Condividi
100 giorni all’esame – Meno ansia e più tempo
Condividi su

100 giorni all’esame – Meno ansia e più tempo

Di Daniele
pubblicato il 13 marzo

100 giorni. L’esame si avvicina inesorabile. E con lui sale l’ansia e il tempo è sempre meno… Come si fa a vivere?

100 giorni all’esame – Meno ansia e più tempo

È notte. E non dormo. Perché? Perché sono nervoso. Non ho più tempo. Zero. La mia giornata è composta da studio, studio e ancora studio. Contornata da pause dove mi lamento del mondo e provo inutilmente a combatterlo.

Se fate il liceo come me sarete a conoscenza della mole di informazioni che dobbiamo sapere. Informazioni che sono un puro allenamento per la memoria. Il giorno dopo il compito puff, scomparse dalla mente, se mai ci sono state. Troppe le cose da fare, davvero troppe. Non riesco più a uscire, a vedere gli amici e la ragazza, a cazzeggiare (perché c’è bisogno anche di quello), a guardare un film e soprattutto a scrivere qui.


100 giorni all’esame! Sento un peso enorme sulle spalle, la responsabilità di prendere bei voti, di costruirmi via via le mie conoscenze per questo incubo che è l’esame.

Il primo quadrimestre, come al solito, alternavo a periodi di ozio completo periodi pieni di interrogazioni e verifiche. Ora i primi sembrano spariti per sempre. Ogni settimana è peggiore della precedente, e ho la sensazione che la situazione non migliorerà… Grazie insegnanti, per essere sempre così comprensivi nei nostri confronti. A nulla serve la classica frase “Ma prof, abbiamo già un compito quel giorno!”, la risposta sarà sempre: “Dovreste aver già studiato ragazzi, non ho intenzione di discutere!”. Oppure il must: “E all’esame allora? Farete una materia per volta?”. Ed è in quel momento che vorresti guardarlo negli occhi e urlargli: “Facci arrivare all’esame, poi pensiamo noi al resto”.

Ma un’altra cosa è cambiata. La paura. Prima ne avevo, ero terrorizzato all’idea dell’esame. Ora no, non più. Man mano che la maturità si avvicina non posso fare a meno di essere contento. Voglio farlo, entrare in quella stupida aula e prendere uno stupido numero, che non mi interessa e non mi rappresenta. Non rappresenta nessuno di noi.

Ho solo questo in testa…

Accetto consigli su come riacquistare una vita sociale. E a proposito di social! Se vi avanza un po’ di questo ricercatissimo tempo fate un salto qui sotto!

Pagina FB: Maturità 2017 ToccaAMe

Gruppo FB: Gruppo Facebook Maturità 2017

Daniele
Ciao, sono Daniele e sono una vittim... ehm... un liceale. Frequento il Liceo Scientifico, scienze applicate per la precisione (un pizzico di sofferenza in più non guasta). Scrivere. È uno svago e uno sfogo, posso confrontarmi con ragazzi che provano le mie stesse emozioni. La paura di un compito in classe, la gioia di un bel voto nelle materie più ostiche, le gite come unico scopo scolastico e il timore della maturità, che incombe su di noi e si avvicina lenta, inesorabile (AIUTO).