Buste Orale Maturità 2019: cosa faccio se non conosco i materiali?

È una possibilità remota che potrebbe diventare una brutta realtà se dovesse succedere: dopo aver scelto la busta, tirate fuori i materiali e…buio più totale! Non sapete di cosa parla il testo che avete davanti oppure non avete idea dell’autore o della corrente a cui appartiene il dipinto che avete davanti a voi? Ecco cosa fare per evitare la scena muta:

  • Niente panico. Come prima cosa evitate assolutamente di farvi prendere dalla paura di fare scena muta perché se iniziate a farvi prendere dal panico non ne uscirete.
  • Cercate qualsiasi spunto possibile, anche se minimo. Formuliamo l’ipotesi che nella busta ci sia la foto di un quadro di cui voi non ricordate né l’autore né il contesto… cosa fare? Lasciatevi ispirare dalla scena del dipinto, anche se non avete idea di come contestualizzarlo in storia dell’arte. Potete partire ad esempio dalla tematica principale del quadro per collegarlo a qualche argomento di storia, di filosofia, di italiano, di inglese etc. Se si tratta di un testo, fate una lettura veloce e lasciatevi ispirare anche da una singola frase. Insomma, spazio al ragionamento e alla fantasia!
  • Improvvisate. I professori sanno apprezzare coloro che riescono a districarsi tra i discorsi anche se non sono preparatissimi sull’argomento. Certo, trattandosi di un esame dovete sempre rimanere in tema con gli argomenti trattati in classe, però ricordate che il percorso multidisciplinare è totalmente vostro, quindi potete darci il taglio che preferite!
  • Chiedete di farvi una domanda. Nel caso siate proprio nel panico, chiedete alla commissione di indirizzarvi con una domanda che vi possa aiutare a riallacciarvi a qualcosa che sapete e quindi superare l’impasse iniziale.

(Credits Immagini: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità